28 febbraio 2011

La mia prima raccolta - J'adore les macarons


Curiosando qua e là tra i vari siti in cerca di ricettine succulente, mi sono ritrovata ad archiviare milioni di appunti riguardo ai tanto amati Macarons. Sia che vengano considerati fenomeno del momento, sia che siano realmente adorati e apprezzati, ho avuto il folle desiderio di realizzare questa raccolta. Siete quindi pronte a partecipare?
Dal momento poi che ho saltato anche il primo compleanno del mio amatissimo blog (causa visita impellente alla sala parto.. neanche a farlo apposta!!) beh, quale miglior occasione per rimediare?!
Vi avviso subito inoltre che sono alla mia primissima raccolta e mi scuso quindi in anticipo per mancanza di regalini o altro, ma sarebbe alquanto arduo il compito di stabilire un vero e proprio vincitore in questo caso.. perchè alla fine si baserebbe sostanzialmente sulla presentazione più che sulla ricetta in sè... ma in futuro vedrò di rimediare quindi non disperate!!
Ecco, nello specifico, in cosa consiste la raccolta "J'adore les macarons":

  • saranno accettate tutte le ricette di macarons (anche già postate e anche più di una)
  • saranno accettati anche dolci a base di macarons (sbizzarritevi!!)
  • la raccolta terminerà il 25 Aprile 2011 (avrete ben due mesi di tempo)
  • potrà partecipare anche chi non possiede un blog di cucina inviando ricetta corredata da foto a tanadelconiglio@live.it
  • ogni ricetta dovrà essere obbligatoriamente corredata da una o più foto

Cosa fare per partecipare?
  • create la vostra ricetta corredata da foto e pubblicatela sul vostro blog oppure inviatela a tanadelconiglio@live.it
  • lasciate un piccolo commento a questo post segnalando il link della vostra realizzazione
  • esponete il banner che troverete di seguito sul vostro blog e nella ricetta preparata (con link a questo post)
  • se vi va, ma non è obbligatorio, aggiungetevi ai miei sostenitori.. mi farebbe molto piacere!
...E poi logicamente passate parola... più siamo più ricette avremo per realizzare queste delizie!! 
Ah dimenticavo... al termine della raccolta, verrà creato un pdf, che potrete liberamente scaricare, con tutte le ricette realizzate!
Siete pronte?? Vi aspetto numerosissime!!


PARTECIPANO:
La raccolta si è conclusa il 25 Aprile 2011. Un ringraziamento speciale a tutte coloro che hanno partecipato a questa raccolta! A breve verrà pubblicato su questo blog un pdf con tutte le ricette.. ci sto giusto lavorando e ultimando qualche piccolo dettaglio! A presto e di nuovo grazie!


Per scaricare il file vai qui

24 febbraio 2011

Pane dolce pere e cardamomo

IMG_3288

IMG_3282
Deliziosamente profumato! Ecco come potrei definire questa piccola prelibatezza, questo dolce dai profumi intensi e vagamente orientali. Del resto il cardamomo è una delle spezie che preferisco, ma io sono di parte perchè sono una folle amante di tutte le spezie in generale. Solitamente non mi dedico ai dolci alla frutta. Sono più che altro la specialità di mia mamma (ricordate qui trovate il suo nuovissimo blog di cucina.. vi aspetta!!).. io solitamente sono più per i dolci "cioccolatosi", quelli da 3000 calorie a fetta. Però questa volta non ho saputo resistere al connubio pere e cardamomo.. già a pensarci mi piaceva da impazzire. Non vi dico poi quando il profumo di questa tortina ha invaso la casa! Ora mi piace definirlo più "pane dolce" come avevo fatto in passato per quello alle banane.. perchè alla fine secondo me è molto più adatto per una bella prima colazione, tagliato a fette e gustato lentamente, magari con una bella cioccolata calda (non mi smentisco mai!!)

IMG_3290

IMG_3270_2

IMG_3300

IMG_3297

IMG_3281

IMG_3274

Ingredienti:
125 gr di burro morbido a temperatura ambiente
125 gr di zucchero di canna
2 uova leggermente sbattute
250 gr di farina autolievitante (o il corrispettivo in peso di farina + lievito per dolci)
1 cucchiaino di cardamomo macinato (o in polvere)
4 cucchiai di latte
500 gr di pere (circa 2 pere medie)
1 cucchiaio di miele chiaro (per decorare - facoltativo)

Preparazione
In una ciotola sbattete energicamente lo zucchero e il burro morbido, precedentemente tagliato a pezzetti e a temperatura ambiente. Dovrete ottenere un composto morbido e spumoso. Incorporate a poco a poco le uovo leggermente sbattute. Mescolate e aggiungete la farina con il lievito setacciati, il cardamomo macinato e il latte continuando ad amalgamare bene. Mettete ora da parte un terzo delle pere che avrete precedentemente pulito, sbucciato e tagliato a tocchetti e aggiungete le restanti al composto schiacciandole grossolanamente.
Imburrate e ricoprite di carta forno uno stampo da plum cake e versate il composto lisciandone la superficie. Inserite a questo punto le fettine di pere che avete tenuto da parte, conficcandole sulla superficie dell'impasto. Fate quindi cuocere in forno già caldo a 160°C per 1 ora e 15 minuti - 1 ora e 30 minuti circa controllando la cottura con uno stecchino (che deve risultare asciutto). Sfornate e lasciate raffreddare per 10 minuti, poi incidete lievemente i bordi con un coltello per estrarre delicatamente il dolce. Mettetelo su una griglia a raffreddare e prima di servirlo cospargetelo con del miele.

21 febbraio 2011

Galletto laccato al pompelmo


Una ricetta particolare perchè associare un galletto a dei succosi pompelmi può sembrare assolutamente azzardato. E invece.. delizia!! Anche io ero inizialmente un po' scettica, ho studiato attentamente la realizzazione di questa ricetta per non creare assurdità di sapori. Credetemi è assolutamente da provare! Ho preferito utilizzare il mio solito e amatissimo galletto anzichè il classico pollo, ma credo che non ci sia alcun problema se si volesse preferire quest'ultimo (proverò anche questo e vi terrò informati). Del resto così come si decide di cucinare un'anatra all'arancia perchè non fare anche un galletto al pompelmo??!! Ora io ho utilizzato i pompelmi rosa più succosi che ho trovato e nel caso in cui il loro succo fosse decisamente troppo aspro per i vostri gusti, aggiungete tranquillamente anche qualche cucchiaio di succo di una bella arancia rigorosamente rossa. Il miele utilizzato è un millefiori, morbido, non troppo forte e di buona consistenza. Per il resto potrete sbizzarrirvi anche con le erbe aromatiche o la quantità di aglio (senza esagerare però). Il profumo che si sprigionerà dal forno sarà sublime ed invaderà tutta la casa!!







Ingredienti:
1 galletto (in base al numero delle persone, calcolatene anche uno a testa a seconda delle dimensioni)
olio di oliva extravergine
burro
sale
pepe
rosmarino
erba cipollina (o erbe aromatiche a vostra scelta)
4-5 spicchi d'aglio
2 pompelmi succosi
1/2 bicchiere di vino bianco
5 cucchiai di miele millefiori
il succo di 1/2 arancia

Preparazione
Scaldate il forno a 200°C. Pulite il galletto e prima di adagiarlo in una teglia riempitelo con qualche erba aromatica come rosmarino ed erba cipollina, sale e pepe e uno spicchio di aglio. Massaggiatelo con poco burro morbido, o se preferite utilizzate del burro fuso e spennellatene la superficie. Irrorate con del vino bianco e qualche cucchiaio di olio di oliva. Aggiungete il succo filtrato di 1/2 arancia e gli altri spicchi di aglio. Aggiustate nuovamente con sale e pepe. Tagliate a piccoli spicchi un pompelmo e disponetelo nella teglia con il galletto. Infornate quindi per circa 15 minuti. Nel frattempo in una ciotolina sbattete il miele con il succo dell'altro pompelmo, aggiustate con pochissimo sale e una spolverata di pepe e, con l'aiuto di un pennello, spennellate tutta la superficie. Versate poi il rimanente composto su tutto il galletto. Abbassate la temperatura del forno a 180°C e fate cuocere per un'altra ora circa o almeno fino a quando non risulterà ben dorato e croccante. Non preoccupatevi la carne rimarrà molto tenera, sarà sufficiente riversare nuovamente il sugo di cottura, contenuto nella teglia, ogni volta sul galletto per mantenerlo sempre ben umido.

Con questa ricetta partecipo al contest:

Cookies al cioccolato bianco e pinoli









Ho una vera e propria adorazione per i "cookies", di qualsiasi tipo e con qualsiasi ingrediente (beh se hanno le gocce di cioccolato ancora meglio!!). Del resto chi non ama questi enormi biscotti lievemente croccanti e ricchissimi, generalmente, di frutta secca e cioccolato?! Per l'ennesima volta mi sono affidata a Julie Andrieu e al suo libro "l'ABC del cioccolato". Voglio fare una piccola premessa: generalmente mi attengo sempre alla ricetta originale, salvo piccole variazioni. Questa volta però, variando poco o niente, mi sono ritrovata incontro ad alcuni spiacevoli risultati, a cui logicamente ho dovuto rimediare. Innanzitutto, reduce dai deliziosi totally chocolate chip cookies di Nigella, ho improvvisato aggiungendo un cucchiaino di bicarbonato, cosa che la Andrieu omette, non so per quale assurdo motivo... alla fine il vero Cookie deve risultare un po' "vaporoso" ed elegantemente lievitato. E fin qui nessun problema. La reale cosa strambra che ho letto è stata quella di formare le palline con l'impasto (ok) e poi schiacciarle lievemente (perchè????). Beh ho seguito le sue istruzioni e l'impasto si è disteso non uniformemente.. quindi non schiacciate nulla!! Fate le vostre care e belle palline di impasto (non troppo grandi) e distanziatele per bene (almeno 5 cm) senza schiacciarle. Io poi, per carità divina, sono riuscita a rimediare, perchè una soluzione si trova sempre a tutto e, nonostante l'aspetto vagamente rustico, il risultato era eccezionale!! Del resto l'abbinamento cioccolato bianco e pinoli è meraviglioso! Per non parlare poi di quel sapore particolare che solo lo zucchero di canna sa regalare!








Ingredienti:
200 gr di cioccolato bianco
4 cucchiai di pinoli
1 limone
180 gr di farina
140 gr di burro morbido
140 gr di zucchero di canna
2 uova medie
1 pizzico di sale
1 cucchiaino di bicarbonato (non presente nella ricetta originale)

Preparazione
Tritate il cioccolato in pezzi non troppo piccoli. Fate dorare per pochi minuti i pinoli in una padella antiaderente. Sbattete lo zucchero di canna con il burro morbido (lasciatelo a temperatura ambiente per circa 30 minuti) aiutandovi con un mixer oppure lavorandolo energicamente a mano fino a quando non otterrete un composto morbido e spumoso. Aggiungete le uova sbattute, la scorza di limone grattugiata finemente, la farina setacciata, un pizzico di sale, il bicarbonato. Mescolando unite i pinoli e il cioccolato bianco a pezzi. Non appena l'impasto sarà pronto, coprite la ciotola con pellicola trasparente e lasciate riposare in frigorifero per almeno 1 ora. 
Preriscaldate il forno a 180°C. Ricoprite con carta forno le teglie. Con l'impasto formate delle palline, cercando di mantenere sempre la stessa dimensione. Potrete aiutarvi eventualmente con un cucchiaio per il gelato (quello che si usa solitamente per creare le palline, avete presente?). Disponete le palline ben distanti l'una dall'altra e, senza appiattirle, ponetele nel forno già ben caldo per circa 10 minuti. Togliete dal forno, lasciate riposare per qualche minuto senza toccarli perchè risulteranno molto morbidi. Nel giro di pochi minuti però inizieranno ad acquistare la giusta consistenza adatta per essere trasferiti su una griglia ad asciugare. 


Tratto dal libro "l'ABC del cioccolato" di Julie Andrieu

20 febbraio 2011

Collaborazione con Caramellandia

Oggi vorrei segnalarvi la mia nuova e speciale collaborazione con Caramellandia! Un sito meraviglioso per chi, come noi, ama i dolci in tutte le loro forme e creazioni. Inutile raccontarvi di tutte le meraviglie che potrete trovare e acquistare sul loro sito. Il mio consiglio è di non lasciarvele sfuggire per nulla al mondo! E, a proposito di acquisti, vi segnalo che, in via eccezionale, per i lettori della Tana del coniglio è disponibile uno speciale sconto del 10%. Perchè non approfittarne subito?! Come fare?! Nulla di più semplice, segnalate al momento dell'ordine di essere fedeli lettori del mio blog La Tana del coniglio ed otterrete un prezzo di favore!

18 febbraio 2011

Gratin di ravioli



Qualche volta, ci si sbizzarrisce per trovare qualcosa di nuovo da portare in tavola. Senza troppe pretese però. Perchè alla fine il tempo a disposizione è poco e cerchi di creare un piatto unico, che cuocia lentamente senza troppa attenzione da parte nostra. Chiedo umilmente perdono se, per questa volta, non mi sono gettata a preparare tortellini freschi & Co, ma non sempre si ha il tempo per fare questo tipo di lavori e così mi sono lanciata su un paio di confezione di classici ravioli (da supermercato). Il risultato è comunque ottimo e per variare un po', la besciamella questa volta la prepariamo con un bel po' di prezzemolo tritato che gli conferisce un tocco in più. Una spolverata di parmigiano grattugiato e il gioco è fatto. Cosa chiedere di più! E poi volete mettere il profumo di un bel piatto gratinato al forno?? Personalmente ho scelto di utilizzare dei classici ravioli ricotta e spinaci (tortelloni per l'esattezza), ma vi è un'ampia scelta e selezione che potrete utilizzare. L'unica raccomandazione che mi sento di darvi in questo caso è di preparare da voi una semplicissima besciamella, che sia però abbastanza liquida, altrimenti tutto va a seccarsi e rischia di diventare poco piacevole. Non volete preparare la besciamella perchè avete pochissimo tempo?? Beh allora se proprio dovete utilizzare quella confezionata, ricordatevi di aggiungere comunque un po' di latte fresco (fatela scaldare prima in un pentolino prima di gettarla sui ravioli!!). Potrete servirla eventualmente anche in simpatiche cocottine o ramequins che funzionano perfettamente come monoporzione.








Ingredienti:
400 gr di ravioli a scelta (per questa ricetta ho utilizzato Ricotta e Spinaci)
500 ml di besciamella fresca (ricetta qui)
1 mazzetto di prezzemolo
noce moscata
sale
pepe
parmigiano reggiano grattugiato


Preparazione
In abbondante acqua salata fate cuocere i ravioli, mantenendo una cottura lievemente al dente. Scolateli e nel frattempo preparate una besciamella che sia abbastanza liquida, seguendo questa ricetta. Qualora risultasse troppo densa aggiungete tranquillamente del latte. Regolate di sale e pepe e date una buona spolverata di noce moscata. Pulite e tritate il prezzemolo e unitelo alla besciamella. Frullate velocemente con un mixer ad immersione. Aggiungete a piacere anche qualche cucchiaio di parmigiano reggiano grattugiato per esaltare il sapore. Versate i ravioli in una teglia o in piccole cocotte monoporzione e irrorate con la besciamella ancora calda. Cospargete con abbondante parmigiano grattugiato e infornate in forno già caldo per circa 10 minuti a 160°C o almeno fino a completa gratinatura. La superficie dovrà risultare colorita e croccante, ma non troppo secca. Servite ben caldi.


NOTA:
Quasi me ne stavo dimenticando... posso fare un po' di pubblicità pure io per una volta?? Finalmente sono riuscita a convincere la mia mamy a creare un blog di cucina (e non solo.. vedrete.. ve ne combinerà delle belle!!). Del resto è lei che mi ha trasmesso questa piccola grande passione perciò fate un saltino anche voi sul blog "Il ghiro vispo".. per il momento siamo solo all'inizio, ma lei vi aspetta con mille fantastiche sorprese ;)))

16 febbraio 2011

Tortine limone e arancia



Troppo forte era il desiderio di creare qualcosa con i miei amati agrumi.. cercavo solo la ricetta giusta e alla fine, sfogliando un ricettario minuscolo.. eccola qui!! Non mi sono lasciata pregare troppo dalle meravigliose immagini e dalla semplicità per quanto riguardava la realizzazione. Da  questo nascono queste meravigliose e profumatissime tortine! E quando dico "profumatissime" credetemi sulla parola, sono veramente qualcosa di divino. Ho appena messo a letto il mio dolce Ludovico e per tutta casa c'è questo meraviglioso ed intenso profumo di agrumi. Sublime! Ora posso segnalarvi solo una piccola variazione: potrete realizzare questi dolcetti anche solo con dei semplici e succosi limoni, sostituendoli all'arancia. Mi raccomando sceglietene di non trattati e abbastanza grandi. Per il resto sarebbero divini gustati ancora caldi con un morbido gelato alla vaniglia. Per 12 tortine.








Ingredienti:
250 gr di farina autolievitante (oppure calcolate farina+lievito in bustina)
200 gr di zucchero
il succo e la scorza grattugiata di 1 limone
il succo e la scorza grattugiata di 1 arancia
3 uova
2 cucchiai di latte
100 gr di burro fuso


Preparazione
Fate fondere il burro. Versate la farina autolievitante in una ciotola e unitevi metà scorza grattugiata di limone e metà scorza grattugiata di un'arancia. Aggiungete solo 100 gr di zucchero (la restante parte verrà utilizzata in seguito per lo sciroppo). A parte sbattete delicatamente le uova con il latte, aggiungete il burro fuso, lasciato raffreddare e unite il tutto alla farina. Mescolate attentamente, in maniera tale da ottenere un impasto omogeneo e senza grumi. Imburrate uno stampo per muffins e con l'aiuto di un cucchiaio disponete l'impasto facendo attenzione a non superare i 2/3 dell'altezza dello stampo. Fate cuocere per 12-15 minuti in forno già caldo a 190°C, o almeno fino a quando i tortini non saranno ben gonfi e dorati.
Nel frattempo preparate lo sciroppo utilizzando la rimanente scorza dei due agrumi e il loro succo, filtrato e privo di semini. Versate il tutto in un pentolino con i restanti 100 gr zucchero. Fate cuocere per pochi minuti a fuoco non troppo alto, fino a quando lo zucchero non si sarà completamente sciolto. Fate raffreddare lievemente in modo che si addensi (io lo lascio riposare per qualche ora o lo preparo la sera prima)
Sfornate i tortini e sformateli delicatamente aiutandovi con un coltello o uno stecchino ed incidendo il bordo. Intingeteli quindi nello sciroppo o versatene abbondanti cucchiaiate una volta che i vostri tortini saranno impiattati. Sono ottimi ancora caldi, perciò il mio consiglio è di preparare lo sciroppo con qualche ora di anticipo per far sì che si addensi per bene.


Con questa ricetta partecipo al contest:



14 febbraio 2011

Tortelloni di patate con burro al tartufo bianco e parmigiano


Ormai tutti sanno della mia adorazione folle per i tortelli di patate e poterli finalmente rifare è sempre una gioia.. soprattutto se abbinati al tartufo! Per l'occasione ho rispolverato una vecchia e semplice ricetta, avevo già preparato la pasta fresca ed è bastato fare un semplice ripieno a base di patate e ricotta (ci sta benissimo anche un poco di pancetta fatta rosolare e tritata finemente). La cottura è abbastanza veloce, giusto il tempo di scaldare un po' di burro al tartufo nel tegamino con pochissimo aglio et voilà!! L'ideale sarebbe una spolverata di Castelmagno, ma mi trovo nelle condizioni di utilizzare del semplice ma saporitissimo parmigiano reggiano grattugiato! Insomma è tutto così semplice e così delizioso..
A proposito, per realizzare il burro al tartufo potrete tranquillamente procedere come segue: con 100 gr di tartufo, possibilmente bianco, e 250 gr di burro. Fate ammorbidire il burro e grattugiate il tartufo, impastate bene, disponete in una pellicola e poi in freezer attendendo che si sia ben indurito prima di utilizzarlo.



Ingredienti:
400 gr di pasta fresca (utilizzate questa ricetta)
350 gr circa di patate
100 gr di ricotta fresca
50 gr pancetta affumicata o prosciutto cotto tritati (facoltativo)
sale
pepe
noce moscata
burro al tartufo q.b. (nel caso fosse molto forte unitelo al burro semplice)
30 gr di parmigiano reggiano


Preparazione
Preparate innanzitutto la pasta fresca basandovi sulla seguente ricetta, fatela riposare, dividetela in due panetti e stendeteli fino ad ottenere due sfoglie sottili.
Fate cuocere le patate per circa 30-40 minuti, o almeno fino a quando non saranno ben morbide. Sbucciatele e riducetele in purea. Unite la ricotta, ben sgocciolata, eventualmente della pancetta affumicata ben tritata, sale, noce moscata e pepe. Mescolate il tutto. Adagiate un cucchiaino di ripieno su una delle due sfoglie, mantenendo una certa distanza. Coprite con l'altra sfoglia e fate aderire bene la pasta attorno al ripieno in maniera tale da sigillarli bene. Con una rotella tagliapasta iniziate a creare i vostri ravioli dandogli una forma quadrata e uniforme per tutti. Non appena saranno pronti gettateli in abbondante acqua salata e fate cuocere per alcuni minuti, il tempo di cottura potrebbe variare in base allo spessore della vostra sfoglia, quindi controllateli spesso. Nel frattempo fate sciogliere il burro al tartufo, aggiungendo eventualmente del burro semplice qualora il sapore fosse troppo forte. Scolate i ravioli e cospargeteli con abbondante burro fuso, una spolverata di parmigiano grattugiato e con poco pepe nero.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...