23 giugno 2012

Bicchierini cremosi allo yogurt, caffè e cioccolato bianco

IMG_0392

IMG_0382

Pensavate di esservi liberati di me? E invece sono ancora qui! Non me la sono sentita di chiudere del tutto la cucina questa settimana e, nonostante il caldo torrido, mi sono auto costretta a cucinare giusto due o tre cosine semplici, semplici! Questo per quanto riguarda i pasti di tutti i giorni... poi ho pensato al mio piccolo blog, al fatto che per più di 15 giorni non avrei potuto scrivere e commentare e così stamattina mi sono messa d'impegno e, complice la fase "svuota frigo" pre-vacanza, eccomi con un super barattolo di yogurt bianco cremosissimo e tanta voglia di un dolce fresco che funzionasse un po' come un tiramisù. Da qui è partita l'idea di un bel abbinamento con il caffè, meglio se Creamy Caramel, con tutto il profumo intenso ed inebriante del caramello!! E poi per peccare per bene aggiungiamo un tocco dolce e cremoso di cioccolato bianco. Siete pronti ad affondare il cucchiaio? Io sì, e lo dimostra il fatto che mi sono già gustata due porzioni di questa cremina. Perfettamente rinfrescante con questo caldo e deliziosamente energizzante, per tirarci un po' su! Il che va più che bene dal momento che la preparazione delle valigie è alquanto snervante quest'anno.. Mi consolo però pensando al conto alla rovescia.. ancora pochissimi giorni e via, solo l'idea del viaggio mi rigenera! Prometto che cercherò di restare costantemente aggiornata su blog e vari social network, connessione internet permettendo. In più tenterò di regalarvi ogni tanto qualche piccolo scorcio della mia vacanza. No, non vi farò itinerari gastronomici da super vip, non è il mio genere. Vado in vacanza per rilassarmi e godermi la mia famiglia, per staccare da tutto e da tutti, ma raccoglierò nei miei scatti qualche bel momento e/o luogo incantevole per voi!
Ora scappo, ho ancora una valigia da finire, la più difficile, la mia.. quella che non si chiude mai perchè è sempre strapiena, quella che, anche all'ultimo minuto, deve essere sempre riaperta perchè mi sono dimenticata qualcosa che in una straordinaria occasione potrebbe servire. Sì, lo ammetto, sono una che si porta appresso la casa, soprattutto da quando c'è il bimbo.. e ogni anno mi riprometto che l'anno successivo farò del mio meglio per partire solo con uno zaino! Niente da fare, non ci riesco mai!! Ora devo solo cercare un piccolo spazio in valigia per i 5 romanzi che ho deciso di leggere sotto l'ombrellone...
Ci rivediamo fra 15 giorni!
Un abbraccio grandissimo

Ah quasi dimenticavo.. questo mese mi trovate su Sale & Pepe, nel numero di Luglio, nella sezione dedicata al mondo dei foodblogger!! Una piccola grande soddisfazione per me che seguo sempre la rivista!

IMG_0391

IMG_0399

IMG_0384

IMG_0374

IMG_0398

Ingredienti:
500 gr di yogurt bianco cremoso
1 cucchiaino di Misura Stevia (o 3 cucchiaini di zucchero semolato)
1 tazzina di caffè Creamy Caramel Tea And Coffee House
7 gr di gelatina in fogli
50 gr di cioccolato bianco

Preparazione
Mettete la gelatina in fogli a bagno in acqua fredda per almeno 5 minuti. Nel frattempo preparate il caffè. Togliete i fogli di gelatina dall'acqua, strizzateli per bene e disponeteli all'interno di una ciotola. Versateci sopra il caffè ancora bollente e mescolate bene affinchè tutta la gelatina si sia ben sciolta. Fate sciogliere a bagnomaria il cioccolato bianco e lasciatelo intiepidire mescolando di tanto in tanto. Aggiungete al caffè lo yogurt, la Stevia (o lo zucchero semolato) e il cioccolato bianco. Mescolate con cura fino ad ottenere un composto omogeneo. Travasatelo in vasetti o in stampini (perfetti quelli da budino). Lasciate raffreddare completamente e poneteli in frigorifero per almeno 2 ore.

19 giugno 2012

Orata agli agrumi

IMG_0331

IMG_0365

Probabilmente questo sarà il mio ultimo post del mese, o il penultimo, ancora non ho ben deciso. L'unica cosa di cui sono super sicura è che ho una smania infinita di vacanze, mare e relax. Ecco quindi che la stanchezza ha preso il sopravvento e mi sta facendo diventare un po' incostante anche con il blog! Sì, lo ammetto questa settimana non ho proprio più voglia di cucinare, il caldo si fa sentire e, sinceramente, ho solo tantissima voglia di stare a godermi questo bel sole con il mio cucciolo!
Ecco perchè mi sono letteralmente sacrificata qualche giorno fa e ho sfornato per voi, nonostante l'afa e i 32°C, questa deliziosa orata agli agrumi. Avevo addocchiato una versione simile forse su Pinterest o su qualche rivista e mi era piaciuta subito l'idea. La carne resta tenerissima, molto saporita e profumatissima, conservando però tutto la delicatezza e l'essenza del mare. Ovviamente poi c'è il timo a volontà e un po' di pepe rosa che regala quel tocco speziato! Insomma me ne sono proprio innamorata, tanto che ho deciso di riproporla anche per una cena che avrò di recente.
Quando acquisto pesce fresco in gran quantità riesco sempre a congelarne una piccola parte per le occasioni speciali. Ecco perchè questa volta mi sono lasciata aiutare dalla mia macchina per il sottovuoto FoodSaver (qui il sito web e qui la pagina FB). Mi è bastato pulire ed eviscerare le orate e riporre già all'interno qualche fetta di limone e di arancia, in modo che potessero assumerne tutto il profumo e le note agrumate, e metterle sottovuoto. Al momento opportuno mi basterà scongelarle (direttamente nel sacchetto FoodSaver) e prepararle come è riportato di seguito. Più comodo di così!
Ora torno alla mia grande missione della settimana: lavare, stirare e decidere tutto quello che andrà in valigia! Io continuerò a seguirvi, con molta probabilità, anche dal mare (connessione permettendo!). In ogni caso tornerò fra qualche giorno per un saluto veloce.. per il momento vi lascio con questa orata ricca e profumata con tutti i colori del sole da gustare con un ottimo vino bianco proveniente dalla Georgia, il Kakhetian noble white! Perfetto per questo piatto con il suo profumo di fiori e frutta fresca!

IMG_0293IMG_0297

IMG_0303

IMG_0304IMG_0308

IMG_0314

IMG_0324

IMG_0340

IMG_0333

IMG_0338IMG_0339

Ingredienti
Orata
Limoni non trattati
Arance non trattate
Fleur de sel
Pepe rosa
Timo
1 bicchiere di vino bianco (Kakhetian Noble White)
Olio extravergine di oliva

Preparazione
Affettate arance e limoni. Pulite ed eviscerate l'orata. All'interno ponete qualche grano di pepe rosa e un po' di fleur de sel. Aggiungete qualche fettina di arancia e di limone. Ricoprite la parte superiore dell'orata con le fette degli agrumi, alternandole e fissandole con dello spago da cucina. Ponetela in una teglia, aggiungete un filo d'olio. Unite qualche rametto di timo fresco e spruzzate con del vino bianco. Aggiungete un po' di fleur de sel, qualche grano di pepe rosa ed infornate a 220°C per circa 20 minuti.

15 giugno 2012

Trenette al pesto di zucchine e mandorle

IMG_0281

IMG_0217

Adoro il pesto, ne divorerei kg e kg senza mai stancarmi. Ma quello che più mi piace di questa salsa è la sua completa versatilità in cucina e le mille varianti che ne scaturiscono. Ultimamente non passa giorno che, sfogliando libri e riviste, non mi accorga delle infinite possibilità di questa crema sfiziosa. Una delle ultime che mi ero riproposta era proprio simile a questa. Scovato, come sempre, sul fidato "Il cucchiaio d'argento", ho apportato giusto quelle due o tre varianti sostanziali che lo hanno lievemente stravolto, ma che non lo hanno sminuito nè in originalità, nè tantomeno in sapore! Forse è una delle versioni che preferisco, e ne ho ancora tantissime altre segnate in agenda da provare e che sicuramente a breve vi proporrò. Perchè alla fine il pesto è un condimento rapido, gustoso e super fresco. Adatto sia a piatti caldi, sia a quelli freddi (questa, per esempio, l'avete mai provata? Io ne vado matta!). Non necessita di lunghi tempi di cottura, quindi è semplicemente perfetto in estate! Se poi, come me, avete un basilico che potrebbe sminuire la foresta amazzonica siete sulla buona strada!
Questo pesto poi ha una freschezza particolare grazie alle foglie di menta, una cremosità unica, grazie alle zucchine, e un geniale croccantezza, grazie alle mandorle!
Con queste quantità otterrete un pesto per circa 4 persone. I tempi di conservazione ovviamente sono differenti da quelli del classico pesto, proprio perchè contiene le zucchine. Il giorno successivo è comunque ancora ottimo da gustare... se proprio ve ne dovesse avanzare ;)

IMG_0284

IMG_0276

IMG_0232

IMG_0270

IMG_0258

IMG_0263

IMG_0247

Ingredienti:
2 zucchine grandi (circa 450 gr)
basilico fresco (almeno 20-30 foglie)
olio extravergine di oliva
50 gr di mandorle (potete utilizzare ugualmente le mandorle a lamelle)
20 gr di mandorle a lamelle
10 foglie di menta
1 spicchio di aglio
1 cucchiaino di sale
70 gr di Parmigiano Reggiano
320 gr di trenette
pepe

Preparazione
Per prima cosa lavate le zucchine, tagliatele in due per la lunghezza ed eliminate la maggior parte della parte bianca. Tagliatele a pezzetti e fate cuocere in abbondante acqua bollente fino a quando non saranno morbide. Scolatele e lasciatele raffreddare.
In un mixer unite il basilico, le zucchine fredde, 50 gr di mandorle, le foglie di menta, lo spicchio di aglio, il sale e il parmigiano. Aggiungete l'olio a filo e iniziate a frullare fino a quando non otterrete un composto liscio, cremoso ed omogeneo. Aggiungete olio quanto basta per ottenere una salsa della consistenza giusta, non troppo liquida.
In una padella fate saltare per qualche minuto, a fiamma moderata, le lamelle di mandorle, fino a quando non saranno ben dorate e croccanti. Toglietele dal fuoco e tenetele da parte per la decorazione finale.
Fate cuocere le trenette in abbondante acqua salata e scolatele lievemente al dente. Fatele quindi saltare per pochi minuti con il pesto di zucchine e menta. Completate con le mandorle a lamelle e servite con una spolverata di pepe a piacere.

14 giugno 2012

Torta rovesciata all'ananas

IMG_0129

IMG_0126

Non potete immaginare quanto ci ho messo a trovare una ricetta per realizzare questa torta. Ho sfogliato libri e libri, vecchi e nuovi, cercato disperatamente sul web e consultato tutte le applicazioni di cucina del mio Iphone. Alla fine ne ho trovata una e l'ho semi-stravolta completamente per ottenere questo gran bel risultato. Eccola finalmente! La volevo proprio così! Nonostante si tratti di una "torta rovesciata" non mi sento affatto di definirla una "Tarte Tatin" all'ananas, proprio perchè qui di pasta brisée, sfoglia o sucrée non ce n'è nemmeno l'ombra. In realtà è una vera e propria torta, di quelle soffici e leggere, con in più tutto il gusto dell'ananas!
Potete optare per un ananas fresco oppure per quello in scatola, che sia però di buona qualità. In quest'ultimo caso è preferibile utilizzare quello confezionato con il suo succo naturale e non quello sciroppato. Io l'ho reperito con facilità all'Esselunga, vicina a casa, che lo propone nelle due varianti e, devo ammettere, è davvero molto gustoso rispetto a tanti altri.
Queste dosi sono perfette per una tortiera da 24 cm di diametro. Se la desiderate più alta e soffice raddoppiate le quantità per la preparazione dell'impasto.
Una nota importante per quanto riguarda l'utilizzo della tortiera. Dal momento che si tratta di una torta rovesciata e, come tale, durante la cottura, l'ananas dovrà caramellarsi con burro e zucchero posto sul fondo della tortiera, il mio consiglio è di porla sopra un foglio di carta stagnola o su una teglia rettangolare abbastanza ampia. Durante la cottura infatti è possibile che un po' di caramello tenda a fuoriuscire, soprattutto se utilizzate una tortiera apribile (cosa che vi consiglio di fare per comodità!). Questo piccolo accorgimento vi aiuterà a mantenere il forno pulito ed evitare che il caramello colato bruci creando spiacevoli odori in cucina.
Penso di avervi detto tutto.. non mi resta che lasciarvi con questa delizia...

IMG_0145

IMG_0130

IMG_0190

IMG_0170

IMG_0179

IMG_0147

IMG_0210

IMG_0193

IMG_0208

Ingredienti:
100 gr di burro
50 gr di zucchero di canna Mauritius Muscovado BronSugar
Fette di ananas (fresco o in scatola, non sciroppato)
75 gr di zucchero semolato
1 uovo
125 gr di farina
35 ml di latte
25 ml di succo di ananas (sostituibile con latte)
1 cucchiaio di lievito per dolci

Preparazione
Preriscaldate il forno a 180°C.
In una ciotolina sbattete 50 gr di burro morbido con lo zucchero di canna fino ad ottenere una morbida spuma omogenea. Versatela sul fondo della tortiera e cospargetela anche sui bordi. Disponete quindi le fette di ananas sul fondo senza schiacciare.
In una ciotola sbattete il restante burro con lo zucchero semolato fino ad ottenere una spuma. Aggiungete l'uovo e mescolate fino a che non sarà ben incorporato. Incorporate la farina ben setacciata, il lievito, il latte e il succo di ananas.
Versate l'impasto nella tortiera, sopra l'ananas, livellandolo con delicatezza. Infornate per circa 30 minuti. Controllate con uno stuzzicadenti il livello di cottura. Dovrà fuoriuscirne ben pulito. Lasciate raffreddare la torta nello stampo. Per staccarla, soprattutto nella parte inferiore vi basterà inserire tra la torta e lo stampo la lama di un coltello.
Servitela con della crema inglese o del gelato alla vaniglia, oppure con dei ribes freschi.

11 giugno 2012

Pollo alle erbe di Provenza e peperoni caramellati all'aceto di pomodoro

IMG_0118

IMG_0101

Ebbene sì oggi ben due ricette! Stavano così bene insieme che non me la sono sentita di fare due post separati. Uno completa l'altro e regalano profumi e sapori incredibili.
Il pollo è stato un mini esperimento di questa ultima settimana, fatto per non gustarsi il classico e triste petto di pollo alla griglia. Eh sì, la prova costume si avvicina per tutti inesorabile, anche per me, che sono contraria a qualsiasi tipo di dieta. Però mangiare sano, leggero e con gusto è indispensabile! Quindi ecco un'idea alternativa al solito pollo! E' facile e veloce, senza troppe pretese. Una piccola nota per quanto riguarda le erbe di Provenza. Io ho avuto la fortuna di riuscire a reperirle quest'inverno alla Fiera dell'artigiano a Milano, direttamente da un fornitissimo venditore di spezie, e come al solito ne ho fatto una buona scorta. Già essiccate mantengono tutto il profumo e sono pronte all'uso. Qualora non vi sia possibile reperire un preparato di questo tipo, potete optare per un mix di erbe aromatiche provenienti dal vostro giardino (o balcone, nel mio caso!). Ecco un elenco di erbe di Provenza: timo, rosmarino, basilico, finocchio, salvia, maggiorana, menta, origano e santoreggia. Potete utilizzarle tutte o solo alcune in proporzione variabile, a seconda dei gusti. Vi basterà tritarle finemente.
Il contorno, invece, a base di peperoni è un classico della mia mamma. E si sa, i piatti della mamma, sono sempre i migliori. Lei solitamente utilizza l'aceto balsamico, io ho voluto sostituirlo con l'aceto di pomodoro, che utilizzo sempre più spesso, e non solo sulle insalate. Il gusto è sicuramente più delicato, ma impeccabile anche per una ricetta come questa. C'è chi addirittura lo prepara con il classico aceto di mele, a voi la scelta. Io che i peperoni li adoro non perdo occasione per prepararli. 

IMG_0065

IMG_0073IMG_0076

IMG_0086

IMG_0108

IMG_0111

IMG_0110

IMG_0098

IMG_0106

Pollo alle erbe di Provenza

Ingredienti:
Petto di pollo
2/3 cucchiai di erbe di Provenza
fleur de sel q.b.
olio extravergine di oliva
3 cucchiai di yogurt bianco (o panna, se volete evitare i gusto lievemente acidulo)
1 mestolino di brodo vegetale

Preparazione
In un piatto capiente versate lo yogurt e passateci il petto di pollo fino a coprirlo abbondantemente. Potete optare anche per la panna, più ricca e più dolce. Cospargete quindi con il mix di erbe di Provenza, fresche o essiccate, su entrambi i lati. Aggiungete un pizzico di fleur de sel. Lasciate riposare in frigorifero, quasi fosse una sorta di marinatura per circa 30 minuti. 
Fate scaldare un filo di olio in una padella antiaderente e quando sarà ben calda adagiatevi il petto di pollo. Fate rosolare per un paio di minuti e proseguite la cottura sull'altro lato. Rigirate nuovamente e spruzzate con poco brodo vegetale. Continuate la cottura per altri 4-5 minuti, fino a quando sarà ben cotto. Il brodo vegetale farà in modo che il vostro pollo non risulti troppo stopposo e gli conferirà un bel colore dorato.


Peperoni caramellati all'aceto di pomodoro

Ingredienti:
1 peperone rosso
1 peperone giallo
Qualche cucchiaio di aceto di pomodoro Mutti
olio extravergine di oliva
1 spicchio di aglio
sale q.b.
1 pizzico di peperoncino

Preparazione
Lavate i peperoni, eliminate i semi e i filamenti interni e tagliateli a filetti non troppo sottili. In una padella capiente, meglio se antiaderente, fate scaldare qualche cucchiaio di olio extravergine di oliva con uno spicchio di aglio. Non appena sarà ben caldo tuffateci i peperoni. Fateli rosolare per 5-6 minuti, rigirandoli spesso, a fiamma moderata. Aggiungete quindi mezzo bicchiere di acqua tiepida, mescolate. Spolverizzate quindi con un paio di cucchiai di zucchero di canna, mescolate e lasciatevi caramellare i peperoni. Aggiungete ancora un po' d'acqua qualora fosse già completamente evaporata! Proseguite con la cottura per altri 5-6 minuti. Non appena l'acqua sarà evaporata aggiungete qualche cucchiaio di aceto di pomodoro, due o tre dovrebbero bastare, ovviamente le quantità variano a seconda del numero di peperoni. Aggiustate di sale, aggiungete un pizzico di peperoncino ed eliminate lo spicchio di aglio. Aggiungete ancora poca acqua e continuate a cuocere fino a quando non saranno morbidi. Servite ancora caldi o lievemente tiepidi.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...