Food+photography blog. Raccolta di ricette e appunti di cucina.

Pages

Search This Blog


Le Mummie Brownies sono un dolcetto paurosamente buono! Se siete alla ricerca di un'idea dell'ultimo minuto per festeggiare questa insolita ricorrenza di Halloween, non propriamente italiana, questi brownies faranno al caso vostro. Si preparano in pochi minuti e sono facilissimi anche da decorare per ottenere comunque un effetto divertente e terrificante al tempo stesso.
La ricetta non necessita di grandi spiegazioni. Potete preparare il dolce in un'unica grande teglia e poi ritagliare i brownies nella forma che preferite (tonda o quadrata poco importa) oppure optare per uno stampo da muffin. Il risultato sarà ancora più veloce (anche per quanto riguarda i tempi di cottura).
Non dimenticate di dare un'occhiata anche a tutte le altre ricette per Halloween per trovare nuovi spunti ed idee per fare "dolcetto o scherzetto"
Ora non mi resta che augurarvi buon Halloween!!



Ingredienti
Per i Brownies:
200 gr di cioccolato fondente
250 gr di burro
4 uova
40 gr di cacao amaro
200 gr di farina
200 gr di zucchero di canna
Per decorare:
100 g circa di cioccolato bianco
confetti di cioccolato
cioccolato fondente extra 

Preparazione
In un pentolino fate scaldare a fiamma dolce il burro e non appena inizierà a fondere aggiungete il cioccolato tritato. Mescolate fino ad ottenere una crema liscia ed omogenea, Togliete dal fuoco e fate raffreddare completamente.
Trasferite il tutto in una ciotola capiente, unitevi le uova e mescolate fino a quando non saranno perfettamente incorporate. Aggiungete al composto anche lo zucchero e il cacao, la farina e il lievito. Mescolate per ottenere un impasto liscio e privo di grumi.
Imburrate lievemente una teglia quadrata di 23 cm, foderatela interamente con carta forno e versateci il composto livellandone la superficie. Fate cuocere in forno già caldo a 180°C per 40-45 minuti circa. Il dolce dovrà risultare cotto, ma con l'interno ancora lievemente umido. Tenetelo quindi d'occhio durante gli ultimi 10 minuti di cottura. Sfornate e lasciate raffreddare. Toglietelo con delicatezza dalla teglia e tagliatelo con un coppapasta tondo oppure a quadrotti.
Lasciate raffreddare e nel frattempo fate fondere il cioccolato bianco.
Distribuitelo sulla superficie del brownies per creare l'effetto "bende" tipico delle mummie. 
Per creare gli occhietti potete utilizzare dei confetti di cioccolato su cui disegnerete le pupille con poco cioccolato fondente. Applicate gli occhietti su ogni mummia utilizzando il cioccolato fuso avanzato e lasciate solidificare bene prima di gustare.


Mummie Brownies


Le Mummie Brownies sono un dolcetto paurosamente buono! Se siete alla ricerca di un'idea dell'ultimo minuto per festeggiare questa insolita ricorrenza di Halloween, non propriamente italiana, questi brownies faranno al caso vostro. Si preparano in pochi minuti e sono facilissimi anche da decorare per ottenere comunque un effetto divertente e terrificante al tempo stesso.
La ricetta non necessita di grandi spiegazioni. Potete preparare il dolce in un'unica grande teglia e poi ritagliare i brownies nella forma che preferite (tonda o quadrata poco importa) oppure optare per uno stampo da muffin. Il risultato sarà ancora più veloce (anche per quanto riguarda i tempi di cottura).
Non dimenticate di dare un'occhiata anche a tutte le altre ricette per Halloween per trovare nuovi spunti ed idee per fare "dolcetto o scherzetto"
Ora non mi resta che augurarvi buon Halloween!!



Ingredienti
Per i Brownies:
200 gr di cioccolato fondente
250 gr di burro
4 uova
40 gr di cacao amaro
200 gr di farina
200 gr di zucchero di canna
Per decorare:
100 g circa di cioccolato bianco
confetti di cioccolato
cioccolato fondente extra 

Preparazione
In un pentolino fate scaldare a fiamma dolce il burro e non appena inizierà a fondere aggiungete il cioccolato tritato. Mescolate fino ad ottenere una crema liscia ed omogenea, Togliete dal fuoco e fate raffreddare completamente.
Trasferite il tutto in una ciotola capiente, unitevi le uova e mescolate fino a quando non saranno perfettamente incorporate. Aggiungete al composto anche lo zucchero e il cacao, la farina e il lievito. Mescolate per ottenere un impasto liscio e privo di grumi.
Imburrate lievemente una teglia quadrata di 23 cm, foderatela interamente con carta forno e versateci il composto livellandone la superficie. Fate cuocere in forno già caldo a 180°C per 40-45 minuti circa. Il dolce dovrà risultare cotto, ma con l'interno ancora lievemente umido. Tenetelo quindi d'occhio durante gli ultimi 10 minuti di cottura. Sfornate e lasciate raffreddare. Toglietelo con delicatezza dalla teglia e tagliatelo con un coppapasta tondo oppure a quadrotti.
Lasciate raffreddare e nel frattempo fate fondere il cioccolato bianco.
Distribuitelo sulla superficie del brownies per creare l'effetto "bende" tipico delle mummie. 
Per creare gli occhietti potete utilizzare dei confetti di cioccolato su cui disegnerete le pupille con poco cioccolato fondente. Applicate gli occhietti su ogni mummia utilizzando il cioccolato fuso avanzato e lasciate solidificare bene prima di gustare.



Realizzare i Frollini Fantasmini è davvero semplicissimo. Anche per Halloween quest'anno ho voluto puntare sulla semplicità, evitando dolci troppo elaborati. Mi piaceva moltissimo l'idea di creare un biscotto, non troppo dolce o decorato con glasse colorate, che fosse perfetto in qualsiasi momento della giornata, ma soprattutto che potesse essere facilmente adattabile alle esigenze di tutti. Ad esempio qui trovate una ricetta per la frolla senza glutine, perfetta per i celiaci.
Tutto quello che dovete fare è riuscire a scovare è uno stampino per biscotti a forma di mano, o di tulipano, e mettere sottosopra il risultato. Nelle mie IG Stories troverete un veloce esempio di come ho realizzato questi frollini in maniera molto semplice. Se, invece, non avete a disposizione un tagliabiscotti di questo tipo potete fare un disegno delle manine dei vostri piccoli per dare nuova forma e originalità ai vostri frollini.


Ingredienti
400 g di farina 00
1 uovo
200 g di burro morbido
200 g di zucchero di canna
bacca di vaniglia
zucchero a velo di canna per decorare

Preparazione
Sbattete energicamente il burro morbido con lo zucchero fino ad ottenere una crema, aggiungete i semini prelevati dalla bacca di vaniglia e mescolate ancora per pochi istanti. E' molto importante non lavorare troppo a lungo l'impasto in modo che non si rompa durante la cottura.
Unite l'uovo lievemente sbattuto e incorporatelo alla perfezione. Aggiungete la farina, tutta in una volta e mescolate lentamente fino a che non otterrete un impasto omogeneo, ma lievemente "sbricioloso". Potrete effettuare queste operazioni a mano, con l'utilizzo di una planetaria o di un mixer.
A questo punto formate un palla con l'impasto. Avvolgetelo nella pellicola trasparente e ponetelo a riposare in frigorifero per almeno 1 ora.
Una volta trascorso il tempo di riposo, stendete l'impasto su un piano lievemente infarinato (qualora fosse troppo duro, rilavoratelo velocemente!). Intagliate i vostri biscotti e, con l'aiuto di una spatola di metallo, trasferiteli su una teglia foderata con carta forno.
Per realizzare facilmente la forma di fantasma potete utilizzare un tagliabiscotti a forma di mano.
Praticate gli occhi e la bocca con uno stecchino o utilizzare delle bocchette da pasticcere.
Ponete i biscotti in frigorifero per un'altra mezz'ora. Nel frattempo preriscaldate il forno a 170°C circa. Fate quindi cuocere per 6-10 minuti (dipende dalle dimensioni dei biscotti) o almeno fino a quando i bordi non si saranno lievemente dorati. Sfornate e lasciate raffreddare, poi trasferiteli su una griglia. Spolverizzate con zucchero a velo prima di gustare!
Si conservano per svariati giorni in un contenitore ermetico ben chiuso.

Frollini fantasmini


Realizzare i Frollini Fantasmini è davvero semplicissimo. Anche per Halloween quest'anno ho voluto puntare sulla semplicità, evitando dolci troppo elaborati. Mi piaceva moltissimo l'idea di creare un biscotto, non troppo dolce o decorato con glasse colorate, che fosse perfetto in qualsiasi momento della giornata, ma soprattutto che potesse essere facilmente adattabile alle esigenze di tutti. Ad esempio qui trovate una ricetta per la frolla senza glutine, perfetta per i celiaci.
Tutto quello che dovete fare è riuscire a scovare è uno stampino per biscotti a forma di mano, o di tulipano, e mettere sottosopra il risultato. Nelle mie IG Stories troverete un veloce esempio di come ho realizzato questi frollini in maniera molto semplice. Se, invece, non avete a disposizione un tagliabiscotti di questo tipo potete fare un disegno delle manine dei vostri piccoli per dare nuova forma e originalità ai vostri frollini.


Ingredienti
400 g di farina 00
1 uovo
200 g di burro morbido
200 g di zucchero di canna
bacca di vaniglia
zucchero a velo di canna per decorare

Preparazione
Sbattete energicamente il burro morbido con lo zucchero fino ad ottenere una crema, aggiungete i semini prelevati dalla bacca di vaniglia e mescolate ancora per pochi istanti. E' molto importante non lavorare troppo a lungo l'impasto in modo che non si rompa durante la cottura.
Unite l'uovo lievemente sbattuto e incorporatelo alla perfezione. Aggiungete la farina, tutta in una volta e mescolate lentamente fino a che non otterrete un impasto omogeneo, ma lievemente "sbricioloso". Potrete effettuare queste operazioni a mano, con l'utilizzo di una planetaria o di un mixer.
A questo punto formate un palla con l'impasto. Avvolgetelo nella pellicola trasparente e ponetelo a riposare in frigorifero per almeno 1 ora.
Una volta trascorso il tempo di riposo, stendete l'impasto su un piano lievemente infarinato (qualora fosse troppo duro, rilavoratelo velocemente!). Intagliate i vostri biscotti e, con l'aiuto di una spatola di metallo, trasferiteli su una teglia foderata con carta forno.
Per realizzare facilmente la forma di fantasma potete utilizzare un tagliabiscotti a forma di mano.
Praticate gli occhi e la bocca con uno stecchino o utilizzare delle bocchette da pasticcere.
Ponete i biscotti in frigorifero per un'altra mezz'ora. Nel frattempo preriscaldate il forno a 170°C circa. Fate quindi cuocere per 6-10 minuti (dipende dalle dimensioni dei biscotti) o almeno fino a quando i bordi non si saranno lievemente dorati. Sfornate e lasciate raffreddare, poi trasferiteli su una griglia. Spolverizzate con zucchero a velo prima di gustare!
Si conservano per svariati giorni in un contenitore ermetico ben chiuso.

La torta alle mandorle e caffè è un dolce unica, soffice come una nuvola e con un incredibile profumo. L'impasto è realizzato con sola fecola di patate ed è quindi impalpabile e delicato, ma con quella consistenza che si presta alla perfezione a coperture e farciture di ogni tipo. Per questa ricetta ho optato per un grande classico come mandorle e caffè. Due elementi estremamente profumati che insieme creano un accostamento perfetto, delicato e deciso al tempo stesso.
Per circa 6-8 persone - stampo da 20 cm

Ingredienti
Per l'impasto:
4 uova a temperatura ambiente
180 gr di zucchero semolato
170 gr di fecola di patate
1 cucchiaino di lievito per dolci
1 pizzico di sale
Per la farcitura a base di buttercream al caffè:
200 gr di burro morbido
200 gr di zucchero a velo
10 ml di latte intero
2 cucchiai di caffè solubile
120 gr di mandorle a lamelle
30 ml di bagna per dolci (consigliata al rum oppure latte fresco)

Preparazione
Separate i tuorli dagli albumi e montate a neve ben ferma questi ultimi con un pizzico di sale. In una ciotola sbattete energicamente i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso. Aggiungete quindi la fecola di patate, poco per volta, mescolando con cura. Unite il lievito e gli albumi montati a neve e mescolate delicatamente fino ad ottenere un composto omogeneo. Versate il composto in una tortiera di circa 20 cm di diametro precedentemente imburrata e infarinata. Livellate la superficie e fate cuocere in forno statico già caldo a 180°C per circa 30 minuti, controllando il grado di cottura con uno stuzzicadenti.
Nel frattempo preparate la buttercream al caffè. 
Sbattete energicamente il burro morbido fino ad ottenere una crema. Stemperate il caffè solubile nel latte caldo. Lasciatelo quindi raffreddare e unitelo al burro. Aggiungete quindi lo zucchero a velo e continuate a montare il composto fino a quando non si otterrà una morbida crema. Qualora fosse troppo liquida aggiungete ancora poco zucchero a velo. Se invece fosse troppo dura, unite un cucchiaio di latte. Trasferitela in un contenitore e conservatela in un luogo fresco. Una volta sfornata la torta, fatela raffreddare completamente prima di sformarla e lasciala riposare per almeno qualche ora. L'ideale sarebbe far riposare il dolce un'intera notte. Tagliatelo quindi a metà, spennellate con una bagna e farcite con la buttercream al caffè. Ricoprite quindi, aiutandovi con una spatola, con la buttercream rimasta. Fai tostare per qualche minuto le scaglie di mandorla nel forno a 140°C. Una leggera doratura sarà perfetta per conferire tutto il profumo ed esaltarne il gusto. Con delicatezza adagiatele sulla buttercream, facendole aderire bene. Lasciate quindi riposare la torta per almeno un paio di ore prima di gustarla.

Torta alle mandorle e caffè


La torta alle mandorle e caffè è un dolce unica, soffice come una nuvola e con un incredibile profumo. L'impasto è realizzato con sola fecola di patate ed è quindi impalpabile e delicato, ma con quella consistenza che si presta alla perfezione a coperture e farciture di ogni tipo. Per questa ricetta ho optato per un grande classico come mandorle e caffè. Due elementi estremamente profumati che insieme creano un accostamento perfetto, delicato e deciso al tempo stesso.
Per circa 6-8 persone - stampo da 20 cm

Ingredienti
Per l'impasto:
4 uova a temperatura ambiente
180 gr di zucchero semolato
170 gr di fecola di patate
1 cucchiaino di lievito per dolci
1 pizzico di sale
Per la farcitura a base di buttercream al caffè:
200 gr di burro morbido
200 gr di zucchero a velo
10 ml di latte intero
2 cucchiai di caffè solubile
120 gr di mandorle a lamelle
30 ml di bagna per dolci (consigliata al rum oppure latte fresco)

Preparazione
Separate i tuorli dagli albumi e montate a neve ben ferma questi ultimi con un pizzico di sale. In una ciotola sbattete energicamente i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso. Aggiungete quindi la fecola di patate, poco per volta, mescolando con cura. Unite il lievito e gli albumi montati a neve e mescolate delicatamente fino ad ottenere un composto omogeneo. Versate il composto in una tortiera di circa 20 cm di diametro precedentemente imburrata e infarinata. Livellate la superficie e fate cuocere in forno statico già caldo a 180°C per circa 30 minuti, controllando il grado di cottura con uno stuzzicadenti.
Nel frattempo preparate la buttercream al caffè. 
Sbattete energicamente il burro morbido fino ad ottenere una crema. Stemperate il caffè solubile nel latte caldo. Lasciatelo quindi raffreddare e unitelo al burro. Aggiungete quindi lo zucchero a velo e continuate a montare il composto fino a quando non si otterrà una morbida crema. Qualora fosse troppo liquida aggiungete ancora poco zucchero a velo. Se invece fosse troppo dura, unite un cucchiaio di latte. Trasferitela in un contenitore e conservatela in un luogo fresco. Una volta sfornata la torta, fatela raffreddare completamente prima di sformarla e lasciala riposare per almeno qualche ora. L'ideale sarebbe far riposare il dolce un'intera notte. Tagliatelo quindi a metà, spennellate con una bagna e farcite con la buttercream al caffè. Ricoprite quindi, aiutandovi con una spatola, con la buttercream rimasta. Fai tostare per qualche minuto le scaglie di mandorla nel forno a 140°C. Una leggera doratura sarà perfetta per conferire tutto il profumo ed esaltarne il gusto. Con delicatezza adagiatele sulla buttercream, facendole aderire bene. Lasciate quindi riposare la torta per almeno un paio di ore prima di gustarla.


Oggi ricetta non ricetta! Si tratta del cappuccino ginseng al cocco e mandorle, una bevanda perfetta per questa stagione autunnale. Cremoso e piacevolmente energizzante questo cappuccino è l'ideale per una pausa rigenerante, ma anche per iniziare in dolcezza la giornata.
Come sapete, collaboro da diversi anni con King Cup Coffee e da quando ho scoperto il loro caffè al ginseng non posso proprio più farne a meno. Questa estate ho avuto modo di assaggiare anche i loro nuovi prodotti, bevande solubili che si prestano facilmente all'utilizzo in cucina per nuove strepitose creazioni. Qui trovate qualche esempio.


Ma la mia bevanda  preferita è sicuramente questa, con quella deliziosa schiuma che solo un cappuccino ben fatto può regalarti.
Mi piace consumare caffè al ginseng, è una delle bevande che riesce a regalarmi benessere ed energia. Grazie alle sue virtù energizzanti, il ginseng è uno dei rimedi naturali più efficaci per riequilibrare alcuni parametri biologici, aumentare la vitalità dell’organismo e stimolare le difese immunitarie Per tutte le informazioni potete sbirciare qui.
Ho voluto arricchire e rendere più golosa una ricetta semplice come quella del cappuccino utilizzando latte di mandorla e arricchendolo con cocco grattugiato e mandorle a lamelle.
Per 2 persone


Ingredienti
120 ml di latte di mandorla
2 bustine di Cappuccino Ginseng
2 cucchiaini di cocco grattugiato
1 cucchiaio di mandorle a lamelle

Preparazione
Unite al latte di mandorla caldo le bustine di Cappuccino Ginseng e mescolate bene.
Aggiungete il cocco grattugiato. Mescolate bene.
Completate a piacere con scagliette di mandorla leggermente tostate

Cappuccino ginseng al cocco e mandorle


Oggi ricetta non ricetta! Si tratta del cappuccino ginseng al cocco e mandorle, una bevanda perfetta per questa stagione autunnale. Cremoso e piacevolmente energizzante questo cappuccino è l'ideale per una pausa rigenerante, ma anche per iniziare in dolcezza la giornata.
Come sapete, collaboro da diversi anni con King Cup Coffee e da quando ho scoperto il loro caffè al ginseng non posso proprio più farne a meno. Questa estate ho avuto modo di assaggiare anche i loro nuovi prodotti, bevande solubili che si prestano facilmente all'utilizzo in cucina per nuove strepitose creazioni. Qui trovate qualche esempio.


Ma la mia bevanda  preferita è sicuramente questa, con quella deliziosa schiuma che solo un cappuccino ben fatto può regalarti.
Mi piace consumare caffè al ginseng, è una delle bevande che riesce a regalarmi benessere ed energia. Grazie alle sue virtù energizzanti, il ginseng è uno dei rimedi naturali più efficaci per riequilibrare alcuni parametri biologici, aumentare la vitalità dell’organismo e stimolare le difese immunitarie Per tutte le informazioni potete sbirciare qui.
Ho voluto arricchire e rendere più golosa una ricetta semplice come quella del cappuccino utilizzando latte di mandorla e arricchendolo con cocco grattugiato e mandorle a lamelle.
Per 2 persone


Ingredienti
120 ml di latte di mandorla
2 bustine di Cappuccino Ginseng
2 cucchiaini di cocco grattugiato
1 cucchiaio di mandorle a lamelle

Preparazione
Unite al latte di mandorla caldo le bustine di Cappuccino Ginseng e mescolate bene.
Aggiungete il cocco grattugiato. Mescolate bene.
Completate a piacere con scagliette di mandorla leggermente tostate


Le treccine agli albumi sono la ricetta perfetta per la prima colazione, ma anche per una merenda leggera. Se anche voi, quando preparate la crema pasticcera, avanzate sempre una buona quantità di albumi, queste soffici brioche faranno al caso vostro. Oltre ad essere sorprendentemente soffici e buone, queste brioche sono anche piuttosto semplici da realizzare.
E' importante pesare sempre gli albumi, nonostante io segnali l'utilizzo di 4 albumi, prendete sempre in considerazione il peso segnalato nella ricetta qui sotto. E' sempre meglio essere ben precisi per ottenere un impasto ad hoc.


Potete sostituire eventualmente lo zucchero semolato con dello zucchero di canna per renderle meno dolci. Io le ho realizzate a forma di "treccine", ma potete optare per la forma che preferite, realizzare piccole brioche monoporzione o creare un unico e morbido pan brioche, da tagliare a fette e farcire a colazione con un velo di confettura. In questo caso dovrete adattare le quantità degli ingredienti in base allo stampo.
Non dimenticatevi inoltre che per la realizzazione di questo lievitato tutti gli ingredienti (se non diversamente segnalato) devono essere a temperatura ambiente.
Per 6 treccine



Ingredienti
200 g di farina tipo 00
250 g di farina Manitoba
130-140 g di albumi (circa 4 albumi, vi consiglio di pesarli)
60 g di burro morbido
100 di zucchero semolato
15 g di lievito di birra fresco
130 ml di latte intero
scorza di 1 limone non trattato
1 cucchiaino raso di sale

10 ml di latte per spennellare la superficie

Preparazione
Con questo impasto si possono utilizzare brioche, grandi o piccole, di varie forme e dimensioni.
Preparate un lievitino, tutti gli ingredienti sono presi dal totale: in una ciotola versate 100 g di farina manitoba, un cucchiaino di zucchero semolato. Aggiungete 90 ml di latte intero a temperatura ambiente in cui avrete sbriciolato e sciolto il lievito. Mescolate bene, coprite con pellicola trasparente e lasciate riposare per circa 30-40 minuti.
Una volta pronto versate il lievitino in una ciotola capiente. Unite la restante farina, gli albumi a temperatura ambiente, lo zucchero, la scorza di limone grattugiata finemente e il restante latte. Iniziate ad impastare per amalgamare al meglio tutti gli ingredienti. Aggiungete quindi poco burro alla volta aspettando che sia ben incorporato.
Lavorate quindi per almeno 10 minuti. Se utilizzate una planetaria l'impasto dovrà staccarsi, come sempre, dai bordi della ciotola e risultare ben liscio ed incordato.
Qualora risultasse vagamente appiccicoso potete aggiungere un cucchiaio di farina, se risultasse troppo compatto basterà pochissimo latte. Spesso questo dipende dal grado di assorbimento dei liquidi della farina stessa. Proseguite con la lavorazione fino a quando l'impasto non risulterà ben elastico ed incordato
Adagiate l'impasto ottenuto in una ciotola e coprite con pellicola per alimenti. Fate lievitare in forno spento con luce accesa per circa 1 ora e 30 minuti – 2 ore circa. L'impasto dovrà raddoppiare di volume.
Infarinate leggermente un piano di lavoro e, senza rilavorare l'impasto, dividetelo in 6 parti uguali. Suddividete ogni parte in altre 3 parti uguali. Formate delle palline e poi dei cordoncini di uguale lunghezza. Intrecciate 3 cordoncini unendo le estremità e ripiegandole al di sotto della brioche.
Disponete man mano su una teglia foderata con carta forno. Coprite con un canovaccio e lasciate lievitare per altri 40 minuti.
Spennellate quindi la superficie di ogni brioche con poco latte e a piacere decorate con granella di zucchero o zucchero semolato.
Fate quindi cuocere in forno statico a 180°C per circa 10-15 minuti o almeno fino ad ottenere una leggera doratura. I tempi di cottura possono variare in base alle dimensioni delle brioche.
Lasciate raffreddare poi conservate in sacchetti per alimenti per mantenerle morbide.


Treccine agli albumi


Le treccine agli albumi sono la ricetta perfetta per la prima colazione, ma anche per una merenda leggera. Se anche voi, quando preparate la crema pasticcera, avanzate sempre una buona quantità di albumi, queste soffici brioche faranno al caso vostro. Oltre ad essere sorprendentemente soffici e buone, queste brioche sono anche piuttosto semplici da realizzare.
E' importante pesare sempre gli albumi, nonostante io segnali l'utilizzo di 4 albumi, prendete sempre in considerazione il peso segnalato nella ricetta qui sotto. E' sempre meglio essere ben precisi per ottenere un impasto ad hoc.


Potete sostituire eventualmente lo zucchero semolato con dello zucchero di canna per renderle meno dolci. Io le ho realizzate a forma di "treccine", ma potete optare per la forma che preferite, realizzare piccole brioche monoporzione o creare un unico e morbido pan brioche, da tagliare a fette e farcire a colazione con un velo di confettura. In questo caso dovrete adattare le quantità degli ingredienti in base allo stampo.
Non dimenticatevi inoltre che per la realizzazione di questo lievitato tutti gli ingredienti (se non diversamente segnalato) devono essere a temperatura ambiente.
Per 6 treccine



Ingredienti
200 g di farina tipo 00
250 g di farina Manitoba
130-140 g di albumi (circa 4 albumi, vi consiglio di pesarli)
60 g di burro morbido
100 di zucchero semolato
15 g di lievito di birra fresco
130 ml di latte intero
scorza di 1 limone non trattato
1 cucchiaino raso di sale

10 ml di latte per spennellare la superficie

Preparazione
Con questo impasto si possono utilizzare brioche, grandi o piccole, di varie forme e dimensioni.
Preparate un lievitino, tutti gli ingredienti sono presi dal totale: in una ciotola versate 100 g di farina manitoba, un cucchiaino di zucchero semolato. Aggiungete 90 ml di latte intero a temperatura ambiente in cui avrete sbriciolato e sciolto il lievito. Mescolate bene, coprite con pellicola trasparente e lasciate riposare per circa 30-40 minuti.
Una volta pronto versate il lievitino in una ciotola capiente. Unite la restante farina, gli albumi a temperatura ambiente, lo zucchero, la scorza di limone grattugiata finemente e il restante latte. Iniziate ad impastare per amalgamare al meglio tutti gli ingredienti. Aggiungete quindi poco burro alla volta aspettando che sia ben incorporato.
Lavorate quindi per almeno 10 minuti. Se utilizzate una planetaria l'impasto dovrà staccarsi, come sempre, dai bordi della ciotola e risultare ben liscio ed incordato.
Qualora risultasse vagamente appiccicoso potete aggiungere un cucchiaio di farina, se risultasse troppo compatto basterà pochissimo latte. Spesso questo dipende dal grado di assorbimento dei liquidi della farina stessa. Proseguite con la lavorazione fino a quando l'impasto non risulterà ben elastico ed incordato
Adagiate l'impasto ottenuto in una ciotola e coprite con pellicola per alimenti. Fate lievitare in forno spento con luce accesa per circa 1 ora e 30 minuti – 2 ore circa. L'impasto dovrà raddoppiare di volume.
Infarinate leggermente un piano di lavoro e, senza rilavorare l'impasto, dividetelo in 6 parti uguali. Suddividete ogni parte in altre 3 parti uguali. Formate delle palline e poi dei cordoncini di uguale lunghezza. Intrecciate 3 cordoncini unendo le estremità e ripiegandole al di sotto della brioche.
Disponete man mano su una teglia foderata con carta forno. Coprite con un canovaccio e lasciate lievitare per altri 40 minuti.
Spennellate quindi la superficie di ogni brioche con poco latte e a piacere decorate con granella di zucchero o zucchero semolato.
Fate quindi cuocere in forno statico a 180°C per circa 10-15 minuti o almeno fino ad ottenere una leggera doratura. I tempi di cottura possono variare in base alle dimensioni delle brioche.
Lasciate raffreddare poi conservate in sacchetti per alimenti per mantenerle morbide.



La Torta Nocciotella è uno dei dolci più buoni e peccaminosi che io abbia mai assaggiato. Se amate il connubio cioccolato-nocciole questa è la torta che fa per voi. Soffice, golosissima e con quell'intenso aroma di frutta secca. La sua copertura è tutta una goduria, un mix di morbido mascarpone unito alla crema spalmabile nocciole e cioccolato. Per questa ricetta potete utilizzare quella che più preferite, ne trovate diverse in commercio che si adattano ai gusti di tutti, ma se volete sperimentare potete utilizzare anche questa versione home-made della mia crema spalmabile.
La preparazione è semplice, quello che vi porterà via un pochino più di tempo sarà probabilmente l'assemblaggio. Mi raccomando attendete sempre che il dolce sia ben freddo e abbia riposato almeno un paio di ore prima di farcirlo e decorarlo. E' molto importante perché la torta deve aver modo di rilasciare tutta l'umidità e diventare così più compatto.
Se ve lo state chiedendo... sì, è un dolce super calorico, ma per una volta uno sgarro alla regola si può anche fare, giusto? Ne basta una fettina o due e vi assicuro che sarete trasportati in paradiso!
Per 6-8 persone - stampo da 20 cm


Ingredienti
Per l'impasto:
4 uova
220 g di zucchero semolato
170 g di farina tipo 00
30 di cacao amaro
30 g di farina di nocciole
16 g di lievito per dolci
220 g di burro morbido
+burro per la teglia
Per la farcitura:
30 ml circa di latte o bagna per dolci 
350 g di mascarpone
100 g di crema spalmabile alle nocciole e cioccolato
100 g circa di granella di nocciole
3-4 nocciole per decorare

Preparazione
Fate ammorbidire il burro a temperatura ambiente per circa 1 ora o scaldatelo per pochi secondi al microonde. Dovrà risultare molto morbido, quasi fosse una crema. Lavoratelo per qualche minuto con una spatola.
In una ciotola unite tutti gli ingredienti: farina, farina di nocciole, cacao amaro, zucchero, lievito, uova e burro. Lavorate energicamente il tutto con un cucchiaio o una spatola per alcuni minuti, fino a quando avrete ottenuto un composto liscio ed omogeneo. Potete effettuare questa operazione con una planetaria.
Imburrate e foderate con carta forno 2 stampi con cerniera apribile diametro 20 cm e dividete l'impasto equamente. Fate quindi cuocere in forno statico già caldo a 180° per circa 25 minuti controllando il grado di cottura con uno stecchino.
Sfornate e lasciate raffreddare completamente prima di togliere dallo stampo con delicatezza.
Nel frattempo preparate la farcitura.
In una ciotola lavorate energicamente il mascarpone con la crema spalmabile fino ad ottenere una morbida crema. Spennellate la superficie della torta con bagna per dolci o poco latte.
Farcite il primo strato del dolce e adagiate su di esso il secondo strato. Ricoprite interamente il dolce con la crema avanzata aiutandovi con una spatola o con una sacca da pasticcere. Decorate a piacere con granella di nocciole e nocciole intere. Conservate in frigorifero e lasciate riposare a temperatura ambiente per circa 10 minuti prima di servire.

Torta Nocciotella


La Torta Nocciotella è uno dei dolci più buoni e peccaminosi che io abbia mai assaggiato. Se amate il connubio cioccolato-nocciole questa è la torta che fa per voi. Soffice, golosissima e con quell'intenso aroma di frutta secca. La sua copertura è tutta una goduria, un mix di morbido mascarpone unito alla crema spalmabile nocciole e cioccolato. Per questa ricetta potete utilizzare quella che più preferite, ne trovate diverse in commercio che si adattano ai gusti di tutti, ma se volete sperimentare potete utilizzare anche questa versione home-made della mia crema spalmabile.
La preparazione è semplice, quello che vi porterà via un pochino più di tempo sarà probabilmente l'assemblaggio. Mi raccomando attendete sempre che il dolce sia ben freddo e abbia riposato almeno un paio di ore prima di farcirlo e decorarlo. E' molto importante perché la torta deve aver modo di rilasciare tutta l'umidità e diventare così più compatto.
Se ve lo state chiedendo... sì, è un dolce super calorico, ma per una volta uno sgarro alla regola si può anche fare, giusto? Ne basta una fettina o due e vi assicuro che sarete trasportati in paradiso!
Per 6-8 persone - stampo da 20 cm


Ingredienti
Per l'impasto:
4 uova
220 g di zucchero semolato
170 g di farina tipo 00
30 di cacao amaro
30 g di farina di nocciole
16 g di lievito per dolci
220 g di burro morbido
+burro per la teglia
Per la farcitura:
30 ml circa di latte o bagna per dolci 
350 g di mascarpone
100 g di crema spalmabile alle nocciole e cioccolato
100 g circa di granella di nocciole
3-4 nocciole per decorare

Preparazione
Fate ammorbidire il burro a temperatura ambiente per circa 1 ora o scaldatelo per pochi secondi al microonde. Dovrà risultare molto morbido, quasi fosse una crema. Lavoratelo per qualche minuto con una spatola.
In una ciotola unite tutti gli ingredienti: farina, farina di nocciole, cacao amaro, zucchero, lievito, uova e burro. Lavorate energicamente il tutto con un cucchiaio o una spatola per alcuni minuti, fino a quando avrete ottenuto un composto liscio ed omogeneo. Potete effettuare questa operazione con una planetaria.
Imburrate e foderate con carta forno 2 stampi con cerniera apribile diametro 20 cm e dividete l'impasto equamente. Fate quindi cuocere in forno statico già caldo a 180° per circa 25 minuti controllando il grado di cottura con uno stecchino.
Sfornate e lasciate raffreddare completamente prima di togliere dallo stampo con delicatezza.
Nel frattempo preparate la farcitura.
In una ciotola lavorate energicamente il mascarpone con la crema spalmabile fino ad ottenere una morbida crema. Spennellate la superficie della torta con bagna per dolci o poco latte.
Farcite il primo strato del dolce e adagiate su di esso il secondo strato. Ricoprite interamente il dolce con la crema avanzata aiutandovi con una spatola o con una sacca da pasticcere. Decorate a piacere con granella di nocciole e nocciole intere. Conservate in frigorifero e lasciate riposare a temperatura ambiente per circa 10 minuti prima di servire.

Un dolce rustico e perfetto nella sua semplicità: ecco la Galette integrale alle mandorle con prugne. La sua base è una semplicissima pasta brisée che si realizza in poco tempo. Per la preparazione ho optato per farina integrale, ma potete tranquillamente utilizzare la farina che preferite (anche quella di farro), in eguale quantità, senza cambiare la consistenza. Utilizzo spesso questa ricetta per le mie preparazioni ed è una base davvero ottima sia per i dolci che per le torte salate (vi basterà omettere lo zucchero). Ho voluto arricchire poi la galette con mandorle a scaglie per renderla ancora più croccante e creare un piacevolissimo contrasto con la farcitura morbida e succosa della frutta fresca.


Anche qui potete optare per la frutta di stagione che preferite. Le Galette offrono un'incredibile varietà di alternative e di idee tutte stuzzicanti e sfiziose, adatte ad ogni stagione e ad ogni farcitura.
E' un dolce semplice, da gustare fetta dopo fetta, e perfetto soprattutto per gli amanti delle torte poco dolci e stucchevoli ma, in modo particolare, per chi non sa dire di no a tanta frutta fresca.
Grazie alla mia amica Morena mi sono ritrovata con una discreta quantità di prugne e non potevo non lasciarmi incantare da un dolce alle prugne.


E' un dolce che contiene poco zucchero dal momento che la frutta compensa e regala tutta la dolcezza possibile ad una galette croccante e dalla consistenza rustica. 
Come sempre, per la preparazione della brisée, vi consiglio di stendere la pasta tra due fogli di carta forno. In questo modo il risultato sarà perfetto senza utilizzare farina extra.
Per una galette per 6 persone



Ingredienti
6-8 prugne
1 cucchiaio di zucchero di canna
1 pizzico di cannella (facoltativo)
20 g di mandorle a scaglie
Per la pasta brisée:
85 gr di burro freddo
1 cucchiaino di zucchero di canna
1 pizzico di sale
acqua ghiacciata q.b. (per me circa 6 cucchiai)
170 gr di farina integrale

Preparazione
In una ciotola mescolate la farina integrale, il sale e lo zucchero di canna. Unite il burro, freddo da frigo, tagliato a pezzetti. Lavorate velocemente il tutto per ottenere un composto sabbioso. Aggiungete un cucchiaino alla volta di acqua ghiacciata e continuate a lavorare fino a quando non otterrete un impasto elastico ed omogeneo. Avvolgetelo nella pellicola trasparente e ponete in frigorifero a riposare per circa 30 minuti. Nel frattempo tagliate le prugne a fette, spolverizzate con la cannella, se gradite, mescolate e tenete da parte.
Stendete la pasta in modo uniforme e circolare, con uno spesso di circa 3-4 mm. Potrà risultare più comodo stenderla se la lasciate tra due fogli di carta forno. Disponete le fettine di prugna una accanto all'altra formando un disegno circolare ben compatto e lasciando sempre 3 cm circa dal bordo che andrà poi avvolto sulla frutta. Spolverizzate con un cucchiaio di zucchero la superficie.
Ripiegate quindi i bordi verso l'interno, facendo piccole pieghe per fissare il tutto.
Adagiate la galette su una teglia foderata con carta forno. Distribuite lungo i bordi le mandorle a scaglie.
Ponete in forno già caldo a 200°C per circa 45 minuti, o almeno fino a quando non risulterà ben dorata e croccante. Il mio consiglio è quello di ruotare la teglia della galette ogni 15 minuti circa affinchè la doratura sia uniforme.

Galette integrale alle mandorle con prugne


Un dolce rustico e perfetto nella sua semplicità: ecco la Galette integrale alle mandorle con prugne. La sua base è una semplicissima pasta brisée che si realizza in poco tempo. Per la preparazione ho optato per farina integrale, ma potete tranquillamente utilizzare la farina che preferite (anche quella di farro), in eguale quantità, senza cambiare la consistenza. Utilizzo spesso questa ricetta per le mie preparazioni ed è una base davvero ottima sia per i dolci che per le torte salate (vi basterà omettere lo zucchero). Ho voluto arricchire poi la galette con mandorle a scaglie per renderla ancora più croccante e creare un piacevolissimo contrasto con la farcitura morbida e succosa della frutta fresca.


Anche qui potete optare per la frutta di stagione che preferite. Le Galette offrono un'incredibile varietà di alternative e di idee tutte stuzzicanti e sfiziose, adatte ad ogni stagione e ad ogni farcitura.
E' un dolce semplice, da gustare fetta dopo fetta, e perfetto soprattutto per gli amanti delle torte poco dolci e stucchevoli ma, in modo particolare, per chi non sa dire di no a tanta frutta fresca.
Grazie alla mia amica Morena mi sono ritrovata con una discreta quantità di prugne e non potevo non lasciarmi incantare da un dolce alle prugne.


E' un dolce che contiene poco zucchero dal momento che la frutta compensa e regala tutta la dolcezza possibile ad una galette croccante e dalla consistenza rustica. 
Come sempre, per la preparazione della brisée, vi consiglio di stendere la pasta tra due fogli di carta forno. In questo modo il risultato sarà perfetto senza utilizzare farina extra.
Per una galette per 6 persone



Ingredienti
6-8 prugne
1 cucchiaio di zucchero di canna
1 pizzico di cannella (facoltativo)
20 g di mandorle a scaglie
Per la pasta brisée:
85 gr di burro freddo
1 cucchiaino di zucchero di canna
1 pizzico di sale
acqua ghiacciata q.b. (per me circa 6 cucchiai)
170 gr di farina integrale

Preparazione
In una ciotola mescolate la farina integrale, il sale e lo zucchero di canna. Unite il burro, freddo da frigo, tagliato a pezzetti. Lavorate velocemente il tutto per ottenere un composto sabbioso. Aggiungete un cucchiaino alla volta di acqua ghiacciata e continuate a lavorare fino a quando non otterrete un impasto elastico ed omogeneo. Avvolgetelo nella pellicola trasparente e ponete in frigorifero a riposare per circa 30 minuti. Nel frattempo tagliate le prugne a fette, spolverizzate con la cannella, se gradite, mescolate e tenete da parte.
Stendete la pasta in modo uniforme e circolare, con uno spesso di circa 3-4 mm. Potrà risultare più comodo stenderla se la lasciate tra due fogli di carta forno. Disponete le fettine di prugna una accanto all'altra formando un disegno circolare ben compatto e lasciando sempre 3 cm circa dal bordo che andrà poi avvolto sulla frutta. Spolverizzate con un cucchiaio di zucchero la superficie.
Ripiegate quindi i bordi verso l'interno, facendo piccole pieghe per fissare il tutto.
Adagiate la galette su una teglia foderata con carta forno. Distribuite lungo i bordi le mandorle a scaglie.
Ponete in forno già caldo a 200°C per circa 45 minuti, o almeno fino a quando non risulterà ben dorata e croccante. Il mio consiglio è quello di ruotare la teglia della galette ogni 15 minuti circa affinchè la doratura sia uniforme.

Non esiste nulla di più peccaminoso di una torta al cioccolato glassata. Se siete amanti dei dolci semplici, facili da realizzare, ma anche molto scenografici e golosi questa torta farà sicuramente al caso vostro. La ricetta della glassa al cioccolato arriva direttamente dalla regina del “comfort food” Nigella Lawson.. vi lascio quindi immaginare la bontà e la "scioglievolezza" di questo dolce. Perfetto da gustare nelle fredde serate autunnali, accompagnato ad una buona tazza di té o caffè, sono certa che questa ricetta entrerà a far parte nella top ten dei vostri dolci al cioccolato preferiti!
La preparazione vi sorprenderà per la sua semplicità e immediatezza. Lasciate da parte ogni dubbio in merito all'aggiunta dell'acqua nell'impasto, questo semplice gesto vi permetterà, infatti, di ottenere un dolce soffice e dalla consistenza lievemente umida, simile a quella di un brownie.
Per ottenere un dolce perfetto e non perdere troppo tempo a tagliarlo, vi consiglio, come indicato anche nella ricetta, di suddividere l'impasto direttamente in due teglie. In questo modo potrete semplicemente livellare la superficie, farcire e decorare. Più facile di così....
Per 1 torta da 20 cm



Ingredienti
Per l'impasto:
40 g di cacao amaro
200 di zucchero semolato
250 ml di acqua bollente
220 g di farina tipo 00
½ cucchiaino di lievito per dolci
½ cucchiaino di bicarbonato
130 g di burro morbido
2 uova
Per la glassa al cioccolato:
125 ml di acqua
20 g di zucchero semolato
180 g di burro morbido
300 g di cioccolato fondente extra

Preparazione
Imburrate e foderate con carta forno due teglie apribile dal diametro di 20 cm.
In una ciotola mescolate il cacao e 100 g di zucchero , presi dal totale, e versate l'acqua bollente. Mescolate bene e lasciate raffreddare completamente.
In una ciotola montate il burro morbido con il restante zucchero fino ad ottenere una morbida spuma. Unite un uovo alla volta, incorporandoli alla perfezione. Unite quindi, poco per volta, farina, lievito e bicarbonato. Mescolate sempre bene dopo ogni aggiunta. Versate quindi la salsa di cioccolato e continuate a lavorare con delicatezza il composto. Esso risulterà piuttosto liquido.
Trasferite il tutto tra le due teglie e fate cuocere in forno statico già caldo a 180°C per 30 minuti circa. Sfornate e lasciate raffreddare completamente.
Nel frattempo preparate la glassa al cioccolato.
In un pentolino ponete il burro, l'acqua e lo zucchero e fate cuocere il tutto a fiamma bassa fino a quando non inizierà a bollire. Togliete quindi dal fuoco e unite il cioccolato che avrete tagliato a pezzetti. Mescolate bene fino ad ottenete una crema liscia ed omogenea.
Lasciate raffreddare.
Farcite la torta con alcuni cucchiai di glassa e ricoprite tutta la superficie e i bordi aiutandovi con una spatola. Create delle “onde” sulla superficie del dolce aiutandovi con un cucchiaio.

Torta al cioccolato glassata


Non esiste nulla di più peccaminoso di una torta al cioccolato glassata. Se siete amanti dei dolci semplici, facili da realizzare, ma anche molto scenografici e golosi questa torta farà sicuramente al caso vostro. La ricetta della glassa al cioccolato arriva direttamente dalla regina del “comfort food” Nigella Lawson.. vi lascio quindi immaginare la bontà e la "scioglievolezza" di questo dolce. Perfetto da gustare nelle fredde serate autunnali, accompagnato ad una buona tazza di té o caffè, sono certa che questa ricetta entrerà a far parte nella top ten dei vostri dolci al cioccolato preferiti!
La preparazione vi sorprenderà per la sua semplicità e immediatezza. Lasciate da parte ogni dubbio in merito all'aggiunta dell'acqua nell'impasto, questo semplice gesto vi permetterà, infatti, di ottenere un dolce soffice e dalla consistenza lievemente umida, simile a quella di un brownie.
Per ottenere un dolce perfetto e non perdere troppo tempo a tagliarlo, vi consiglio, come indicato anche nella ricetta, di suddividere l'impasto direttamente in due teglie. In questo modo potrete semplicemente livellare la superficie, farcire e decorare. Più facile di così....
Per 1 torta da 20 cm



Ingredienti
Per l'impasto:
40 g di cacao amaro
200 di zucchero semolato
250 ml di acqua bollente
220 g di farina tipo 00
½ cucchiaino di lievito per dolci
½ cucchiaino di bicarbonato
130 g di burro morbido
2 uova
Per la glassa al cioccolato:
125 ml di acqua
20 g di zucchero semolato
180 g di burro morbido
300 g di cioccolato fondente extra

Preparazione
Imburrate e foderate con carta forno due teglie apribile dal diametro di 20 cm.
In una ciotola mescolate il cacao e 100 g di zucchero , presi dal totale, e versate l'acqua bollente. Mescolate bene e lasciate raffreddare completamente.
In una ciotola montate il burro morbido con il restante zucchero fino ad ottenere una morbida spuma. Unite un uovo alla volta, incorporandoli alla perfezione. Unite quindi, poco per volta, farina, lievito e bicarbonato. Mescolate sempre bene dopo ogni aggiunta. Versate quindi la salsa di cioccolato e continuate a lavorare con delicatezza il composto. Esso risulterà piuttosto liquido.
Trasferite il tutto tra le due teglie e fate cuocere in forno statico già caldo a 180°C per 30 minuti circa. Sfornate e lasciate raffreddare completamente.
Nel frattempo preparate la glassa al cioccolato.
In un pentolino ponete il burro, l'acqua e lo zucchero e fate cuocere il tutto a fiamma bassa fino a quando non inizierà a bollire. Togliete quindi dal fuoco e unite il cioccolato che avrete tagliato a pezzetti. Mescolate bene fino ad ottenete una crema liscia ed omogenea.
Lasciate raffreddare.
Farcite la torta con alcuni cucchiai di glassa e ricoprite tutta la superficie e i bordi aiutandovi con una spatola. Create delle “onde” sulla superficie del dolce aiutandovi con un cucchiaio.

Chi sono

Ciao, mi chiamo Erika e mi occupo di fotografia e food styling. Ho 37 anni e sono mamma di Ludovico. Amo la buona cucina, ho una passione per la pasticceria e raccolgo qui i miei esperimenti culinari. Nel 2016 ho pubblicato il mio primo libro "Tutti pazzi per le merendine". Nel 2018 sono usciti 3 volumi della collana "Fatto in casa" e il mio nuovo libro "Goji, goji delle mie brame".
Benvenuto nella mia piccola e dolce cucina...

Cerca

I miei libri

TRADUCI

Archivio blog

Copyright @ La tana del coniglio. Blog Design by KotrynaBassDesign