La tana del coniglio

Food+photography blog. Raccolta di ricette e appunti di cucina.

Cerca

Treccine alla crema pasticcera


 Le treccine alla crema pasticcera sono semplici e golose brioche perfette per una ricca e profumatissima colazione. La pasta brioche è facile da realizzare e, con pochi semplici accorgimenti, potrete realizzare facilmente queste piccole delizie che ricordano vagamente le classiche danesi.

La crema pasticcera può essere realizzata anche con un po' di anticipo e la cosa più importante è che sia ben soda e densa, non troppo liquida, per poter andare a farcire le treccine senza fuoriuscire troppo durante la cottura. Come per tutti i lievitati ci vuole un po' di pazienza nei tempi di riposo e lievitazione, ma vi assicuro che una volta sfornate, l'attesa sarà largamente ricompensata. 

Il loro profumo è unico e risultano soffici a lungo. Potete conservarle per 2 giorni in un contenitore ermetico ben sigillato in ambiente fresco. Per recuperare la freschezza e la fragranza delle brioche appena sfornate potete scaldarle per pochi minuti in forno a bassa temperatura o utilizzare per pochi secondi il programma scongelamento del microonde.

Per circa 12 treccine




Ingredienti
Per la pasta brioche:
130 g di farina Manitoba
130 g di farina 00
10 g di lievito di birra
1 uovo medio
100 ml di latte intero + extra per spennellare
60 g di burro morbido
60 g di zucchero semolato
1 pizzico di sale

Per farcire:
crema pasticcera (qui la ricetta)

Preparazione
Sbriciolate il lievito nel latte tiepido (circa 27°C) e lasciate agire per una decina di minuti
Nella ciotola di una planetaria unite la farina manitoba, la farina 00 e lo zucchero.
Mescolate brevemente e unite il mix di latte e lievito.
Potete effettuare questa lavorazione anche a mano, su un piano di lavoro o in una ciotola ampia, ma il processo sarà più lungo e occorrerà una buona dose di energia per ottenere un buon impasto.
Qualora optiate per la planetaria utilizzate un gancio impastatore e iniziate a lavorare il composto. Aggiungete quindi l'uovo leggermente sbattuto e il sale. Unite infine poco burro morbido per volta, mescolando bene dopo ogni aggiunta, affinchè sia perfettamente incorporato.
Lavorate il tutto a velocità medio/alta per almeno 10 minuti.
L'impasto risulterà appiccicoso, ma con la lavorazione acquisterà una buona elasticità e compattezza. Dovrete ottenere un impasto perfettamente liscio ed omogeneo, leggermente burroso, che si staccherà perfettamente dai bordi della planetaria..
Formate una palla e ponetela in una ciotola capiente per la prima lievitazione, che durerà circa 2 ore. L'impasto dovrà triplicare di volume.
Coprite con un canovaccio e lasciate lievitare in un luogo tiepido e al riparo da correnti d'aria oppure nel forno spento con luce accesa.

Terminata la prima lievitazione, infarinate leggermente un piano di lavoro e stendete l'impasto fino ad ottenere uno spessore di circa 4-5 mm. Cercate di conferirgli la forma di un rettangolo con misura 45x24 cm circa.
Ritagliate quindi dei rettangoli larghi circa 5 cm. Praticate un'incisione al centro. Fate passare le estremità 2-3 volte all'interno del taglio. In questo modo riuscirete a creare facilmente una sorta di treccia aperta al centro.
Disponete le trecce man mano su una o più teglie foderate con carta forno distanziandole bene.
Coprite con un telo e fate lievitare per circa 1 ora o fino al raddoppio di volume.
Riempite una sacca da pasticcere con crema pasticcera abbastanza densa (qui potete trovare la mia ricetta). Farcite le brioche riempiendo la parte del taglio. Durante la lievitazione si sarà nettamente ristretta.
Spennellate quindi la superficie di ogni treccia con poco latte.
Fate cuocere in forno statico preriscaldato a 180°C per 15-16 minuti o almeno fino a completa doratura. I tempi di cottura possono variare in base alle dimensioni delle brioche.

2 commenti

  1. Bellissime e golosissime queste treccine con la crema pasticcera!
    Proverò!

    RispondiElimina

Printfriendly