30 aprile 2011

Nuovo appuntamento con Donne sul web

Eccomi con una nuova allettante ricetta su Donne sul web! Un'idea carina per cucinare insieme ai vostri bimbi! Ma non sono l'unica, provate a sbirciare anche tutte le altre ricette, non ve ne pentirete. La mia ricetta potrete trovarla direttamente qui. Vi aspetto!

29 aprile 2011

J'adore les macarons - il Pdf della raccolta

manifesto macarons

A pochi giorni dalla chiusura della mia prima raccolta completamente dedicata ai macarons, ecco un piccolo ringraziamento sotto forma di Pdf. Avrei voluto dedicare più tempo alla realizzazione di questo progetto, ma alla fine i soliti mille impegni mi hanno un attimo frenata e mi sono dovuta limitare a qualcosa di semplice ed essenziale. Spero vogliate scusarmi e mi auguro che questo piccolo pdf sia di vostro gradimento. Un particolare ringraziamento va inoltre a tutte voi che avete creduto in questa piccola raccolta e che non vi siete lasciate intimorire dalla "difficile" arte del "macaronnage".. siete state tutte bravissime!
Grazie di cuore... un abbraccio!

Per scaricare il file vai qui


28 aprile 2011

Crema piccante di fagioli rossi e pomodoro

IMG_3259

IMG_3244_2

Oggi un piatto facile e veloce, dal sapore vagamente country. Io sono di parte, essendo follemente innamorata di questo primo piccantino. Dal momento che il sole oggi non ne vuole proprio sapere di fare capolino, mi sono ributtata sulle zuppe, creme, vellutate & co. senza contare poi che questo piatto è ottimo anche per l'estate, servito vagamente tiepido con una bella spolverata di prezzemolo fresco tritato. I fagioli rossi sono d'obbligo, cercate, se possibile, di non sostituirli con borlotti e affini, perchè restano belli compatti e corposi. Io ho utilizzato dei normalissimi fagioli rossi in scatola (le quantità sono riferite al peso sgocciotolato) Vedrete non ve ne pentirete. La cottura è abbastanza veloce, per questa ricetta impiegherete al massimo 20-30 minuti in tutto. Se ne avete la possibilità vi consiglio inoltre di utilizzare una pentola di coccio (io ho utilizzato il mio fidato tegamino). Quantità per 2 persone.

IMG_3263

IMG_3264

IMG_3246_2

IMG_3255_2

IMG_3265

Ingredienti:
3 cucchiai di olio extravergine di oliva DOP Tandem di Ursini
2 cucchiai di Triplo concentrato di pomodoro Mutti
1/2 cipolla rossa
200 ml circa di passata di pomodoro Mutti
400 gr circa di fagioli rossi (peso sgocciolato)
1 tazza di brodo di verdura caldo
prezzemolo tritato q.b.
peperoncino fresco q.b.
1 pezzetto di peperone rosso (facoltativo)
sale e pepe q.b.

Preparazione
In un tegame, preferibilmente di coccio, scaldate l'olio con il peperoncino e fate imbiondire la cipolla tagliata finemente. Aggiungete ora il concentrato di pomodoro ed eventualmente il peperone rosso frullato con un cucchiaio di brodo (facoltativo). Mescolate con cura e aggiungete i fagioli. Fateli insaporire aggiungendo sale e pepe e bagnandoli con poco brodo caldo, nel caso in cui siano troppo compatti. Aggiungete ora la passata di pomodoro e continuate la cottura a fuoco basso per una decina di minuti o almeno fino a quando i fagioli non saranno abbastanza morbidi. Togliete dal fuoco e completate con un olio di oliva extravergine, il prezzemolo e poco peperoncino tritati (potete eventualmente sostituire il peperoncino con una spolverata leggera di pepe nero).

27 aprile 2011

Pollo al limone e mandorle

IMG_4006

IMG_3994

Qualche volta mi capita di riprendere in mano "La mia piccola cucina" di Julie Andrieu e da lì partono tutta una serie di post-it che vanno automaticamente ad appiccicarsi sulle varie pagine per ripromettermi di sperimentare questa o quella ricetta. Oggi è il turno del pollo al limone e mandorle. Un piatto dal sapore vagamente orientale ed estremamente gustoso!
Inoltre è perfetto per un secondo veloce e sfizioso. Come sempre ci ho messo del mio ed ho apportato qualche lieve variazione alla ricetta originale. Nel caso in cui vi trovaste ad avere in casa solo mandorle non pelate, vi basterà gettarle in acqua bollente per pochissimi minuti, asciugarle bene e sfregarle lievemente per togliere velocemente la pellicina. Quantità consigliate per 4 persone.


IMG_4004

IMG_3998

IMG_3991

IMG_3989


Ingredienti:
4 petti di pollo
il succo e la scorza grattugiata di 1/2 limone
mandorle pelate a piacere (almeno 50 gr)
1 cipolla
1 spicchio di aglio
2 cucchiai di salsa di soia
sale
Insaporitore per carni Ariosto (salvia, ginepro, alloro, origano, timo, maggiorana, basilico)
2 cucchiai di olio di semi


Preparazione
Pulire e tagliare il pollo in piccoli pezzi. In una padella antiaderente abbastanza ampia scaldare l'olio di semi con uno spicchio di aglio. Fate saltare quindi il pollo a dadini per pochi minuti e poi, con l'aiuto di una schiumarola, toglietelo dalla padella e versatevi invece le mandorle. Fatele tostare a fuoco vivace, avendo cura di girarle spesso e di non farle rosolare troppo. Dovranno assumere un bel color caramello, perciò fatele saltare per circa 5 minuti. Aggiungete quindi la cipolla tagliata a pezzetti e cuocete per altri 5 minuti a fuoco non troppo alto. Bagnate con la salsa di soia e il succo di limone. Mescolate bene e cospargete anche con un po' di scorza di limone grattugiato. A questo punto inserite nuovamente il pollo e continuate la cottura a fiamma moderata per altri 5-6 minuti o almeno fino a quando il pollo non sarà ben dorato. Aggiustate con poco sale e l'insaporitore per carni Ariosto e mescolate. Togliete dal fuoco, cospargete ancora con un po' di scorza di limone e servite ben caldo. 

23 aprile 2011

Buona Pasqua... e non dimenticate la raccolta sui macarons!!

Buona Pasqua
La tana del coniglio vi lascia per qualche giorno di "puro" relax e vi aspetta la prossima settimana con tante nuove ricette! Nel frattempo vi faccio tantissimi auguri di buona Pasqua!
Ah, quasi dimenticavo.. il 25 Aprile chiude la raccolta dedicata ai Macarons.. affrettatevi! Avete ancora qualche giorno per inserire anche le vostre ricette. A breve poi sarà disponibile il pdf con tutte le ricette (ci sto lavorando intensamente!). Qui trovate tutte le informazioni.

21 aprile 2011

Delizia agli amaretti, lemon curd e frutti di bosco

IMG_3933

IMG_3931

La mia voglia di estate parte un po' così, con questo dolce servito in coppetta, veloce e freschissimo. Delicato e profumatissimo con un tocco deciso come quello degli amaretti. Una volta che avrete pronto il vostro amato Lemon Curd il gioco è fatto e la composizione lascia libero spazio alla fantasia. Ovviamente mi sono affidata agli amaretti di Matilde Vicenzi, che di recente mi ha omaggiato con tante deliziose raffinatezze di cui vi parlerò sicuramente, e potrete trovare anche quelli piccolissimi, gli amarettini, perfetti per una decorazione. Potrete eventualmente sostituire i frutti di bosco anche con delle ottime fragole, il risultato è comunque garantito! Le dosi sono indicative, vi basti sapere che con le quantità del Lemon Curd che trovate qui, potrete avere due delizie a doppio strato. Ah dimenticavo, io fossi in voi mi farei un giretto anche sul blog di Matilde Vicenzi...

IMG_3959

IMG_3954

IMG_3949

IMG_3938

IMG_3943

IMG_3937

Ingredienti:
500 ml di Lemon Curd (qui la ricetta)
Amaretti d'Italia Matilde Vicenzi 
Frutti di bosco (circa 250 gr)
Amarettini d'Italia Matilde Vicenzi per decorare

Preparazione
Tritate grossolanamente gli amaretti e disponeteli come base del dolce in una coppetta. Versate ora con delicatezza uno strato di Lemon Curd creando uno strato omogeneo che aderisca ai bordi della coppetta. Aggiungete ora una buona dose di frutti di bosco (circa metà) ben lavati e asciugati. Formate un'altra serie di strati, sempre partendo con amaretti tritati, lemon curd e terminando con i frutti di bosco. Completate a questo punto con una decorazione di amarettini ed eventualmente con qualche amaretto sbriciolato.

19 aprile 2011

Crema di cannellini e patate al tartufo

IMG_3914

IMG_3912

Premetto che se fosse per me, il tartufo lo metterei ovunque.. e quando dico "ovunque" credetemi sulla parola!! Ora non potevo mica lasciarmi sfuggire questa crema deliziosa, che quasi quasi definirla zuppa è decisamente riduttivo. Al momento l'ho eletta tra le mie preferite, vuoi per l'aggiunta del tartufo, che le conferisce un sapore tutto nuovo e particolare, vuoi perchè io senza legumi proprio non so stare!! Se mettiamo in conto poi che un'azienda come TartufLanghe mi omaggia di qualche delizioso prodotto da provare.. beh allora io non posso fare altro che sbizzarrirmi. La ricetta è un vecchio classico, rivisitato con l'aggiunta del burro di tartufo prontamente utilizzato in fine cottura in modo da conferire un gusto delicato e un profumo avvolgente. A voi le quantità per due porzioni (io in realtà l'ho divorata quasi tutta da sola!!)

IMG_3906

IMG_3922

IMG_3911

IMG_3918

Ingredienti:
300 gr di fagioli cannellini
3 patate medio-grandi
700 ml di brodo vegetale (o di pollo, se preferite)
1 cucchiaio di burro con tartufo di TartufLanghe
sale
pepe

Preparazione
Pelate le patate, lavatele e tagliatele a tocchetti. In una pentola, preferibilmente di coccio, fate scaldare il brodo e aggiungete le patate e 200 gr di fagioli cannelli (tenetene da parte i rimanenti 100 gr che utilizzeremo in seguito). Fate cuocere per circa 20 minuti fino a quando le patate non saranno ben morbide. A questo punto togliete da brodo qualche cucchiaio di patate e tenetele da parte. Frullate quindi il brodo con cannellini e patate fino a quando non otterrete una consistenza abbastanza cremosa. Aggiustate di sale e pepe. In un tegamino a parte fate sciogliere a fuoco dolce il burro con tartufo e, non appena inizierà a formarsi qualche bollicina, fate rosolare per pochi minuti i cannellini e i pezzetti di patate che avrete messo precedentemente da parte. Aggiungeteli quindi alla crema e completate con una spolverata di pepe nero prima di servire. Ottima anche tiepida.

18 aprile 2011

Paccheri gratinati ripieni alla crema di asparagi

IMG_3890

IMG_3900

Per la precisione " 'e miez paccheri" della Fabbrica della pasta di Gragnano. Una delizia!! Curiosando qua e là mi era capitata tra le mani una ricetta (Sale & Pepe) di cannelloni a base di asparagi e besciamella e così con qualche piccola modifica mi sono ritrovata a fare (forse) una delle ultime paste al forno della stagione (nella speranza ovviamente che l'estate arrivi al più presto e magari anche una piccola vacanza!). In ogni caso, io adoro la pasta al forno e prepararla con gli asparagi mi ha fatto letteralmente impazzire. Per non stare a preparare pasta fresca e cannelloni (visto il pochissimo tempo a disposizione), ho pensato di utilizzare i meravigliosi "mezzi paccheri" della Fabbrica della pasta di Gragnano. Una pasta eccellente e con una tradizione invidiabile. Non potevo non ottenere un risultato spettacolare. Purtroppo ce li siamo divorati in pochissimi minuti e mi sono dovuta accontentare di fotografare pochi piccoli ed innocenti superstiti ;)))
Vi segnalo le dosi per circa 200 gr di pasta, dovrebbero bastare per 2-3 persone, ma essendo ripieni sono un po' più sostanziosi della semplice pasta, nonostante il ripieno sia deliziosamente leggero. Se ci penso ho ancora l'acquolina...

IMG_3903

IMG_3896

IMG_3895

IMG_3891

IMG_3893

Ingredienti:
200 gr di 'E miez Paccheri della Fabbrica della pasta di Gragnano
500 gr di asparagi
500 gr di ricotta fresca
1 cipolla piccola
1 spicchio di aglio
qualche foglia di basilico
300 ml circa di besciamella non troppo liquida
40 gr di parmigiano reggiano grattugiato
vino bianco secco
burro
olio extravergine di oliva Opera Mastra di Ursini
sale
pepe

Preparazione
Pulite e mondate gli asparagi, eliminando la parte finale che è la più dura. Tagliateli a pezzetti non troppo grandi, ma lasciate più lunghe le punte. In un pentolino fate scaldare una noce di burro e poco olio extravergine di oliva con un trito di aglio e cipolla. Aggiungete gli asparagi e fateli saltare per almeno 3 minuti. Bagnate quindi con poco vino bianco e fate evaporare. Continuate la cottura per almeno 10 minuti, aggiungendo eventualmente poca acqua di cottura della pasta per mantenerli morbidi. Aggiustate di sale e pepe. Nel frattempo cuocete 'E miez Paccheri in abbondante acqua bollente salata e scolateli poi lievemente al dente. Frullate quindi una piccola parte del sugo di asparagi unendo la besciamella e qualche cucchiaio di parmigiano e mescolate il restante sugo di asparagi con della ricotta fresca creando una cremina. Preriscaldate il forno a 200°C. In una teglia imburrata disponete la pasta in verticale e farcitela con la crema di ricotta e asparagi. Non appena saranno tutti farciti versate abbondante besciamella (tenetene da parte qualche cucchiaio) e una generosa spolverata di parmigiano. Infornate e fate cuocere per 15 minuti circa. Se ne avete la possibilità, passateli sotto al grill per qualche minuto prima di sfornarli. Decorate a piacere con qualche fogliolina di basilico ed eventualmente con la besciamella avanzata.

16 aprile 2011

Torta "Sponge" con buttercream all vaniglia

DSCN0780

DSCN0773

Una torta tutta speciale oggi.. una prima prova per Pasqua. Ultimamente mi sto cimentando nella creazione di piccole torte per varie occasioni e questa prima speciale occasione non poteva non essere immortalata e pubblicata qui. Essendo le primissime torte non saranno proprio perfette, ma sono abbastanza soddisfatta del risultato finale. L'impasto base utilizzato è quello di una normalissima torta "sponge", chiamata così appunto per la sua consistenza spugnosa, morbida ma con la capacità di reggere kg e kg di buttercream. Piccolo appunto per quanto riguarda il buttercream.. io lo preparo nel più classico dei modi, quindi senza formaggi cremosi, ma nel puro stile americano. E' vero potrà anche sembrare un po' pesante e fin troppo burroso. A mio parere il segreto per smussare un po' la pesantezza del gusto sta nell'amalgamarlo ad un paio di cucchiai di estratto di vaniglia (meglio se home made!). Vedrete come si sentirà la differenza.. sembrerà di gustare una meravigliosa spuma al vellutato aroma di vaniglia. Provare per credere! Tornando allo "Sponge".. potrete utilizzare la classica Victoria sponge cake o qualsiasi altra ricetta simile. Io per il momento mi sono affidata a Trish Deseine e, come al solito, ho variato un po' per renderla più adatta alle mie esigenze. Ah dimenticavo queste dosi sono per 2 stampi di circa 20 cm, in modo da ottenere una torta abbastanza alta.

DSCN0776

DSCN0771

DSCN0770

DSCN0766

DSCN0783

Ingredienti:
4 uova a temperatura ambiente
225 gr di burro molto morbido (meglio se lavorato a pomata in precedenza)
225 gr di zucchero
225 gr di farina 00 antigrumi Molino Spadoni
2 cucchiaini di lievito per dolci
2 cucchiai di estratto di vaniglia
1 pizzico di sale
farcitura a piacere (ganache al caffè, al cioccolato amaro, etc)
Buttercream alla vaniglia:
250 gr di burro morbido
500 gr di zucchero a velo
2 cucchiai di latte o panna da cucina circa
3 cucchiaini di estratto di vaniglia
codette per decorare
coloranti alimentari a scelta (per questa ricetta ho utilizzato il colore verde)

Preparazione
Preriscaldate il forno a 180°C. Unite in una ciotola tutti gli ingredienti e mescolate energicamente (oppure utilizzate un mixer e sbattete per un minuto circa) fino ad ottenere un composto omogeneo e cremoso. Imburrate e infarinate due teglie da 20 cm circa e versate l'impasto. Fate cuocere per 25 minuti, poi controllate bucherellando la torta con uno stecchino. Dovrà fuoriuscirne asciutto. Nel caso in cui fosse ancora morbido, lasciatela cuocere per altri 5-10 minuti, controllando di tanto in tanto. Non appena sarà pronta, lasciatela raffreddare, ancora all'interno dello stampo, su una griglia per una decina di minuti.
Toglietela delicatamente dalla teglia e lasciatela raffreddare completamente, meglio se la lasciate riposare tutta la notte (non appena sarà ben fredda potrete eventualmente avvolgerla nella pellicola trasparente per mantenerla più soffice). Farcitela poi a piacere. Preparate con un certo anticipo la buttercream. Per prima cosa dovrete ammorbidire il burro e tagliarlo a tocchetti (non fatelo sciogliere per nessun motivo, ma toglietelo dal frigorifero almeno 30 minuti prima di utilizzarlo). Con l'aiuto di un tritatutto (o di un frullatore) ripassate lo zucchero a velo fino ad ottenere una polvere finissima. Unite in un mixer zucchero, burro e l'estratto di vaniglia. Mescolate fino ad ottenere una crema. Trasferitela in una ciotola e lavoratela a crema per pochi minuti con un cucchiaio di legno, incorporando quanta più aria possibile. Sciogliete poco colore in un cucchiaio di latte o panna e mescolatelo bene alla buttercream fino ad ottenere una crema di colore omogeneo e leggero (attenzione a dosare il colore, iniziate con piccole quantità. Nel caso in cui fosse troppo spento, aggiungete poco colore direttamente all buttercream con l'aiuto di uno stuzzicadenti). Lasciate riposare la buttercream per almeno 30 minuti in frigorifero e rimescolatela prima di utilizzarla. Dovrà essere morbida, ma con una certa consistenza. Ora potrete decorare la torta come meglio credete con l'aiuto di spatole, codette colorate e sac à poche. Lasciatela riposare in frigorifero per qualche ora ed per almeno 30 minuti fuori dal frigorifero prima di servirla, in questo modo la buttercream si solidificherà lievemente mantenendo la forma desiderata.

15 aprile 2011

Lemon Curd

IMG_3871

IMG_3870

E' proprio vero.. di questa ricetta esistono mille versioni e il web ne è letteralmente invaso. Quando mi sono messa alla ricerca di qualche informazione a proposito del lemon curd mi si è aperto un mondo, tanto che, dopo un po', ho rinunciato a leggere tutte le varie ricette e mi sono buttata in quella che mi sembrava più congeniale. Sto parlando del Lemon Curd di Philippe Conticini, e non ne sono rimasta affatto delusa. Tra parentesi, per chi volesse rifarsi gli occhi e regalarsi un giro nel piccolo grande mondo di Conticini può leggersi uno dei miei ultimi post pubblicati su La tana del coniglio - foodstyle.
Tornando al lemon curd... non credo esista preparazione più semplice e allo stesso tempo gustosa. In tutto impiegherete circa 20 minuti per ottenere una cremina deliziosa e squisitamente morbida. Io vi consiglio di prepararlo utilizzando del burro chiarificato, che troverete facilmente in commercio, ma a voi resta la libera scelta di optare per il burro classico (fatemi poi sapere... anche se non credo cambi granchè). Questa crema è utilissima per la decorazione di torte, muffins, pasticcini, cheesecake, yogurt.. ma è ottima anche semplicemente assaporata affondando il cucchiaino. Attenzione porta seriamente ad una dipendenza ;) Con queste quantità otterrete un vasetto da circa 500 ml.

IMG_3878

IMG_3877

IMG_3872

IMG_3868

IMG_3879

Ingredienti:
3 uova
3 limoni medi non trattati
75 gr di burro, meglio se chiarificato (altrimenti utilizzate quello classico)
100 gr di zucchero

Preparazione
In un pentolino fate sciogliere il burro chiarificato a fuoco dolce con la buccia grattugiata di un limone. A parte spremete poi i limoni e filtrate il succo. Non appena il burro si sarà ben sciolto e inizierà a produrre qualche piccola bolla, incorporate lo zucchero, tutto in una volta e continuate a mescolare fino a quando non si sarà sciolto. Sbattete le uova e tenetele da parte. Non appena lo zucchero si sarà sciolto aggiungete a filo il succo di limone e, successivamente le uova, continuando a mescolare. Fate attenzione all'uovo, in maniera che non si rapprenda sul fondo. E' quindi importante che per almeno 10-15 minuti continuate a mescolare incessantemente in modo da ottenere una crema omogenea e ben compatta. Non appena si sarà ottenuta una crema densa togliete dal fuoco, disponetela in uno o più vasetti e lasciatela raffreddare a temperatura ambiente. Prima di utilizzarla è importante lasciarla riposare in frigorifero per una intera notte.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...