Powered by Blogger.

Coniglietti di pane per Pasqua


Pasqua è un tripudio di uova e coniglietti, simpatici, ma spesso anche golosi. Proprio come questi coniglietti di pane, perfetti da utilizzare come segnaposto, adagiati su ogni piatto o vicino al tovagliolo di ogni commensale durante il pranzo di Pasqua. Sono l'idea stuzzicante anche per il vostro picnic di Pasquetta e possono essere arricchiti a piacere con erbe aromatiche o semi.
Per questa ricetta io ho utilizzato un mix di semi di lino, chia e sesamo che rende questo pane ancora più profumato.


Sono stati giorni frenetici e mi sarebbe piaciuto postare molte più ricette a tema. Purtroppo mi sono ritrovata all'ultimo minuto con tantissime idee e poco tempo per realizzarle. Fortunatamente per questi soffici e simpatici panini il mio nuovo Cook Processor di KitchenAid mi è stato di grande aiuto. Cook Processor è un robot da cucina multifunzione che impasta, cuoce (anche a vapore!), trita, omogenizza e molto altro ancora. Lavora velocemente e molto comodamente al posto tuo per permetterti di avere un po' più di tempo libero. Che tu voglia realizzare un buon risotto, uno stufato, un pollo al curry o del semplice e fragrante pane fatto in casa questo robot fa al caso tuo! Io sto "imparando" ad usarlo proprio in questi giorni... ed è davvero utile tornare a casa dopo una lunga giornata e trovare un po' di aiuto in cucina! Se volete scoprire qualcosa di più vi rimando a questo video.


Sul mio profilo Instagram trovate la storia completa con le varie fase di preparazione di questa ricetta.
Ma ho anche una strepitosa sorpresa che non potete assolutamente perdervi: uno SCONTO DEL 20% per l'acquisto di tutti i piccoli elettrodomestici KitchenAid! Tutto quello che dovete fare è cliccare qui, scegliere l'elettrodomestico che preferite e inserire il codice sconto KALIT18 prima di completare il tuo acquisto.


Questa ricetta è stata realizzata seguendo il procedimento consigliato dal Cook Processor di KitchenAid che velocizza i tempi di impasto e lievitazione direttamente nella sua pentola. La preparazione infatti dura solo 45 minuti e si può avere in poco tempo pane croccante e saporito. Tuttavia, per chi non avesse a disposizione il Cook Processor suggerisco di seguire la ricetta proposta qui, senza variare i tempi di impasto e di riposo.
Ora non mi resta che augurare a tutti voi una buona Pasqua!
Per 8 coniglietti


Ingredienti
220 ml di acqua
15 g di lievito di birra disidratato
420 g di farina 00
10 g di zucchero
1 cucchiaio raso di sale fino
4 cucchiai di olio evo
mix di semi di lino, chia e sesamo

Preparazione
Questa realizzazione prevede la lavorazione con il Cook Processor di KitchenAid. Potete realizzare questi simpatici coniglietti utilizzando questa ricetta.
Ponete nella pentola del Cook Processor l'acqua e il lievito. Inserite la lama per impastare. Chiudete e selezionate il programma Impastare P1.
Dopo questa fase unite la farina, lo zucchero, il sale e l'olio. Proseguite con il passaggio 2.
A questo punto controllate che l'impasto sia uniforme. Formate una palla, se necessario, ripulendo le pareti della pentola con l'apposita spatola. Attivate quindi il passaggio 3 che attiverà il processo di lievitazione (circa 40 minuti).
Non appena il pane sarà pronto, dividetelo in 8 pezzi di uguale peso. Prelevate da ognuno una piccola pallina e passatela nel mix di semi. Tenetele da parte.
Lavorate ogni parte fino ad ottenete un cordoncino, formate una U e intrecciate le estremità per 2 volte formando così le orecchie dei coniglietti. Adagiateli man mano su una teglia foderata con carta forno. Ponete al centro la pallina di impasto ai semi di lino, chia e sesamo. Fate quindi cuocere in forno statico già caldo a 200°C per circa 12 minuti o almeno fino a quando non risulterà dorato e croccante.



Crostata con crema di ricotta e gocce di cioccolato


La crostata con crema di ricotta e gocce di cioccolato è un dolce infinitamente buono e dal gusto delicato con un guscio di pasta frolla morbida e friabile che quasi si scioglie in bocca. Il ripieno è cremoso e fresco, senza cottura, ricorda vagamente la farcitura dei cannoli siciliani.
Tutto quello che dovrete fare è realizzare la vostra pasta frolla, potete seguire la mia ricetta o optare per quella che preferite. La crema di ricotta è altrettanto facile da preparare. Vi basterà mescolare tutti  gli ingredienti cercando di mantenere una consistenza perfettamente cremosa e aggiungere infine le gocce di cioccolato. Qualche anno fa avevo sperimentato la stessa versione con delle golose gocce di cioccolato bianco. Direi che è una valida alternativa per gli amanti del cioccolato. Vi consiglio quindi di provarle entrambe perché sono strepitose.


In questi giorni sono sempre di fretta e, a malincuore, ho dovuto trascurare un po' il blog a causa di molti impegni di lavoro urgenti. Conto nei prossimi giorni di riprendere il giusto ritmo e tornare a pubblicare torte e dolcetti. Per Pasqua avevo tantissime idee (e ancora più coniglietti!) da pubblicare, ma il tempo non mi ha permesso di preparare tutto con un po' di anticipo e quindi ci dovremo accontentare di 2/3 ricette soltanto! Vi assicuro però che saranno tutte golose e straordinariamente buone! Proprio come questa crostata!
Con la quantità di frolla da me proposta in questa ricetta otterrete 2 crostate diametro 20 cm, perfette per 6-8 persone cad.una. Ovviamente potete realizzare una sola crostata e conservare il resto della pasta frolla per squisiti biscotti o per altre ricette.  Per comodità vi riporto gli ingredienti per ogni singola crostata, ricordatevi quindi, qualora decidiate di realizzarne due di raddoppiare la quantità del ripieno. Se il dolce è destinato ai bambini potete omettere il liquore Grand Marnier o sostituirlo con acqua di fiori di arancio.
Per 1 crostata da 20 cm


Ingredienti
Per la pasta frolla (qui la ricetta)
Per il ripieno:
230 g circa di ricotta fresca e sgocciolata
80 g circa di zucchero a velo
arancia bio non trattata
1 cucchiaio di Grand Marnier (o 1 cucchiaio di acqua di fiori di arancio)
70 g di gocce di cioccolato fondente

Preparazione
Preparate la pasta frolla seguendo le indicazioni riportate in questa ricetta.
Lasciate riposare in frigorifero per almeno 1 ora. Trascorso il tempo di riposo stendetela ad uno spessore di 4-5 mm su un piano lievemente infarinato, avvolgetela su un matterello e adagiatela nello stampo per crostata da 20 cm. Fatela aderire bene allo stampo lungo i bordi e bucherellate il fondo con i rebbi di una forchetta.
Fate quindi cuocere in forno statico ben caldo a 180°C per 10-15 minuti o almeno fino a quando non risulterà dorata. Ritagliate la decorazione che più preferite. Io ho realizzato dei biscotti a forma di fiore e di coniglietto visto che Pasqua è alle porte! Ovviamente potete scegliere quella che più vi aggrada.
Fate cuocere anche i biscotti su una teglia foderata con carta forno alla stessa temperatura, ma fate attenzione ai tempi di cottura che possono variare in base alle dimensioni dei biscotti.
Lasciate raffreddare completamente.
Nel frattempo realizzate la crema alla ricotta con gocce di cioccolato.
E' molto importante lasciare sgocciolare la ricotta per almeno un'ora prima di eseguire questa preparazione.
Lavorate energicamente la ricotta con lo zucchero. Potete utilizzare anche delle fruste elettriche, se preferite. Unite il liquore, o l'acqua di fiori di arancio, qualora il dolce fosse destinato ai bambini, e la scorza di arancia grattugiata finemente. Unite infine le gocce di cioccolato e mescolate delicatamente con una spatola. Conservate in frigorifero per circa 30 minuti coperto con pellicola trasparente.
Farcite quindi la vostra crostata e decoratela a piacere con i biscotti.
Lasciate riposare per 30 minuti prima di gustare, in questo modo pasta frolla e la crema di farcitura saranno ancora più golose!
Si conserva per 2-3 giorni in frigorifero. Vi consiglio però di lasciarla riposare per almeno 30 minuti a temperatura ambente prima di gustarla.

Torta variegata al cocco e caffè


La torta variegata al cocco e caffè è il dolce perfetto per la prima colazione. Soffice e profumatissima, è ricca di ingredienti semplici e si prepara in pochissimo tempo. E' uno di quei dolci che si presta magnificamente a essere tuffato in una tazza di latte caldo oppure gustato con un buon caffè, dall'aroma forte e deciso.


La ricetta non necessita di grandi presentazioni. Quella che solitamente conosciamo come torta variegata è un dolce in cui due gusti, generalmente vaniglia e cacao, si sposano alla perfezione. Se ancora non avete provato una torta variegata correte ai ripari e andate subito a vedere come realizzare una golosissima zebra cake. In questa versione ho voluto optare per cocco e caffè, due sapori unici che si armonizzano alla perfezione, uno molto dolce e l'altro dal retrogusto amaro e forte.


Per realizzare una torta variegata è importante suddividere l'impasto in due parti uguali. Vi consiglio di pesarle per ottenere un risultato ancora più preciso. Dopo averlo suddiviso sarà necessario aromatizzare i due impasti e renderli uniformi per quanto riguarda la consistenza.


Vedrete, è più facile a farsi che a dirsi. Per unire i due impasti, senza che si mescolino troppo, vi consiglio di utilizzare due sacche da pasticcere. Scoprirete quanto è comodo e veloce preparare questo dolce bigusto!
Per una torta da 20 cm - per 6-8 persone.



Ingredienti
3 uova
120 g di zucchero semolato
100 g di burro morbido
150 g di farina 00
1/2 bustina di lievito (circa 8 g)
1 pizzico di sale
30 ml di latte
Per l'impasto al cocco:
20 g di cocco grattugiato
1 cucchiaio di latte
Per l'impasto al caffè:
30 ml di caffè espresso freddo
30 g di farina 00


Preparazione
Lasciate ammorbidire il burro a temperatura ambiente per 30 minuti circa.
Unitelo a 100 g di zucchero (preso dal totale) e lavoratelo con le fruste elettriche o con una planetaria munita di frusta K fino ad ottenere una morbida crema.
Separate i tuorli dagli albumi. Aggiungete il restante zucchero (20 g) e un pizzico di sale a questi ultimi e montateli a neve, tenete da parte.
Unite un tuorlo alla volta al mix di burro e zucchero e continuate a lavorare fino ad ottenere una crema omogenea. Aggiungete quindi il lievito e la farina ben setacciata. Lavorate il tutto a velocità bassa aggiungendo il latte a filo, fino ad avere un impasto liscio.
Incorporate quindi con molta delicatezza gli albumi facendo attenzione a non smontare il composto. Utilizzate una spatola per effettuare questa operazione.
Dividete l'impasto in due parti perfettamente uguali.
Aggiungete alla prima il caffè freddo e la farina e mescolate bene. Unite alla seconda il cocco grattugiato e il cucchiaio di latte e lavorate fino ad ottenere un composto liscio.
Riempite due sacche da pasticcere con i composti ottenuti.
Imburrate e infarinate uno stampo per torte da 20 cm
Create 3 cerchi di impasto al caffè all'interno dello stampo: uno all'esterno, lungo il bordo della tortiera, uno a metà e completate con un ciuffo di impasto al centro dello stampo.
Proseguite riempiendo gli spazi vuoti con l'impasto al cocco. Fate due o tre giri per ogni gusto e proseguite in questo modo fino a quando non avrete terminato l'impasto.
In alternativa potete distribuire i due impasti a cucchiaiate.
Con uno stecchino disegnate sulla superficie del dolce dei piccoli cerchi.
Fate quindi cuocere in forno statico già caldo a 180°C per circa 45 minuti controllando il grado di cottura con uno stecchino.

Tiramisù alla crema di cioccolato e Baileys


In realtà questa ricetta si potrebbe definire un finto "Tiramisù" alla crema di cioccolato e Baileys, perché seppur sia squisito e infinitamente goloso, in realtà non si tratta di un vero e proprio tiramisù perché preparato con una morbida crema pasticcera al cioccolato al posto della tradizionale crema al mascarpone. Questo lo rende ottimo sia tiepido che freddo ed è un'idea perfetta per la festa del papà!


Il tocco in più è dato dalla nota dolce e alcolica del Baileys. In questa ricetta io l'ho aggiunto al caffè e trovo che sia perfetto per aromatizzarlo e procedere poi con la bagna dei savoiardi. Provate e vi ritroverete ad usarlo spesso e volentieri. Potete eventualmente sostituirlo con whiskey, brandy o rum, sempre in aggiunta al caffè.


La crema pasticcera al cioccolato si prepara facilmente anche la sera prima e potete adattarne la cremosità giocando sui tempi di cottura e di riposo. Per la preparazione vi consiglio di utilizzare un buon cioccolato fondente extra, ma ovviamente avete totale libertà di scelta per creare accostamenti sempre nuovi e più golosi. Qui trovi tante altre idee per preparare ottimi tiramisù.
Per 4-6 porzioni di "tiramisù" (le porzioni possono variare in base alla scelta del contenitore utilizzato per servire il dolce)



Ingredienti
1 confezione di savoiardi
caffè q.b.
2-3 cucchiai di cacao amaro
2 cucchiai abbondanti di crema al whiskey e cioccolato Baileys
Per la crema pasticcera:
2 tuorli
90 g di zucchero semolato
30 g di farina 00
300 ml di latte
70 g di cioccolato fondente al 70%


Preparazione
Fate scaldare il latte senza portarlo ad ebollizione.
Nel frattempo in una ciotola lavorate i tuorli con lo zucchero. Incorporate quindi la farina e mescolate bene. Non appena il latte sarà caldo versato sul composto di uova e zucchero e lavorate bene con una frusta per evitare la formazione di grumi. Trasferite il tutto nuovamente nel pentolino e portate sul fuoco. Fate cuocere a fiamma medio-alta per 4 minuti circa mescolando continuamente. Togliete dal fuoco e unite il cioccolato tritato o a pezzetti. Continuate a lavorare il composto fino a quando quest'ultimo non si sarà completamente sciolto e sarà perfettamente incorporato.
Fate raffreddare la crema e, se decidete di non utilizzarla subito, copritela con pellicola trasparente per alimenti e conservatela in frigorifero per un massimo di 2 giorni.
Per preparate il vostro tiramisù alla crema di cioccolato e baileys iniziate preparando il caffè e lasciandolo raffreddare completamente. Zuccheratelo a piacere, anche se a mio parere non è necessario vista la dolcezza della crema. Aggiungete al caffè la crema al whiskey e cioccolato Baileys (anche quella classica andrà benissimo, oppure optate per altro liquore a piacere). Inzuppate i savoiardi nel caffè e disponeteli sul fondo di ogni coppetta. Versate qualche cucchiaio di crema al cioccolato e procedete via via fino ad esaurimento creando vari strati di savoiardi e crema. Completate con una spolverizzata di cacao amaro.

Crostata senza glutine con ricotta, albicocche, lamponi e mandorle


La crostata senza glutine con ricotta, albicocche, lamponi e mandorle è un dolce squisito, coloratissimo, fresco e leggero al tempo stesso. Una torta perfetta per qualsiasi occasione che si consuma senza troppi rimorsi grazie alla sua leggerezza. La pasta frolla è senza glutine, realizzata con farina di riso, seguendo una ricetta ormai collaudata che avevo sperimentato diverso tempo fa con dei golosi biscotti farciti che trovate qui.


E' passato molto tempo dalla mia ultima crostata. Nonostante la pasta frolla sia una delle mie più grandi alleate e la crostata uno dei miei dolci preferiti, negli ultimi mesi mi sono ritrovata a sfornare molte torte soffici, altrettanto buone certo, ma meno croccanti, friabili e burrose rispetto alle deliziose crostate.


Il ripieno di questo guscio rigorosamente senza glutine è stato preparato con una morbida crema di ricotta, fresca, delicata, leggera, a cui sono stati aggiunti tanti pezzetti di frutta fresca, come i lamponi, disidratata, come le morbide albicocche e, infine, secca, come le mandorle, rigorosamente tritate grossolanamente, perfette per regalare una nota ancora più croccante!
E' un dolce semplice, ed è un'idea perfetta per la festa del papà. Una volta realizzata la pasta frolla senza glutine potete preparare questa crostata in pochissimi minuti con molta facilità! L'effetto e i colori della frutta la renderanno super scenografica e il suo ripieno sarà davvero goloso!
Trovate tante altre idee senza glutine anche qui.
Per una crostata da 20 cm - per 6/8 persone



Ingredienti
Per la pasta frolla senza glutine:
1 uovo
110 g di burro freddo
300 g di farina di riso
110 g di zucchero semolato
Per la farcitura:
200 g circa di ricotta
3 cucchiai di zucchero a velo senza glutine
1 cucchiaio di panna vegetale
80 g di lamponi
10 mandorle LifeStyle

Preparazione
Nella ciotola della planetaria unite farina di riso, il burro freddo da frigorifero, tagliato a pezzetti e lo zucchero.
Lavorate il tutto con la frusta K fino ad ottenere un composto sabbioso. Aggiungete l'uovo e continuate a lavorare fino ad ottenere una buona consistenza, leggermente più compatta. Cercate di compattare il composto utilizzando le mani e trasferitelo su un piano di legno. Iniziate a lavorare l'impasto con le mani fino a quando non avrete ottenuto una frolla compatta, elastica e ben liscia. Occorreranno circa 5-8 minuti.
Formate quindi una palla, schiacciatela leggermente e avvolgetela nella pellicola per alimenti. Ponete in frigorifero per il riposo per circa 30 minuti.
Una volta pronta preriscaldate il forno a 180°C. Lasciate riposare la frolla a temperatura ambiente per una decina di minuti qualora risultasse troppo soda. Rilavoratela velocemente su un piano leggermente infarinato e iniziate a stenderla con un mattarello ad uno spessore di circa 1/2 cm.
Avvolgete la pasta frolla su un mattarello e adagiatela in uno stampo per crostate da 20 cm.
Eliminate la pasta in eccesso, bucherellate il fondo con i rebbi di una forchetta e procedete con la cottura in bianco.
Ponete in forno ben caldo a 180° per circa 15 minuti circa. Sfornate non appena la crostata inizierà a dorarsi e assumerà un delicato color biscotto. Sfornate e lasciate raffreddare completamente prima di farcire.
Lavorate energicamente la ricotta con lo zucchero e la panna vegetale, se necessaria per ammorbidire il composto. Farcite a piacere la base di pasta frolla. Decorate quindi con pezzetti di albicocche, mandorle tritate e lamponi freschi.

Torta agli albumi con mele e cannella


La torta agli albumi con mele e cannella è un dolce semplice, soffice e profumatissimo! Una variante alla classica torta di mele che vi permetterà di smaltire eventuali albumi in eccesso, avanzati da altre preparazioni.
Avevo già sperimentato qualche mese fa una golosa ricetta di torta agli albumi con gocce di cioccolato e ci era piaciuta talmente tanto che spesso la replichiamo per colazioni e merende. Questa ricetta è una versione ricca di frutta fresca e l'intenso aroma della cannella.
La primavera tarda a farsi vedere e non si può fare altro che continuare a godere di morbide fette di torta accompagnate da tè speziati e cioccolata calda.


Se volete realizzare questo dolce, ma non avete una scorta di albumi, potete ricorrere alle comode confezioni di albumi, già pastorizzati, in vendita nei supermercati più forniti. Io li acquisto spesso per preparare meringhe altri squisiti dolci a base di albumi, qui trovate giusto un paio di idee.
La torta di mele e cannella agli albumi è un versione più leggera e delicata rispetto alla classica torta di mele, ma è ugualmente strepitosamente soffice e ricca di gusto! Una valida alternativa per chi è alla ricerca di un dolce profumatissimo e leggero! Inoltre non contiene lattosio perché preparata con acqua e olio di semi. Per quest'ultimo scegliete quello che preferite, in alternativa potete optare anche per olio evo, ma dal gusto molto delicato.
Per questa ricetta è consigliato uno stampo con fondo apribile da 22 cm



Ingredienti
5 albumi (circa 175 g)
2-3 mele bio
120 g di zucchero di canna
250 g di farina 00
1 bustina di lievito per dolci
120 g di acqua
120 g di olio di semi
1 cucchiaino di cannella in polvere
1 pizzico di zenzero in polvere

Preparazione
Montate a neve ben ferma gli albumi.
In una ciotola unite la farina e il lievito setacciati, lo zucchero, la cannella, lo zenzero.
Aggiungete quindi gli ingredienti liquidi: olio e acqua. Mescolate bene con una spatola fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo.
Unite quindi con molta delicatezza gli albumi in 2-3 tempi, lavorando con la spatola dal basso verso l'alto, in modo che il composto resti ben soffice e spumoso.
Tagliate a fettine le mele eliminando il torso e, a piacere o qualora non fossero biologiche la buccia.
Imburrate uno stampo con cerniera apribile da 22 cm. Adagiate sul fondo metà delle fettine di mela a raggiera. Versate su di esse l'impasto livellando bene. Completate distribuendo sulla superficie altre fette di mela.
Fate cuocere in forno statico ben caldo a 180°C per circa 40 minuti.
Controllate il grado di cottura con uno stecchino che dovrà fuoriuscire completamente asciutto.
Lasciate raffreddare prima di sformare e gustare.
A piacere potete servirla spolverizzata con zucchero a velo o con un velo di cannella.

Muffin integrali all'avena con cuore di confettura


Per una colazione o una merenda leggera e gustosa i muffin integrali all'avena con cuore di confettura sono perfetti! Il loro profumo intenso e la loro morbidezza vi accompagneranno per tutta la giornata come una soffice coccola! L'ideale per queste giornate glaciali!

La loro preparazione è semplicissima e potete optare per la farina che preferite. Stesso discorso vale per la farcitura. Io ho optato per una cremosa confettura di albicocche, semplice e dal gusto intenso, soprattutto se preparata in casa.



Tutto quello che vi serve è una ciotola e uno sbattitore elettrico. Utilissimi i pirottini di carta per la cottura dei muffins. I muffin in questo modo restano ben compatti, la loro forma integra e il ripieno ben racchiuso al centro di ogni dolcetto. Per questa ricetta mi sono affidata ad un dolce che avevo provato diversi mesi fa e di cui mi ero innamorata, tanto che ne ho già provate infinite versioni: la torta versata. E' un trucchetto perfetto per avere torte e dolci ben farciti e cremosissimi. 




Qui la neve continua a cadere e mi sono lasciata incantare dal paesaggio e da questa atmosfera un po' "hygge" per gustare questi deliziosi e leggeri muffin con una tazza di tè. Sono la mia colazione perfetta: piccoli, semplici e gustosi. Facilissimi da preparare anche la sera prima di andare a letto così da avere un dolcetto sano e goloso per la prima colazione della famiglia!
Per circa 8-10 muffin





Ingredienti
140 g di farina integrale
10 g di crusca di avena
1 o 2 cucchiai di fiocchi di avena
2 uova a temperatura ambiente
1/2 bicchiere di latte di mandorla
50 ml di olio di semi
90 g di zucchero di canna
1 bustina di lievito per dolci
1 pizzico di sale
scorza di arancia bio
100 g circa di confettura di albicocche (o altra a piacere)

Preparazione
In una ciotola montate  le uova con lo zucchero e un pizzico di sale per almeno 5 minuti. Dovrete ottenere un composto chiaro e ben spumoso. Aggiungete l'olio a filo e, successivamente, il latte. Continuate a lavorare con le frusta a bassa velocità e unitfarina e lievito setacciata. Unite la scorza di arancia bio finemente grattugiata, la crusca di avena e i fiocchi. Lavorate brevemente fino ad ottenere un composto omogeneo.
Foderate con dei pirottini, adatti alla cottura in forno, una teglia per muffins e versate circa metà dell'impasto.
Fate cuocere in forno statico ben caldo a 180°C per circa 10 minuti. Togliete velocemente dal forno e una cucchiaiata di confettura sulla superficie, lasciando almeno 1 cm dal bordo del dolce. coprite la farcitura con uno o due cucchiai del restante impasto. Ponete nuovamente in forno per altri 8-10 minuti. 
Controllate il grado di cottura inserendo uno stecchino al centro del dolce. Dovrà uscirne completamente asciutto.
Lasciate raffreddare completamente prima di gustare i muffin