Pudding al cocco e confettura di lamponi

5 febbraio 2015


Il pudding è un dolce che sperimento in questi giorni per la prima volta. Non so perchè, ma non l'ho mai trovato particolarmente allettante, e invece come mi sbagliavo!! L'impasto resta soffice e non appena rovesci lo stampo cola su di esso tutta una salsa cremosa davvero deliziosa ed estremamente golosa. E' impossibile resistergli e la parte più bella è che può essere realizzato in mille varianti. Come sempre il merito va a Donna Hay, che in quanto a ricette non sbaglia un colpo! Ho fatto qualche piccola variazione rispetto alla ricetta originale, ma resta comunque una ricetta super affidabile, impossibile da sbagliare, anche per chi, come me, è alle prime armi con questo tipo di preparazione.

Questa versione unisce due degli ingredienti che più apprezzo, il cocco e i lamponi. In questo caso la confettura di lamponi, meglio se fatta in casa. Potete comunque sostituirla anche con un'ottima confettura al mango o frutto della passione o qualsiasi altra marmellata vi capiti sotto mano. Il sentore del cocco è leggero e rende il dolce estremamente soffice e profumato.
La cottura può risultare un po' lunga per un dolce monoporzione, ma ne vale la pena. Vi consiglio di utilizzare delle cocotte o ramequins resistenti al calore. In alternativa esistono in commercio dei comodi stampini usa e getta in alluminio, perfetti per una ricetta come questa.


  

La particolarità di questa ricetta sta nel metodo di cottura, che sfrutta il vapore dell'acqua contenuto nella teglia in cui andrete ad immergere, solamente per metà, i vostri stampini. 
In questa ricetta i tempi di cottura possono variare in base alle dimensioni dello stampo utilizzato, al tipo di forno e alla quantità di ramequins contenute nella teglia. Controllate sempre infilando uno stuzzicadenti al centro di ogni pudding per valutare il grado di cottura. Dovrà fuoriuscire completamente asciutto e ben pulito, nonostante l'impasto sia davvero molto soffice. Per evitare che l'impasto si attacchi al foglio di alluminio durante la cottura, potete preventivamente imburrarlo lievemente. Nel mio caso, nonostante sia entrato a contatto con l'impasto, non è stato necessario, ma è un consiglio che può tornare utile, soprattutto se non avete a disposizione una teglia particolarmente alta.


Ingredienti
120 g di confettura di lamponi
1 cucchiaio di acqua calda
75 g di burro morbido
75 g di zucchero semolato
1 uovo
115 g di farina 00
30 g di farina di cocco
1 cucchiaino di lievito per dolci
125 ml di latte

Preparazione
In una ciotolina mescolate la confettura di lamponi con un cucchiaio di acqua calda. Versatene circa 1 cucchiaio in ogni ramequins, livellandola bene, poi ponete in freezer per tutto il tempo necessario a preparare l'impasto.
Preriscaldate il forno a 180°C.
In una ciotola sbattete il burro morbido fino ad ottenere una crema. Unite quindi lo zucchero creando una morbida spuma, infine aggiungete l'uovo, mescolando bene. Unite quindi tutti gli altri ingredienti, mescolando dopo ogni aggiunta, fino ad ottenere una crema morbida ed omogenea.
Distribuite l'impasto tra le varie ramequins, facendo attenzione a non intaccare il fondo di confettura. Non riempitele completamente, ma solo fino a 2/3 in quanto tenderà ad aumentare di volume.
Posizionate le ramequins in una teglia abbastanza alta. Versate dell'acqua bollente all'interno della teglia fino ad arrivare a metà altezza della ramequins. Fate molta attenzione affinchè l'acqua non entri in contatto con l'impasto. Coprite con un doppio foglio di carta alluminio e ponete in forno ben caldo per circa 50 minuti. 
Controllate il grado di cottura infilando uno stecchino al centro del pudding. Esso dovrà fuoriuscire completamente asciutto. Qualora risultasse ancora morbido, prolungate la cottura di qualche minuto. I tempi di cottura possono variare anche in base alle dimensioni dello stampo o al tipo di forno. 
Non appena saranno pronti, togliete le ramequins dall'acqua e capovolgetele con delicatezza direttamente su un piatto. Servite subito, ancora calde.
La tana del coniglio © . Design by Berenica Designs.