19 giugno 2010

Gnocchetti al nero di seppia

Sono veramente dispiaciuta che il blog prosegua un po' a rilento in questo periodo, ma sto facendo del mio meglio. Purtroppo ho bisogno ancora di recuperare tutte le energie per tornare a dedicarmi alla cucina a tempo pieno. C'è di buono che in questi giorni la pioggia riesce in qualche modo a farmi cucinare un po' più tranquillamente. In ogni caso, presa da un di quelle strane "voglie" da gravidanza qualche giorno fa sono piombata nel solito ristorantino di fiducia certa di potermi gustare un bel piatto di gnocchi al nero di seppia. Ormai il cameriere mi conosce talmente bene che sa alla perfezione quello che deciderò di ordinare già dalla scelta dell'antipasto! Inutile raccontarvi la mia delusione quando mi sono sentita dire che erano finiti e che poteva servirmi dei gustosi gnocchetti verdi!! Insomma ho passato tutto il week-end a sognare questi benedetti gnocchi al nero di seppia!! E vi assicuro che li sognavo proprio! Poi, stanca di aspettare, questa mattina mi sono rimboccata le maniche e ho iniziato a sbucciare patate, farle bollire, schiacciarle e finalmente mi sono potuta godere un mega piatto di deliziosi gnocchetti neri! Queste sì che sono soddisfazioni!
Per la preparazione è consigliabile utilizzare patate a pasta gialla o bianca, meglio se un po' vecchie. Molti le cuociono direttamente con la buccia, dopo averle ben lavate. Io, per risparmiare tempo e fatica, vi consiglio di lavarle, sbucciarle e tagliarle in modo che abbiamo più o meno tutte la stessa dimensione (la cottura sarà così omogenea). Gettatele quindi in acqua fredda con un pizzico di sale grosso e un cucchiaino di aceto. Questa è una chicca appresa da poco. L'aceto infatti serve a mantenere la consistenza delle patate, in maniera tale che non risultino troppo acquose e non si debba utilizzare inutilmente troppa farina durante l'operazione di impasto. Per quanto riguarda il nero di seppia, potrete trovare delle comode bustine in commercio nei supermercati più forniti. Altrimenti potrete tranquillamente utilizzare uno o due sacchettini contenuti nelle seppie. Per quanto riguarda il condimento, io consiglio un sughetto alla polpa di granchio, ma potrete tranquillamente gustarli con un semplice sugo di pomodoro preparato con un soffritto all'aglio e spolverando il tutto con abbondante prezzemolo fresco.
Ingredienti
1 kg di patate 
250 gr di farina 00
4 gr di nero di seppia (1 bustina - già confezionata)
sale 
pepe
1 cucchiaino di aceto (facoltativo)


Preparazione
Lavate e sbucciate le patate. Tagliatele in maniera tale che abbiamo tutte più o meno la stessa dimensione. In questo modo renderete più omogenea e veloce la cottura. Gettatele in abbondante acqua lievemente salata (una manciata di sale grosso dovrebbe bastare), aggiungendo un cucchiaino di aceto. L'aceto aiuterà le patate a non acquisire troppa acqua durante la cottura. Potrete così procedere all'impasto senza utilizzare troppa farina e riuscirete così ad avere degli gnocchi decisamente più morbidi. Fate bollire le patate per circa 30-40 minuti o almeno fino a quando non saranno tutte abbastanza morbide. Scolatele e, ancora calde, passatele al setaccio. Lasciatele raffreddare per qualche minuto. Unite abbondante sale e un pizzico di pepe macinato. Non appena si saranno raffreddare aggiungete poca farina per volta e il nero di seppia. Impastate bene il tutto, in maniera tale che l'impasto risulti di un bel colore nero ben omogeneo. Dovrete ottenere un composto morbido e asciutto. Aggiungete eventualmente ancora poca farina, nel caso in cui risultasse troppo molle o appiccicoso, ma non esagerate. Eviterete così di ottenere degli gnocchi troppo duri. Infarinate uno spianatoio e predisponete un vassoio infarinato su cui adagiare gli gnocchetti. Formate dei cordoni di impasto non troppo grandi e, con l'aiuto di un coltello, tagliate velocemente dei pezzetti di circa 1 cm. Disponendoli sul vassoio teneteli ben distanti, in maniera tale che non si attacchino l'uno agli altri. Eventualmente cospargeteli con un pizzico di farina secondo necessità. Per la cottura: portate abbondante acqua ad ebollizione, salatela e tuffateci gli gnocchi (pochi per volta), scolandoli non appena affiorano in superficie. Per la cottura basteranno pochissimi minuti. Potrete poi farli saltare nel condimento che preferite.

6 commenti:

  1. bellissimi e di grandissimo effetto!
    da copiare, ciao!

    RispondiElimina
  2. questi gnocchetti sono una meraviglia!!E grazie mille per la dritta dell'aceto!Mica lo sapevo!!Complimenti vivissimi!

    RispondiElimina
  3. Grazie per la ricetta, ho sempre guardato con interesse e curiosità le bustine di nero di seppia al super, cercando di capire come utilizzarle e finalmente ho una bella ricetta da provare! Grazie!!

    Chiara

    RispondiElimina
  4. Erika ben tornata :))
    Caspita che sfortuna, mi immagino il malincuore quando hai saputo che non c'era il tuo piatto preferito :\ a me succede.. magari vai in QUEL ristorante PROPRIO per quel piatto... e tac, non c'è! :(
    Beh sai che ti dico... meglio così. Almeno ti sei decisa a farli.. ed è una ricetta straordinaria, mi piace tantissimo!

    RispondiElimina
  5. Ciao Erika!Siamo amiche su facebook e ti ho trovata anche qui!Che bello il tuo blog!E che dire di questi gnocchetti...posso immaginare la delusione dell'esserti sognata un piatto che poi si è rivelato fino, argh!Sicuramente questi fatti da te non saranno da meno..sembrano deliziosi,gnam!Ti seguirò anche qui con piacere!
    =)

    RispondiElimina
  6. Prenditi pure tutto il tempo, perchè se poi prepari queste delizie, non riesco a immaginare la bontà, siamo tutti contenti!!!!
    Gli gnocchi che sono il piatto di casa, deliziosi, e le seppie che solo il pensiero mi viene l'acquolina..insieme??Il mio piatto!:)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...