21 febbraio 2010

Orata al cartoccio con porri

Questa è la primissima ricetta dedicata al pesce che inserisco nel mio blog. A distanza di mesi dalla sua nascita mi sono resa, tristemente, conto che non ho mai dato spazio a ciò che più amo follemente mangiare! In questi mesi mi sono concentrata su primi, arrosti e dolci vari e, qualche giorno fa, mentre sistemavo l'indice la dura verità è venuta a galla: niente pesce??? Dovevo rimediare! Una splendida orata da una parte e mille diverse idee dall'altra (la scelta è caduta poi sulla rivista "La cucina italiana") e mi sono messa al lavoro. In realtà cucinare il pesce per me è davvero troppo semplice, visto che fino a pochissimo tempo fa non mangiavo altro! Non sono mai stata un'amante sfrenata della carne (poi la Francia mi ha cambiato la vita e i gusti culinari, ma quello è un altro discorso!!) e quindi sono sempre stata un'attenta ed esigente consumatrice di pesce! Qui è d'obbligo la promessa solenne di rimediare a questa mia mancanza, cercando di inserire quante più ricette possibili di pesce quest'anno! Nel frattempo godetevi questa delicatissima e favolosa orata che, purtroppo, è finita in un nano secondo!! Gli ingredienti sono per 4 persone.
Ingredienti
1 orata di circa 1,2 Kg
600 gr di porri
15 gr di capperi sotto sale
4 pomodori
prezzemolo
1 o 2 limoni
olio extravergine di oliva
sale
pepe nero in grani
vino bianco


Preparazione
Spuntate i porri, tagliateli a rondelle, lavateli e poneteli in una casseruola coprendoli per 2/3 di acqua. Aggiungete un pizzico di sale, 6 cucchiai di olio di oliva e i capperi, dissalati e ben tritati. Coprite e fate cuocere a fuoco medio per 15-20 minuti finchè quasi tutto il liquido non sarà asciugato. Nel frattempo pulite l'orata (io per comodità acquisto pesce sempre già pulito ed eviscerato). Squamatela, lavatela e asciugatela con cura. Tagliate a fettine un limone succoso e disponetele all'interno del taglio dell'orata con un ciuffo di prezzemolo. In una teglia, abbastanza grande da contenerla tutta, posizionate della carta forno per creare il cartoccio (abbondate pure con le dimensioni poichè il cartoccio deve essere facilmente richiudibile). Adagiatevi poi metà del porri stufati e l'orata. Spruzzatela con del vino bianco. Tagliate eventualmente un altro limone (facoltativo) e adagiatelo nel cartoccio. Disponete i porri rimasti sul pesce e i pezzetti di pomodoro che avrete precedentemente lavato e tagliato a cubetti (privati dei semini). Salate, pepate e decoratela con del prezzemolo tritato. Chiudete il cartoccio come fosse una caramella e disponete la teglia in forno già caldo a 180°C per 35 minuti circa . Una volta sfornata aprite il cartoccio e servite calda.

8 commenti:

  1. Ma bella Oratona bella cicciona..
    davvero invitante e m'immagino già il profumino che emanava.. bacio

    RispondiElimina
  2. Buonissimo e le tue fotografie sono veramente belle;L'orata la faccio molto spesso ma nn così appetitosa.Brava!

    RispondiElimina
  3. L'orata al cartoccio è buonissima! La preparo spesso anche io ma seguendo un'altra ricetta, mi intriga scoprirne nuove combinazioni, quindi, davvero volentieri, penso di provare la tua ricetta. Grazie per lo spunto. Bravissima! A presto. Deborah

    RispondiElimina
  4. io adoro l'orata!! è uno dei pochi pesci che mangio!

    RispondiElimina
  5. ricetta semplice e gustosa, come piace a me, complimenti!

    RispondiElimina
  6. oggi tutti a porri! Buonissima l'orata al cartoccio!

    RispondiElimina
  7. buonissima, le foto rendono davvero bene! mi sembra di sentirne il profumo... i pomodorini rilasciano tutto il loro sapore e aggiungono al pesce quel plus giusto per dargli la definizione di "semplicemente divino"

    anche io non pubblico mai piatti che sono solita mangiare, ma sai perché??? perché non mi riesce di fotografarli bene! :(

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...