Powered by Blogger.

Rustici Leccesi


La prima volta che ho assaggiato i Rustici Leccesi è stato amore! Un amore puro e smisurato che mi ha portato a non riuscire più a fare a meno di questi croccanti scrigni di pasta sfoglia farciti con pomodoro, mozzarella e besciamella. I Rustici sono una ricetta tipica salentina e chi ha avuto il piacere di visitare questa terra sa quanto siano ricchi e sfiziosi. Riprodurli in casa è piuttosto facile e quando sentite lo sconforto dopo una vacanza in Salento può essere davvero utile avere questa ricetta a portata di mano.



I Rustici sono ottimi sia caldi che freddi, ma fate attenzione perché appena sfornati il ripieno cremoso e filante è davvero ustionante. Il mio consiglio è quindi quello di lasciarli riposare fuori dal forno per almeno 10-15 minuti prima di gustarli.
La ricetta è semplicissima e tutto ciò che vi serve lo potete comodamente trovare nella vostra dispensa e in frigorifero. Ricordatevi però un super trucco: per ottenere dei rustici perfetti il sugo di pomodoro deve essere piuttosto consistente. Proprio per questo motivo è consigliabile utilizzare una buona salsa di pomodoro fatta in casa e lasciarla cuocere per diversi minuti affinché l'acqua in eccesso evapori e resti un buon sugo ricco e corposo.


Anche la mozzarella deve essere ben sgocciolata e, inutile dirlo, di ottima qualità (se pugliese tanto meglio!). Per quanto riguarda la besciamella potete prepara seguendo questa ricetta e facendo attenzione che sia ben densa e consistente. In questo modo il ripieno non fuoriuscirà durante la cottura.
Come sempre, per questo tipo di ricette, io consiglio di utilizzare una buona pasta sfoglia fatta in casa (qui trovate la ricetta e tutte le indicazioni per realizzarla facilmente). In alternativa, se non avete molto tempo a disposizione, potete utilizzare quella del supermercato, rilavorando poi eventuali ritagli.
Le dosi per questa ricetta sono piuttosto indicative, sappiate che non serve riempire troppo i rustici, mantenete sempre le proporzioni di un solo cucchiaino di besciamella, uno di salsa di pomodoro e uno di mozzarella.



Ingredienti
2 rotoli di pasta sfoglia rettangolare (qui la ricetta)
salsa di pomodoro
olio evo
sale q.b.
basilico
mozzarella
besciamella (qui la ricetta)
1 uovo
1 cucchiaio di latte

Preparazione
Per prima cosa preparate una besciamella piuttosto densa seguendo questa ricetta. Lasciatela raffreddare completamente prima di utilizzarla per la farcitura dei rustici.
Fate cuocere la salsa di pomodoro con poco sale, qualche foglia di basilico e un cucchiaio di olio evo.
Stendete la pasta sfoglia e ricavate con un coppapasta dei cerchi diametro 10 cm.
Tagliate la mozzarella a dadini piuttosto piccoli e lasciatela sgocciolare bene.
Prendete metà dei dischi di sfoglia e adagiate al centro poca mozzarella, un cucchiaino di besciamella e un cucchiaino di salsa di pomodoro.
Ricoprite con i restanti dischi premendo bene intorno al ripieno e via via lungo i bordi sigillando bene ogni rustico.
Spennellate la superficie con poco uovo sbattuto con il latte.
Disponeteli su una teglia foderata con carta forno e fate cuocere in forno statico già caldo a 200°C per circa 15 minuti. Dovranno risultare ben gonfi e dorati.
Lasciate raffreddare per una decina di minuti prima di gustare.

Torta alle mandorle


Non esiste un dolce dal profumo più intenso e inebriante della torta alle mandorle. Un mix di morbidezza e gusto che mi riporta sempre all'infanzia e ai dolci semplici e genuini che si preparavano con la mamma. Proprio per questo motivo quest'anno per la festa della mamma ho pensato ad una torta profumata ed inebriante, ma anche semplice e genuina, proprio come i dolci che preparavamo insieme quando ero piccola.


E' stata la mia mamma ad insegnarmi a cucinare e a trasmettermi l'amore per la buona tavola. La osservavo spesso preparare pranzo e cene, qualche volta lasciava che la aiutassi, altre volte invece le tenevo semplicemente compagnia: lei cucina, io leggevo o giocavo sognando di avere un giorno una cucina tutta mia.
Ho aperto il mio blog proprio quando mi sono trasferita. Una cucina tutta mia finalmente e per ogni dubbio scattava la telefonata per avere un suo prezioso consiglio. Tutti i trucchetti per un buon piatto li ho imparati da lei, osservando, ascoltando e facendo domande.


Questo dolce mi ricorda moltissimo le torte che mi lasciava preparare. Planetarie e robot non erano d'uso comune e così si sbattevano energicamente i composti a mano prendendosi tutto il tempo necessario per una perfetta riuscita del dolce. A volte mi piace ancora preparare i dolci così, con la classica frusta a mano e una buona dose di energia. Regala sempre grandi soddisfazioni, quasi come leccare il cucchiaio e gli avanzi di impasto nella ciotola. Alzi la mano chi non l'ha mai fatto da piccola!
Per questa ricetta potete utilizzare una classica tortiera diametro 22 cm oppure uno stampo a cuore come quello della torta che vi propongo nelle foto (la dimensione in questo caso è di 25 cm). Il dolce resterà leggermente più basso, ma ugualmente buonissimo! Potete poi optare anche per una fresca decorazione con tante succose fragole. Con questo tipo di dolce sono perfette, ma potete anche scegliere un mix di frutti di bosco oppure farcire la torta con una crema o una semplice confettura



Ingredienti
100 g di zucchero di canna
30 g di farina 00
3 uova a temperatura ambiente
½ bustina di lievito per dolci
1 cucchiaino di estratto di vaniglia (facoltativo)
1 limone bio
1 pizzico di sale

Preparazione
Lavorate le uova con lo zucchero e un pizzico di sale per almeno 5 minuti fino a quando il composto non sarà raddoppiato di volume.
Unite la scorza di limone grattugiata finemente e l'estratto di vaniglia. Aggiungete quindi la farina, la farina di mandorle e il lievito setacciato.
Mescolate il tutto con delicatezza utilizzando una spatola fino a quando non avrete un impasto ben omogeneo.
Imburrate e infarinate uno stampo da 22 cm oppure una teglia a forma di cuore (dimensione 25 cm).
Versate al suo interno l'impasto livellando bene e fate cuocere in forno statico preriscaldato a 170°C per 40-45 minuti circa.
Sfornate e lasciate raffreddare completamente. Completate a piacere con zucchero a velo o frutta fresca prima di servire.

Plumcake integrale al cioccolato


Ci sono giorni in cui non si può proprio fare a meno di una torta al cioccolato. Questo plumcake integrale al cioccolato nasce così, in tutta semplicità. Dal bisogno di goloso cioccolato, ma anche di un dolce leggero perfetto per la colazione, ma anche dall'urgenza di far sparire dal frigorifero quei due vasetti di yogurt prossimi alla scadenza. 


Il Plumcake è uno dei dolci della mia infanzia, soffice, profumatissimo, con quella consistenza unica, vagamente umida e quel sapore leggero e delicato che riusciva a farti esplodere le papille gustative. L'ho sempre amato, in tutte le versioni. Oggi vi propongo una delle mie favorite: quella al cioccolato.
La ricetta è davvero molto semplice e vi permetterà di avere una torta soffice e leggera in circa 1 ora (tempi di cottura compresi).
Io ne ho preparato uno questo fine settimana ed è sparito! Perciò nei prossimi giorni replicherò sicuramente. E' un dolce versatile e che riesce sempre a conquistare grandi e piccini! Non necessita di grandi spiegazioni. Tutto quello che dovrete fare è montare bene le uova, per questo vi consiglio di lasciare a temperatura ambiente per almeno 30 minuti prima dell'utilizzo. Un composto ben montato farà in modo che il vostro dolce resti davvero molto soffice.


 Un'ultima accortezza: dal momento che il dolce contiene fecola di patate vi consiglio di aprire il forno, per un'eventuale controllo della cottura, solo durante gli ultimi 10 minuti. La fecola di patate infatti rende i dolci molto sensibili agli sbalzi termici e rischieresti di trovarvi con una torta un po' "floscia".
Per questa ricetta potete utilizzare un classico stampo da plumcake oppure realizzare 12 mini plumcake perfetti per la merenda dei più piccoli!



Ingredienti
120 g di farina integrale
30 g di cacao amaro
60 g di fecola di patate
130 g di zucchero di canna
180 g di yogurt bianco
90 g di olio di semi
3 uova
1 bustina di lievito per dolci
1 pizzico di sale
60 g di pezzetti di cioccolato

Preparazione
In una ciotola montate  le uova con lo zucchero e un pizzico di sale per almeno 5 minuti. Dovrete ottenere un composto chiaro e ben spumoso. Aggiungete l'olio a filo.
In una ciotola a parte setacciate la farina, il lievito, la fecola e il cacao e unite 2-3 cucchiai all'impasto, lavorando alla velocità minima.
Incorporate quindi lo yogurt, lavorando costantemente con le fruste.
Aggiungete infine il restante mix di farina, fecola e cacao. Lavorate il tutto fino ad ottenete un impasto liscio ed omogeneo.
Imburrate leggermente e foderate con carta forno uno stampo per plumcake (oppure 12 piccoli stampi) e trasferite l'impasto, livellando bene.
 Dovrete riempire lo stampo fino a 2/3. Distribuite sulla superficie i pezzetti di cioccolato.
Fate cuocere in forno statico già preriscaldato a 180°C per circa 40 minuti. Controllate il grado di cottura con uno stecchino solo dopo che saranno trascorsi almeno 30 minuti altrimenti rischierete di far afflosciare il dolce.
Non appena sarà pronto sfornate e lasciate raffreddare prima di gustare!

Torta al grano saraceno con bacche di goji


La torta al grano saraceno con bacche di goji è un dolce semplice, rustico, estremamente soffice e leggero! Tutto ciò che cercate nella torta perfetta per la prima colazione lo trovate qui. Questa è solo una delle 45 ricette ricette contenute nel mio nuovo libro tutto dedicato alle preziosissime bacche di Goji. Ricette dolci e salate, suddivise in vari capitoli dedicati all'ingrediente principale utilizzato: verdure, pesce, spezie, cioccolato, e così via.



Ho lavorato a lungo a questo libro anche se tutta la parte fotografica e di testi è stata realizzata in circa 2 mesi. E' una delle mie più grandi soddisfazioni vedere stampato un libro a cui lavorato a lungo e con questo volume sono arrivata a quota 5 libri realizzati dal 2006 ad oggi. Si impara davvero molto realizzando progetti come questo, ci vuole pazienza e una buona dose di volontà per produrre una giusta quantità di ricette di svariato genere e tipologia che possano trovare riscontro nel gusto di tutti e io spero davvero di cuore che "Goji, goji dalle mie brame..." possa davvero lasciarvi incantati!
Ho cercato di dare spazio a quante più ricette possibile, dall'antipasto al dessert, e venendo incontro alle necessità e alle richieste di tutti. Troverete quindi ricette golose e accattivanti, altre light e delicate, alcune in versione senza glutine, altre vegane, senza prodotti di origine animale.
Per festeggiare l'uscita del mio nuovo libro "Goji, goji delle mie brame..." ho deciso di regalarvi questa sofficissima ricetta. La versione è quella originale del libro.. in cui potrete trovare anche la ricetta di una golosa confettura da abbinare a questa torta strepitosa!


Potete trovare il libro in tutte le librerie e nei negozi online più forniti. Vi lascio QUI il link diretto ad Amazon su cui è già disponibile da diversi giorni con un piccolo sconto. Qualora non riusciate a trovarlo in libreria non dimenticatevi di richiederlo, verrà fatta richiesta alla casa editrice che provvederà a rifornire tutte le librerie!
Questa ricetta può essere realizzata anche con latte vegetale in modo da essere facilmente adattabile a chi è intollerante al lattosio. Io consiglio il latte di mandorla in sostituzione al latte intero riportato nell'elenco degli ingredienti. Essendo un dolce molto soffice potete realizzarlo suddividendo l'impasto uniformemente tra due tortiere senza andarlo a tagliare. In caso contrario ricordate sempre che il dolce dovrà essere sempre ben freddo prima di andare a suddividerlo in due strati per la farcitura.
Per una torta diametro 20 cm



Ingredienti
150 g di farina di grano saraceno
2 uova a temperatura ambiente
120 ml di latte intero
50 ml di olio di semi
90 g di zucchero di canna
1 bustina di lievito per dolci
1 pizzico di sale
15 g di bacche di goji
confettura a piacere per farcire

Preparazione
In una ciotola montate  le uova con lo zucchero e un pizzico di sale per almeno 5 minuti. Dovrete ottenere un composto chiaro e ben spumoso. Aggiungete l'olio a filo e, successivamente, il latte. Continuate a lavorare con le frusta a bassa velocità e unite farina e lievito setacciati. Lavorate brevemente fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo.
Imburrate e infarinate una tortiera, diametro 20 cm, e versate circa l'impasto livellandolo bene
Fate cuocere in forno statico ben caldo a 180°C per circa 35-40 minuti.
Controllate il grado di cottura inserendo uno stecchino al centro del dolce. Dovrà uscirne completamente asciutto.
Lasciate raffreddare completamente prima di sformare il dolce. Dividetela a metà e farcitela con la confettura che preferite e le bacche di goji.
A piacere decorate con zucchero a velo

Torta cremosa allo yogurt e confettura


La torta cremosa allo yogurt e confettura è un dolce semplice, leggero e delicato. La sua consistenza è unica, vagamente cremosa e con un gusto che si sposa perfettamente con una morbida ed avvolgente farcitura a base di confettura.
E' un dolce facilissimo da preparare e anche molto veloce, perfetto per una merenda leggera. Non contiene burro, olio o lievito e può essere arricchita a piacere con la confettura che preferite. La cremosità dello yogurt dona all'impasto una consistenza umida e lievemente cremosa.



Per questa ricetta ho optato per una composta di fragole della linea Idee gustose di Dorhouse, senza zuccheri aggiunti, proprio come quelle fatte in casa, senza conservanti, gelatine e coloranti. Sui canali social (InstagramFacebook e Twitter) potrete poi scoprire nuove ricette, interessanti novità e promozioni, ma anche solo condividere con Dorhouse il vostro appuntamento quotidiano con il caffè (#appuntamentoquotidiano).

Per l'occasione vi lascio anche una nuova video ricetta per mostrarvi quanto è semplice preparare questa cremosissima torta.





Ingredienti
70 g di zucchero semolato
4 uova
50 g di miele millefiori
1 cucchiaino di estratto di vaniglia (facoltativo)
110 g di farina 00
500 g di yogurt bianco
Composta di fragole Idee GustoseDorhouse
Zucchero a velo per decorare (facoltativo)

Preparazione
Separate i tuorli dagli albumi.
Lavorate i tuorli con lo zucchero per almeno 5 minuti fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso. Unite quindi il miele e l'estratto di vaniglia. Quest'ultimo è facoltativo, ma regala un profumo unico al dolce. In alternativa potete utilizzare dei semini prelevati dalla bacca di vaniglia.
Lavorate velocemente il composto per pochi minuti. Incorporate quindi la farina, mescolando bene con una spatola. Unite lo yogurt e lavorate fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo.
Montate a neve ben ferma gli albumi e incorporateli al composto. Mescolate con delicatezza, per non smontare l'impasto, con movimenti dal basso verso l'alto.
Trasferite l'impasto in una teglia diametro 24 cm foderata con carta forno oppure ben imburrata e infarinata.
Fate quindi cuocere in forno statico già caldo a 180°C per 45 minuti circa. Controllate il grado di cottura con uno stecchino.
Una volta pronta lasciate raffreddare completamente e spolverizzate a piacere con zucchero a velo. Distribuite infine su tutta la superficie del dolce la composta di fragole.  

Patate Hasselback


Le patate Hasselback sono un'idea originale ed estremamente saporita per gustare un ottimo contorno a base di patate. La ricetta arriva direttamente dalla Svezia e prevede una preparazione a base di patate con la buccia, arricchite con riccioli di burro e con il caratteristico intaglio a ventaglio.
Per questa ricetta vi consiglio di utilizzare delle patate piccole o medie, calcolandone 1 o 2 a persona, a seconda delle dimensione.


Possono essere arricchite a piacere con pancetta, bacon o altri affettati, ma anche con formaggio, da disporre tra un taglio e l'altro, per un risultato ancora più goloso.
Io mi sono affidata alla ricetta della mia cara Germana e, qui a casa, l'abbiamo apprezzata talmente tanto che l'abbiamo già replicata diverse volte. La ricetta è molto semplice ed è particolarmente diffusa sul web. Gli amanti dei dolci sono certa mi perdoneranno per questa ricetta salata.
Per 3 persone



Ingredienti
6 patate medie
2 cucchiai di pangrattato
30 g di parmigiano reggiano grattugiato
2 rametti di rosmarino
1 piccolo spicchio di aglio
burro q.b.
olio evo q.b.
sale e pepe q.b.

Preparazione
Lavate bene le patate e sfregatele energicamente per eliminare le impurità presenti sulla buccia.
Tagliate una fetta nella parte inferiore per il senso della lunghezza.
Infilate uno spiedino a pochi millimetri dalla base nel senso della lunghezza, questo procedimento vi aiuterà a tagliare le patate in maniera corretta. Non dovrete infatti arrivare in fondo.
Con un coltello affettate finemente le patate in modo che però restino unite l'una all'altra, lo stecchino renderà tutto molto semplice.
Eseguite questa operazione con tutte le patate in modo da ottenere la classica forma a fisarmonica.
In un mixer tritate finemente il parmigiano, il pangrattato, l'aglio e gli aghi di rosmarino.
Distribuitelo poi all'interno e sulla superficie delle patate.
Ungete con olio evo una teglia antiaderente e disponetevi le patate. 
Aggiustate di sale e pepe e adagiate sulla superficie qualche ricciolino di burro.
Fate cuocete in forno statico già caldo per circa 50 minuti a 190°. Per verificare la cottura inserite uno stecchino: le patate dovranno risultare ben morbide.