30 settembre 2011

Crocchette di patate alle erbe aromatiche

IMG_6693

IMG_6674

La ricetta originale delle crocchette non è esattamente questa. Queste crocchette alle erbe aromatiche sono state una variazione di una ricetta che è diventata un cult nella mia famiglia! Sì lo so, magari penserete che non ci voglia un genio per fare delle semplici crocchette di patate, ma vi posso assicurare che queste sono davvero speciali. Proprio perchè la mitica nonna Stella non cucina. E quando dico che non cucina, credetemi sulla parola, è meglio non portarla davanti ad un fornello. Però come fa le crocchette di patate lei non le fa nessuno!! Forse sono uno dei miei ricordi più belli delle estati passate con i miei cugini in montagna, con nonna Stella che prepara in tempo record le sue crocchette di patate. Nemmeno io sono riuscita a riprodurle mai tali e quali anche se non demordo e continuo a provare e riprovare! Nonna Stella ha la veneranda età di 92 anni (anche se lei qualche anno se lo toglie ahahahah!), non cucina, ma si tinge ancora i capelli di biondo, si trucca tutte le mattine, si fa la manicure e la pedicure e si arrangia ancora completamente da sola! Insomma per tutti i nostri amici e conoscenti lei è sicuramente un mito! Oggi tuttavia non vi proporrò la sua speciale e segreta ricetta, ma una variazione, studiata appositamente per Calvé (qui la ricetta). Il mese è quasi finito, ma ho ancora un paio di idee da proporvi e quindi vi invito a farmi visita sul sito "Visto che buono" ancora per qualche giorno! Quantità per circa 15 crocchette di medie dimensioni.

IMG_6697

IMG_6691

IMG_6686

IMG_6681

IMG_6684

IMG_6673

IMG_6671

Ingredienti:
5 cucchiai abbondanti di farina 00
30 gr di parmigiano reggiano grattugiato
2 cucchiai di Mayò Calvé
sale
pepe
erbe aromatiche miste (basilico, salvia, rosmarino, menta, erba cipollina e prezzemolo)
1 uovo
500 gr di patate
olio di semi per friggere

Preparazione
Pelate e lavate le patate e fatele cuocere in abbondante acqua non salata per 30-40 minuti o fino a quando non saranno ben morbide. Scolatele e riducetele in purea aiutandovi con una forchetta o con uno schiacciapatate. Aggiungete una buona quantità di sale e pepe. Unite quindi un trito finissimo di erbe aromatiche e due cucchiai colmi di Mayò Calvé. In questo modo otterrete delle crocchette dalla consistenza morbida con un delicato retrogusto di yogurt che si sposa alla perfezione con le erbe aromatiche. In una ciotola a parte sbattete energicamente l'uovo per qualche minuto, unitelo quindi alle patate. Spolverizzate con del parmigiano reggiano grattugiato e mescolate. Unite un cucchiaio alla volta di farina in maniera tale da ottenere un composto omogeneo e morbido. Adattate la quantità di farina in base alla consistenza del vostro impasto, senza eccedere. Può essere che le patate non siano abbastanza farinose e necessitino quindi di ulteriore farina. Il composto non dovrà risultare troppo compatto bensì morbido e spumoso. A questo punto formate le crocchette con le mani, passandole in un piatto con dell'ulteriore farina. Qualora risultasse difficile la lavorazione a causa della morbidezza dell'impasto, infarinatevi accuratamente le mani. Versate dell'olio di semi in una padella antiaderente, il necessario per coprire abbondantemente il fondo della padella, senza però esagerare. Non appena sarà ben caldo, tuffateci delicatamente le crocchette e fatele cuocere per circa 2 minuti per lato o fino a quando non saranno ben dorate. Scolatele e adagiatele su carta assorbente per eliminare l'unto in eccesso. Servite con una gustosa insalata e una buona dose di Mayò.

23 settembre 2011

Bocconcini al tonno

IMG_6604

IMG_6613

Visto che il week end si avvicina lento ed inesorabile (finalmente!) ecco una nuova piccola idea per un aperitivo gustoso e veloce. La semplicità di questa ricetta è a dir poco imbarazzante, ma colpisce sempre forse proprio per questo motivo. Devo ammettere sinceramente che ho rubato l'idea alla mia sorellona che, contrariamente alla sottoscritta, in cucina non ci vuole passare nemmeno mezzo secondo. La "sorellona" si nutre principalmente di stuzzichini di facile e super veloce preparazione ed è abilissima nella preparazione di antipastini sfiziosi e finger food! Scherzo.. ovviamente anche lei si nutre normalmente come tutti noi, solo che preferisce se il piatto in questione viene preparato da altri, in particolar modo dopo un'estenuante giornata di shopping compulsivo! Dal momento che lei è la regina del finger food, mi ha fatto accendere una piccola lampadina per utilizzare saggiamente la maionese Calvé. Come ben sapete continua la mia avventura su "Visto che buono" e anche per questa volta vi propongo un sfizioso antipasto. Mi raccomando non dimenticate di passare a trovarmi (qui la ricetta), si trovano anche moltissime altre idee sfiziose. Con queste quantità otterrete circa 12 palline per ogni gusto. Un'ottima alternativa alla paprica dolce potrebbe essere quella di utilizzare delle mandorle tritate, adatte anche ai bambini.

IMG_6621

IMG_6624

IMG_6592

IMG_6618

IMG_6607

IMG_6611

IMG_6619

IMG_6615

Ingredienti:
200 gr di tonno sott'olio Asdomar
200 gr di patate
50 gr di ricotta
50 gr di maionese Calvé
1 limone
1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
sale
pepe
origano
semi di papavero I gusti vegetali
semi di sesamo
paprica dolce (o mandorle tritate)

Preparazione
Pelate e lavate le patate e fatele cuocere in acqua non salata per circa 40 minuti o fino a quando non saranno molto morbide. Lasciatele intiepidire e passatele nel passaverdura fino ad ottenere una purea morbida. Frullate il tonno ben sgocciolato e sminuzzato, la maionese, la ricotta, il succo di limone filtrato, un pizzico di origano, sale e pepe, e un cucchiaio di olio qualora il composto risultasse troppo denso. Aggiungete le patate e amalgamate bene il tutto.
Quando il composto risulterà ben cremoso e omogeneo versatelo in una terrina e modellate con le mani delle palline.
In tre ciotole differenti ponete dei semi di sesamo, dei semi di papavero e della paprica dolce (o mandorle tritate, se preferite). Passatevi quindi le palline suddividendole per i tre diversi gusti. Otterrete all'incirca 12 bocconcini per gusto. Conservatele in frigorifero fino al momento di servire.

21 settembre 2011

Ciambella rustica al the e lavanda

IMG_6647

IMG_6662

Oggi vi propongo il classico ciambellone da colazione. Sapete quelli dallo spirito un po' retrò che ci ricordano tanto le torte della nonna?! Ecco l'idea che avevo era proprio questa. In realtà il maritino è sempre qui a chiedere un dolce adatto alla colazione e, dal momento che io la mattina bevo rigorosamente the (di qualsiasi tipo!!) e lui solo ed esclusivamente caffè, bisognava un attimo venirsi incontro. Io amo i dolci al cioccolato, lui ovviamente no. Su una cosa però siamo d'accordo: la riuscita di questa ciambella! Classica sì, ma con un lieve tocco aromatizzato al the alla lavanda. L'idea è nata da una serie di meravigliosi e profumatissimi the che ho avuto il piacere di degustare e amare in questi mesi (a tal proposito ringrazio Elena di cuore e vi invito anche a visitare il suo blog!). Data la vasta scelta dei suoi prodotti (che trovate facilmente in vendita qui), ho iniziato a sperimentare diverse ricette a base di the e come prima idea direi che è più che ben riuscita! Questa ciambella è delicata, profumata e fragrante, perfetta da tuffare nel latte (o ancor meglio nel the o nel caffè!) la mattina! Allora cosa aspettate? Ci vuole veramente pochissimo per prepararla e domani mattina potrete avere una colazione perfetta!

IMG_6649

IMG_6654

IMG_6665

IMG_6664

IMG_6663

IMG_6655

IMG_6660

IMG_6659

Ingredienti:
150 gr di farina 00 Molino Chiavazza
75 gr di fecola
100 gr di burro
140 gr di zucchero
3 uova
1 dl di latte
1 cucchiaino di the verde alla lavanda
1 bustina di lievito per dolci

Preparazione
Fate fondere il burro e lasciatelo raffreddare. Fate bollire il latte e, in una tazza, mettete in infusione un cucchiaino di the alla lavanda per circa 1-2 minuti.
Nel frattempo separate i tuorli dagli albumi. Montate a neve ben ferma questi ultimi con un pizzico di sale. In una ciotola capiente sbattete energicamente i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere un composto spumoso. Unite quindi la fecola, la farina e il lievito. Aggiungete in ultimo il burro sciolto ormai freddo e il latte da cui avrete filtrato qualsiasi residuo di the alla lavanda. Mescolate fino ad ottenere un composto privo di grumi e con delicatezza unite gli albumi montati a neve. Imburrate e infarinate uno stampo, versate l'impasto e livellatelo. Ponete a cuocere in forno già caldo per 30-40 minuti a 180°C.
Lasciatelo raffreddare bene prima di toglierlo dalla teglia. Conservatelo in un contenitore ermetico, avvolto in una pellicola trasparente per alimenti, si conserverà più a lungo.
Per realizzare questa ciambella ho utilizzato una tortiera apribile Guardini.

18 settembre 2011

Biscotti arancia e albicocca

IMG_6569

IMG_6577

Dopo il successo dei biscotti salati sono tornata ai miei cari biscotti dolci. Oggi la temperatura è perfetta per accendere il forno e magari gustarsi un buon tè caldo! A proposito avete provato a dare un'occhiata qui? E' un luogo perfetto e paradisiaco dove fare scorta di tè e caffè di ogni tipo!!
Aspettavo con ansia l'arrivo dell'autunno e le mie infornate di biscotti e dolcetti vari! Sentivo quasi la mancanza dell'aroma fragrante che si sprigiona per la casa in quegli istanti di attesa. E poi ecco: una bella teglia di biscotti profumati e morbidi che non vedi l'ora di addentare! Sì, direi che è giunto il fatidico momento di lasciare il posto all'autunno, a qualche giornata grigia da passare pigramente in casa, sotto una copertina con una buona tazza di tè fumante e mille biscotti! Oggi ho proprio voglia di questo.. chissà poi magari ci ritroveremo nuovamente con i 30°C che ci stanno accompagnando per questo settembre un po' pazzo! Intanto ecco a voi la ricetta.. inutile dirvi che il profumo di arancia fa miracoli per l'umore quindi abbondate!!!!
Per circa 18-20 biscotti

IMG_6573

IMG_6576

IMG_6574

IMG_6559

IMG_6567

IMG_6583

IMG_6572

IMG_6581

IMG_6579

Ingredienti:
50 gr di nocciole tritate (o farina di nocciole)
225 gr di farina 00 Molino Chiavazza
75 gr di zucchero
150 gr di burro freddo a pezzi
la scorza grattugiata di 1 arancia non trattata
1 tuorlo d'uovo
confettura di albicocche Wilkin & Sons
zucchero a velo

Preparazione
In una ciotola lavorate la farina di nocciole, la farina 00 e lo zucchero con il burro tagliato a pezzetti fino ad ottenere un composto sabbioso. Aggiungete quindi la buccia grattugiata di un'arancia non trattata e il tuorlo d'uovo. Lavorate velocemente l'impasto fino a quando non sarà liscio, compatto ed omogeneo. Formate una palla e ponetelo a riposare in frigorifero per almeno 30 minuti. Nel frattempo preriscaldate il forno a 160°C.
Trascorso il tempo di riposo, su un piano lievemente infarinato, iniziate a stendere la pasta con un matterello fino ad ottenere uno spessore di circa 1 cm. Con un tagliabiscotti del diametro di circa 5 cm ricavate i biscotti che andrete a posizionare su una teglia foderata con carta forno. Continuate fino ad esaurimento. Utilizzando uno stampo per biscotti di dimensioni più piccole incidete la forma preferita al centro dei biscotti. Ovviamente dovrete effettuare questo lavoro solo su metà dei biscotti ottenuti. Fate quindi cuocere per circa 6-10 minuti a 160°C controllando che non si coloriscano troppo. Lasciate raffreddare i biscotti sulla teglia per i primi 2 minuti e poneteli successivamente su una griglia fino a quando non saranno completamente freddi. Essendo molto morbidi dovrete maneggiarli con delicatezza. Disponete quindi tutti i biscotti "bucati" su un ripiano che avrete coperto con carta forno e spolverizzateli abbondantemente con zucchero a velo setacciato. Sui biscotti che utilizzerete come basi invece stendete delicatamente un cucchiaino di confettura di albicocche e coprite, premendo con moltissima delicatezza, con uno dei biscotti che avrete cosparso di zucchero a velo.

15 settembre 2011

Muffins salati con pancetta e parmigiano

IMG_6531

IMG_6541

Ultimamente sono molto in tema "aperitivo" e quindi anche oggi vi propongo qualcosa di stuzzicante, ma in versione salata. Si tratta di semplici e morbidissimi muffins, perfetti per una serata tra amici. Visto che il caldo continua e non accenna a diminuire ci si può ancora concedere qualche bella serata all'aperto. Che ne dite? Questa ricetta può avere numerose varianti, che ovviamente non mancherò di segnalarvi nei prossimi mesi. Questa volta mi sono sbizzarrita con della pancetta dolce a cubetti e una buona dose di parmigiano. Erano sublimi, sia caldi che freddi! Queste le quantità per circa 10-12 muffins.

IMG_6554

IMG_6536

IMG_6539

IMG_6540

IMG_6537

IMG_6542

IMG_6534

IMG_6545

Ingredienti:
250 ml di latte
250 gr di farina 00 Molino Chiavazza
1 uovo
1 bustina scarsa di lievito per torte salate
30 ml di olio di semi
1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
1 cucchiaino di sale
un pizzico di zucchero
100 gr circa di pancetta dolce a cubetti
20 gr circa di formaggio (vanno benissimo mozzarella, groviera, sottilette, a vostra scelta..)
30 gr di parmigiano reggiano grattugiato (abbondate pure!)
pepe

Preparazione
In un tegame fate rosolare i cubetti di pancetta con poco olio extravergine di oliva fino a quando non saranno ben croccanti.
Nel frattempo, in una ciotola capiente, miscelate tutti gli ingredienti solidi: farina, lievito, sale, zucchero. Aggiungete la pancetta, il formaggio, e il parmigiano reggiano grattugiato. In una ciotola a parte mescolate l'olio, l'uovo e il latte. Unite quindi gli ingredienti liquidi a quelli solidi e mescolate brevemente fino ad ottenere un impasto sodo e omogeneo. Imburrate degli stampini o una teglia per muffins e fate cuocere, in forno già caldo, per 20 minuti a 160°C.

Con questa ricetta partecipo al contest:

PASQUA
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...