30 novembre 2011

Vellutata cremosa di pomodoro, peperoni e curry

tanadelconiglio 293

tanadelconiglio 294

Oggi facciamo una piccola pausa... (salata)! Giusto il tempo di scaldarci un po' con una zuppa calda, magari dai colori vivaci e dal sapore intenso. Metto quindi da parte, per un attimo, la produzione continua di biscotti natalizi, per proporvi un piatto semplice, veloce e altamente stuzzicante. Avevo proprio bisogno di un "comfort food" dopo questi giorni intensi e frenetici (vi racconterò tutto sulla mia avventura a Il Desco con La cucina italiana nei prossimi giorni)! Io adoro il curry e i piatti speziati sono la mia passione, ma devo ammettere che questo abbinamento con il pomodoro mi ha piacevolmente sorpreso. Potete poi variare la quantità di curry a vostro piacere. Ho optato per una dose che lo rendesse vagamente piccante, ma non in maniera esagerata, in modo da non coprire completamente i gusti e i profumi delle verdure scelte per la preparazione. Per la spellatura dei peperoni vi consiglio di passarli al forno, in modo da agevolare l'operazione. Resteranno inoltre molto più teneri e diminuirete così i tempi di cottura. Non mi resta che augurarvi...Buon appetito!


tanadelconiglio 292

tanadelconiglio 286

tanadelconiglio 282

tanadelconiglio 276

tanadelconiglio 275

tanadelconiglio 273

Ingredienti:
2 peperoni rossi
250 gr di polpa di pomodoro Mutti
brodo di pollo o di verdure
olio extravergine di oliva Opera Mastra Ursini
sedano
carota
1/2 cipolla
curry in polvere q.b.
sale q.b.
1 pizzico di zucchero di canna BronSugar Guadaloupe

Preparazione
Disponete i peperoni, lavati e asciugati, su una teglia coperta da carta forno e fateli cuocere in forno già caldo a 220°C per circa 30 minuti, girandoli di tanto in tanto, in maniera da uniformare la cottura. Non appena saranno pronti inseritile subito in un sacchetti di plastica per alimenti ben chiuso e lasciateli raffreddare completamente. A questo punto potrete procedere eliminando la pelle dai peperoni, tagliandoli ed eliminando semini e filamenti bianchi all'interno. Tagliateli quindi a fette.
In una casseruola a parte preparate un soffritto con poco olio, sedano, carota e cipolla ben tritati. Unitevi la polpa di pomodoro, un pizzico di zucchero di canna e i peperoni e fate cuocere per circa 15 minuti. Aggiungete qualche mestolo di brodo per renderla un po' più fluida e vellutata. Frullate il tutto, aggiustate di sale e completate con qualche cucchiaino di curry, aggiungendone poco per volta e assaggiando fino a raggiungere il grado di piccantezza desiderato. Proseguite con la cottura per altri 5 minuti. Servite ben calda completando con un filo di olio extravergine di oliva di buona qualità.

29 novembre 2011

Biscotti "di vetro"

392255_2696115970779_1492995765_33075087_43262894_n

389480_2696114690747_1492995765_33075084_142235403_n

Secondo appuntamento con i biscotti di Natale. Vi ho lasciato con i dolci omini di pan di zenzero per tornare con un altro classico. Direttamente dalla ricetta di Martha Stewart. Mi affido a lei quando voglio un risultato assicurato e devo ammettere che la sua "bibbia dei biscotti" non mi ha mai deluso. Se per caso quindi state pensando a qualche regalino di Natale, vi consiglio anche questo libro. Disponibile sia in inglese (con le quantità in cups) che in francese (rilegato ed esteticamente più grazioso!), contiene una quantità esagerata di biscotti, brownies e altre piccole golosità con una varietà di consigli per il relativo confezionamento causa "regalino". Direi che è proprio perfetto in questo periodo, non trovate?  Ricercando biscotti per decorare l'albero di Natale sono finite proprio tra queste pagine e mi sono cimentata nella semplicissima ricetta dei "biscuits vitrés" (ebbene sì, io ho ceduto alla versione francese!). Ovviamente anche curiosando qua e là sul web trovate altre interessanti versioni e variazioni. La scelta delle caramelle la lascio a voi. Sbizzarritevi con la fantasia, scegliete i gusti che più vi aggradano, i colori che più renderanno allegro (o chic!) il vostro albero di Natale. E poi perchè limitarsi solo ad appenderli sull'albero. Sono perfetti anche come semplice pensierino oppure, con un pizzico di fantasia, troverete sicuramente un modo per decorare con queste meraviglie anche altri piccoli spazi della vostra casa. Sono davvero splendidi appesi con i loro nastrini natalizi, mentre la luce li attraversa e riempiono di colore queste giornate grigie e fredde. E poi perchè non azzardarsi ad usarli anche come originalissimi chiudipacco. Ovviamente andranno preparati e posizionati all'ultimo minuto, ma saranno sicuramente di grande effetto. Con queste dosi, a seconda dello stampo scelto, riuscirete ad ottenere una buona quantità di biscotti (dai 35 ai 60 a seconda delle dimensioni).
Vanno utilizzate le caramelle dure , traslucide e assolutamente di un'unico colore (non acquistate quindi quelle bicolore, il risultato non sarà per niente gradevole). Io ho optato per una tonalità che spazia dal giallo (limone), all'arancio (arancia) fino ad arrivare al rosa (lampone), giusto per rallegrare un po' l'atmosfera natalizia.

A chi regalarli: agli amanti delle decorazioni natalizie, quelli che riempiono casa con qualsiasi gadget studiato appositamente per un bianco Natale; a chi ama le decorazioni insolite; a chi ama le cose semplici e fatte in casa; a chi ancora si entusiasma come un bambino per l'arrivo del Natale; a chi adora le caramelle e il gusto semplice della vaniglia; a chi passa ore ed ore a decorare casa perchè vuole ogni anno qualcosa di diverso e originale per impressionare gli amici; a tutte le persone a cui volete bene, per regalare un pizzico di dolcezza; ai bimbi che sicuramente saranno felicissimi di poter aiutare nell'addobbo dell'albero di Natale dando il loro piccolo contributo.


373831_2696107970579_1492995765_33075077_2062970668_n

319104_2696112410690_1492995765_33075082_2051706542_n

320497_2696109810625_1492995765_33075078_958455776_n

383089_2696112090682_1492995765_33075081_507905004_n

380456_2696117490817_1492995765_33075089_1396286696_n

302148_2696113810725_1492995765_33075083_920191401_n

393397_2696115570769_1492995765_33075086_408889686_n

303052_2696111050656_1492995765_33075079_504483252_n

IMG_7996

Ingredienti:
280 gr di farina 00 setacciata
1/4 cucchiaino di sale fino
1/2 cucchiaino di lievito per dolci
115 gr di burro a temperatura ambiente, morbido
200 gr di zucchero semolato
1 uovo
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
200 gr circa di caramelle dure traslucide e colorate (non mischiate i colori!)

Preparazione
Setacciate farina, sale e lievito in una ciotola. Sbattete energicamente il burro e lo zucchero per almeno 3 minuti fino ad ottenere un composto spumoso e chiaro. Potete tranquillamente utilizzare anche un robot da cucina per aiutarvi in questa operazione. Incorporate l'uovo e continuate a sbattere nuovamente per un altro minuto, fino a quando non si sarà bene amalgamato con il resto degli ingredienti. Unite un cucchiaino di estratto di vaniglia (potete eventualmente sostituire con qualche semino di vaniglia). Aggiungete quindi la farina e mescolate bene fino a quando non otterrete un impasto compatto ed omogeneo. Formate una palla, avvolgetela nella pellicola per alimenti e ponetela a riposare in frigorifero per almeno 1 ora. Io vi consiglio di lasciarla riposare tutta la notte.
Preriscaldate il forno a 160°C. Stendete la pasta con circa 4-5 mm di spessore. Ritagliate le forme desiderate con una taglia biscotti. Ricavate poi il centro del biscotto con un ulteriore taglia biscotti, di dimensioni inferiore. Sarà necessario lasciare un certo bordo (almeno 3-5 mm) tra la finestrella e il bordo del biscotto. Con l'aiuto di una cannuccia praticate un foro, che vi servirà per il passaggio del nastrino non appena saranno pronti. Personalmente trovo molto più comodo e pratico, e notevolmente più gradevole esteticamente parlando, utilizzare la tecnica del foro praticato con la cannuccia, anzichè con il classico stuzzicadenti. Otterrete così un foro più grande e sarete agevolate nell'inserimento del nastro.
Una volta intagliati i biscotti, poneteli su una teglia, ricoperta di carta forno e posizionatela in frigorifero per circa 15 minuti. Nel frattempo frantumate le caramelle in pezzi molto piccoli. Fate cuocere i vostri biscotti per circa 6 minuti, toglieteli dal forno e distribuite nella finestrella un cucchiaino di caramelle sbriciolate, lasciando un lieve spazio tra i bordi. In cottura la caramella si distribuirà creando l'effetto vetro. Infornate nuovamente e proseguite con la cottura per altri 5-6 minuti o comunque fino a quando i biscotti non saranno lievemente dorati e la caramella non si sarà ormai sciolta. Non dovete proseguire con la cottura nel caso in cui la caramella iniziasse a formare delle bollicine. Qualora lo spazio della finestrella non fosse completamente ricoperto dalla caramella, durante la seconda fase di cottura potrete rimediare posizionando qualche altro pezzetto di caramella sulla zona interessata.
Non appena saranno ben cotti, sfornateli e lasciateli raffreddare completamente prima di toglierli dalla teglia. Staccateli con delicatezza dalla carta forno e conservateli in una scatola ermetica per mantenerne la fragranza.

25 novembre 2011

Gingerbread men - omini di pan di zenzero

296971_2648776507322_1492995765_33054338_296132149_n

391768_2648774707277_1492995765_33054334_1695550261_n

E' ufficiale, da oggi faccio ufficialmente partire il countdown al Natale! Manca un mese al grande giorno. Non sono mai stata una "fissata" con addobbi, decorazioni e altre cosette in stile natalizio, ma dall'anno scorso tutto è cambiato. Tutto ora ruota intorno a Lui, al mio piccolo principe; tutto deve essere necessariamente perfetto e completamente "Christmas style" per il mio bimbo. Voglio che si goda quando di più bello ci sia e l'atmosfera natalizia è una di quelle cose che ti scalda il cuore anche solo a pensarci. A questo proposito mi sono ripromessa di decorare l'albero con mille biscotti e per questa particolare ragione, quello che vi proporrò nei giorni che precederanno il Natale sarà una selezione dei "grandi classici". Mi pare doveroso partire con qualcosa di semplice e tradizionale, come gli omini di pan di zenzero, e poi ho sempre desiderato trovare l'occasione per farli. Li adoro, sono simpaticissimi e possono essere decorati in mille modi diversi. Tanto che ho deciso di farli e rifarli all'inverosimile e ne ho già regalati parecchi (mica potrò mangiarli tutti io!!). E poi sono deliziosi.
Ma voi li avete mai tuffati nella cioccolata?? No, perchè io inizio ad avere una certa dipendenza nata dal connubio tra zenzero e cioccolato. Insomma visto che i "gingerbread men" ormai sono diventati il mio must natalizio, eccovi la ricetta, semplice semplice e velocissima da preparare. Ho consultato diverse versioni prima di decidere quale seguire esattamente, ma alla fine la scelta è caduta su due diversi libri che proponevano preparazioni e quantità di ingredienti pressochè identici. Il primo è Divine Cupcakes, la ricetta tratta da esso era più che altro un'annotazione dedicata alle decorazioni, la seconda invece viene da un libro che sto assolutamente venerando, Mary Berry's Baking Bible. Per quanti riguarda il decoro mi sono affidata alla semplicità e al pochissimo tempo a disposizione, inoltre vi confesso che sono veramente alle prime armi e vi chiedo di perdonarmi se il risultato non è troppo grazioso. Ma poi alla fine, quando li addentate, chi ci pensa più? Per la preparazione della ghiaccia reale esistono molteplici versioni, fate un giretto nella rete e lo scoprirete. Io vi lascio quella più semplice, ma esiste anche un ottimo metodo di preparazione con la polvere di meringa. Io lo prediligo, ma vado molto ad occhio nelle dosi; inoltre sono anche più sicura, nel caso non riuscissi a trovare albumi pastorizzati!
(Che volete farci? Prudenze da mamma!!)

A chi regalarli: ovvio! Ai bambini!!! Anche a quelli un po' cresciuti (anche tanto!). A tutti coloro che aspettano con ansia che arrivi il Natale. Agli amanti di "Shrek" e dei cartoni animati in generale perchè sono simpaticissimi. Agli inguaribili amanti dello zenzero. A chi vuole un tenero biscotto da tuffare nella cioccolata calda avvolto nella sua copertina. A chi vuole un albero di Natale pieno di biscotti allegri e originali. A chi proprio non riesce a fare a meno di copiare quel buffo sorriso stampato su queste delizie :)


390105_2648777707352_1492995765_33054339_865719971_n

376001_2648778547373_1492995765_33054340_1947625045_n

311751_2648770547173_1492995765_33054327_705776591_n

307880_2648769307142_1492995765_33054326_1713396519_n

310154_2648773667251_1492995765_33054332_579569252_n

380124_2648768507122_1492995765_33054324_1558425712_n

389898_2648767707102_1492995765_33054322_1045125616_n

311920_2648771507197_1492995765_33054329_41642280_n

387968_2648772787229_1492995765_33054331_1174823527_n

321280_2648766347068_1492995765_33054320_823118838_n

Ingredienti:
115 gr di burro
175 gr di zucchero di canna Malawi BronSugar
4 cucchiai di sciroppo d'acero
340 gr di farina 00 Molino Chiavazza
1 cucchiaio abbondante di zenzero in polvere
1 cucchiaino di bicarbonato di sodio
1 uovo
Per la decorazione:
2 albumi pastorizzati
400 gr circa di zucchero a velo

Preparazione
In un pentolino fate sciogliere a fuoco basso lo zucchero, lo sciroppo d'acero e il burro fino a che non saranno ben sciolti ed amalgamati. Togliete dal fuoco e lasciate raffreddare. Setacciate la farina con lo zenzero e il bicarbonato e ponete il tutto in una ciotola. Aggiungete quindi un uovo sbattuto e il mix di burro, sciroppo e zucchero. Amalgamate bene il tutto fino a quando non otterrete un panetto morbido ed omogeneo. Formate quindi una palla e ponetela a riposare in frigorifero almeno per un'ora, o ancora meglio se per un'intera notte. Dovrà essere ben compatto.
Preriscaldate il forno a 180°C e ricoprite delle teglie con carta forno. Iniziate a stendere l'impasto su un piano ben infarinato fino ad ottenere 1/2 cm di spessore. Ricavate con un tagliabiscotti gli omini e trasferiteli delicatamente sulla teglia. Fate quindi cuocere per circa 10 minuti, o fino a completa doratura. Una volta sfornati fate raffreddare prima di decorarli con la ghiaccia reale. Per la preparazione di quest'ultima dovrete andare un po' ad occhio per ottenere una ghiaccia della consistenza giusta e non troppo liquida. Montate gli albumi con uno sbattitore e aggiungete lentamente lo zucchero a velo (meglio se setacciato). Continuate a sbattere fino ad ottenere la consistenza desiderata, qualora fosse troppo liquida aggiungete altro zucchero. Non è necessario montare a lungo, otterrete presto una meravigliosa ghiaccia per le vostre decorazioni. Decorate i biscotti, ormai ben freddi, con l'aiuto di una sac à poche munita di bocchetta con foro piccolo. Lasciate riposare per una intera notte affinchè la ghiaccia si solidifichi alla perfezione.

23 novembre 2011

Crepes al cioccolato e pere

tanadelconiglio 389

tanadelconiglio 379

L'accoppiata pere + cioccolato è sinonimo di successo e bontà da tempo immemore. Io personalmente adoro qualsiasi cosa con il cioccolato ed è per questo che non ho resistito a lungo. Ho passato un intero pomeriggio a sognare su questa meraviglia di libro "Crêpes" di Martine Lizambard e credo di voler sperimentare grosso modo tutte le ricette in esso contenuto. La preparazione delle crepes è quanto di più semplice e soddisfacente ci sia per quanto mi riguarda. Credo sia una delle prime ricette che ho imparato a realizzare da bambina.  Ricordo ancora la piena soddisfazione nel prepararle. All'epoca mi sentivo grandiosa nel prepararle per le amiche e compagne di scuola. Poi man mano, con gli anni, ho imparato qualche piccolo segreto per non avere la pastella troppo liquida o troppo densa o per non ottenere una crepes dalla consistenza gommosa o troppo burrosa.
Insomma la mia prima ricettina (presa rigorosamente dal ricettario del "dolce forno"!!!) è stata modificata negli anni e l'ho fatta mia (ve la ricordate? la trovate qui!). Quando ho visto le infinite variazioni dolci e salate di questo libro mi è ritornata di colpo la passione per le tanto amate crepes. Per questa volta vado sul "classico", pere e cioccolato, con qualche piccola modifica rispetto all'originale. Non avevo ancora provato una pastella a base di cacao e cioccolato fuso, pensavo potesse essere un po' stopposa e invece niente di tutto ciò. Il primo morso è paradisiaco, il secondo vi lascia in uno stato di trance e, inavvertitamente, vi ritrovate con il piatto pulito, pronti per la crepe successiva!
Siete pronti? Eccovi le quantità per 8 deliziose e morbide crepes. Piccola nota per il cacao.. io ho utilizzato il cacao zuccherato, ma potete optare anche per del cacao amaro, con l'aggiunta di circa 20 gr di zucchero.


tanadelconiglio 414

tanadelconiglio 409

tanadelconiglio 403

tanadelconiglio 394

tanadelconiglio 393

tanadelconiglio 391

tanadelconiglio 387

tanadelconiglio 386

tanadelconiglio 385

tanadelconiglio 382

tanadelconiglio 378

tanadelconiglio 376

tanadelconiglio 374


Ingredienti:
4 pere
1 limone
40 gr di burro
40 gr di zucchero
gocce di cioccolato
Per la pastella:
2 uova
350 ml di latte
30 gr di burro
150 gr di farina
40 gr di cioccolato al 70%
2 cucchiai di cacao in polvere zuccherato
1 pizzico di sale
noce di burro per la padella

Preparazione
Fate fondere a bagnomaria il cioccolato fondente e il burro fino ad ottenere una crema liscia e omogenea. Lasciate raffreddare. In una ciotola setacciate farina e cacao, aggiungete un pizzico di sale e le uova lievemente sbattute con un po' di latte. Iniziate ad amalgamare il composto, mescolando bene per evitare la formazione di grumi. Aggiungete man mano il restante latte. Alla fine versate il cioccolato fuso e mescolate energicamente per incorporarlo bene al composto. Lasciate riposare a temperatura ambiente per 1 ora circa.
Trascorso il tempo di riposo, fate fondere una noce di burro in una padella antiaderente di piccole dimensioni. Asciugate il burro in eccesso con un po' di carta assorbente. Non appena la padella sarà ben calda versate un mestolo di impasto. Qualora la pastella fosse troppo densa potete anche allungarla con qualche cucchiaio di latte. Quando il primo lato comincia a rapprendersi girate la crepe. Cospargete quindi il lato ormai cotto con gocce di cioccolato e ultimate la cottura. Ponete quindi il tutto su un piatto da portata e proseguite con la cottura delle altre crepes. Via via che saranno pronte tenetele in caldo e preparate la farcitura. Sbucciate le pere, eliminate semini e il torsolo. Tagliatele a fettine, irroratele con del succo di limone in modo che non si anneriscano. In una padella antiaderente fate fondere il burro e quando inizia a spumeggiare tuffateci le fettine di pera. Cospargete con lo zucchero e continuate a cuocere fino a quando non saranno lievemente caramellate. Farcite quindi le crepes con le pere e un po' di sciroppo di cottura.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...