6 maggio 2013

Torta variegata al cacao e vaniglia

IMG_7135

IMG_7144

Esistono dolci che parlano di tutta la gioia e la spensieratezza dell'infanzia. Si tratta per lo più di dolci rustici, facili da realizzare e che riempiono di gioia qualsiasi bimbo proprio per la loro semplicità. Questa è una delle prime torte che ho imparato a preparare. Non ricordo esattamente la ricetta con cui mi cimentavo da bambina, c'era un tempo in cui il mio naso passava dal manuale di nonna papera a quello del dolceforno e quei piccoli istanti erano felicità pura! Il fatto di poter realizzare una torta per merenda e poterlo fare, quasi, interamente da sola mi riempiva di orgoglio.

La torta variegata è una delle realizzazioni più semplici che si possano immaginare eppure è talmente bello vedere l'unione perfetta tra due gusti come vaniglia e cioccolato. Ogni fetta è una piccola meraviglia. Qualche giorno fa ho provato a realizzarla nuovamente. Ne erano passati di anni, dall'ultima volta. Forse ero ancora un'adolescente alle prime armi con i fornelli. Fatto sta che ho voluto riproporla al piccolo di casa, per una semplice merenda, vista la sua nuova passione per il cacao. Ho provato a cercare la vecchia ricetta che spesso mi capitava di utilizzare, ma il caso ha voluto che me ne capitassero tra le mani tante diverse versioni e anche qualche dubbio tra conoscenti e amiche. Alcune mi hanno chiesto come fosse possibile separare in maniera distinta i due gusti regalando quell'effetto variegato golosissimo! Non so se esista un vero e proprio segreto o una tecnica particolare, ma credo che questa sia una delle ricette più riuscite che io abbia mai provato. Proprio per questo motivo non posso fare a meno di proporvela, nonostante questa torta non sia particolarmente innovativa e originale, ma in quanto a morbidezza, gusto e golosità non la batte nessuno!

IMG_7129

IMG_7140

IMG_7142

IMG_7134

Ingredienti:
50 gr di cacao amaro
3 uova
175 gr di burro fuso
1 pizzico di sale
175 gr di farina
5 gr di lievito per dolci
200 gr di zucchero semolato
1 cucchiaio di estratto di vaniglia

Preparazione:
Separate i tuorli dagli albumi e montate a neve quest'ultimi con un pizzico di sale. Tenete i tuorli da parte.
Fate fondere il burro e lasciate raffreddare completamente. Ponetelo in un'ampia ciotola e unite lo zucchero. Sbattete bene e aggiungete i tuorli continuando a mescolare con energia. Unite quindi la farina e il lievito ben setacciati. Mescolate e incorporate gli albumi montati a neve con molta delicatezza. Il composto non sarà particolarmente liquido, non preoccupatevi. Dividetelo in due parti uguali. Nella prima aggiungete il cacao amaro e mescolate velocemente senza smontare il composto. Nella seconda parte di impasto unite un cucchiaio di estratto di vaniglia. Imburrate e infarinate una teglia tonda dal diametro di 20-22 cm oppure uno stampo da plumcake.
Aiutandovi con un cucchiaio alternate i due tipi di impasto, cercando di distribuirli in maniera omogenea, ma senza mischiarli ulteriormente. Non preoccupatevi se l'impasto risulta particolarmente denso e compatto. Potrà sembrarvi strano, ma a cottura ultimata vi accorgerete di avere una torta perfetta. Del resto si tratta di una pound cake.
Non appena avrete terminato di disporre i vari strati di impasto, anche sovrapponendoli, infornate nel forno già caldo a 200°C per circa 50 minuti. Controllate il grado di cottura con uno stecchino che dovrà fuoriuscire completamente asciutto.

30 commenti:

  1. buonooooo! lo preparavo anche io in passato e bisticciavo con le striature non mi venivano mai come volevo io ma il dolce era ed è buono sempre, ciao e...belle foto , bei colori ,ciao a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio moltissimo Caterina,
      anche io quando ero ragazza impazzivo per avere delle striature perfette e raramente mi riuscivano così bene! Però il gusto di questa semplice torta è qualcosa di unico e confortante!
      A presto

      Elimina
  2. anche io ne ho fatta una simile, ma a forma di ciambella! meravigliosa così, la voglio provare!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ero indecisa anche io se farla a forma di ciambella, poi il primo stampo che mi è capitato tra le mani è stato quello da plumcake e così mi sono buttata a capofitto ;)
      Un bacione

      Elimina
  3. La torta variegata è una torta che mi ricorda le merende di quando ero bambina...è una torta che non passerà mai di moda...mi piace molto il set che hai usato per le foto.Belle!!! Un abbraccio
    Ele

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verissimo, anche io da piccola la adoravo!! Con questa era davvero una merenda super!!
      Sono felice che il set ti piaccia.. mi sono messa seriamente di impegno a dipingere in questa ultima settimana e questo era uno degli esperimenti ;)
      Un bacione

      Elimina
  4. i dolci da credenza sono i miei preferiti e questa in particolare mi ricorda le mie merende da ppiccola con accanto la spremuta d'arancia!
    buona giornata
    Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alice,
      mi piace la definizione "dolci da credenza" è così calda e confortevole, sa di casa e caminetto acceso! Mi piace da impazzire!
      Questa con la spremuta d'arancia è una favola!!
      Un abbraccio

      Elimina
  5. Che bei ricordi... e complimenti x la torta, ha un aspetto davvero invitante

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Elena, sono felice che ti sia piaciuta!
      A presto

      Elimina
  6. Che buona questa tortina... e che belli i tuoi ricordi di bambina!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Serena, sei gentilissima!
      I ricordi di infanzia portano sempre cose dolcissime ;)

      Elimina
  7. il plumcake variegato mi ricorda tantissimo la mia infanzia!!!
    bellissimo, seguirò la tua ricetta!!

    Giulia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giulia,
      è vero questa torta è proprio una coccola un po' retrò, che sa di merende, di infanzia e di giochi!
      Se provi la ricetta poi fammi sapere cosa ne pensi, mi raccomando!

      Elimina
  8. La tua capacità di fotografare in modo speciale anche le torte più semplici mi stupisce sempre..

    Not Only Sugar

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ok sono ufficialmente arrossita :)
      Grazie infinite
      Un bacione

      Elimina
  9. anche io da piccola lo facevo spesso e ricordo che la mia mamma lo chiamava MARMOR DOLCE una cosa del genere ....complimenti adoro questi dolci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cinzia,
      adesso che mi ci fai riflettere anche la mia nonna la chiamava "Marmor Dolce"!! A casa di mia mamma invece è sempre stata la torta variegata. Ovviamente non c'è nessuna differenza ;)
      Sono felice che ti piaccia anche se la torta è semplicissima
      Un abbraccio

      Elimina
  10. Perchè Tutto dipende da Come guardi, come questa torta.. così semplice ma così speciale perchè specchia di Luce.

    Un abbraccio :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Silvietta, sei dolcissima!!
      Un abbraccio anche a te!

      Elimina
  11. che delizia... complimenti ^_^ mi fermo molto volentieri...
    a presto!!!
    passa a trovarmi ... mi farà piacere
    ann@ di http://unpodibricioleincucina.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Anna!!
      Passerò sicuramente a trovarti!
      A presto

      Elimina
  12. Che bontà e che foto meravigliose!

    RispondiElimina
  13. Ottimo blog! Complimenti! Ricette gustose!

    http://www.ricette-dolci-ricette.com
    http://www.le-ricette.it

    RispondiElimina
  14. E venuta bruciata e bassa. Ma siamo sicuri che questa e la ricetta giusta?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro anonimo, ti assicuro che quello che vedi in fotografia è il risultato puro e semplice di ogni mia ricetta. Non mi permetterei mai di far passare una ricetta per un'altra e mi dispiace moltissimo che tu possa pensare questo.
      Potrebbero esserci diversi motivi per il quale la torta non ha avuto i risultati sperati. A volte si dimentica un passaggio, non si montano bene gli albumi, la si mette in forno non ancora giunto alla giusta temperatura. Potresti aver usato una teglia troppo ampia oppure il tuo forno genera un calore maggiore rispetto ad altri (credimi succede a molti! soprattutto con forni a gas). Io ho utilizzato uno stampo rettangolare da plumcake e faccio spesso e volentieri questa ricetta semplice e perfetta per la merenda. Se hai bisogno di aiuto o spiegazioni mi trovi qui ;) scrivimi pure: tanadelconiglio@live.it
      A presto

      Elimina
  15. Torta fatta e rifatta mille volte!! E' davvero buonissima. Ti volevo chiedere, se per caso volessi sotituire il burro con l'olio, come mi devo comportare? Grazie mille

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...