15 settembre 2010

Panini al latte di Isabelle

Mi sono innamorata a prima vista di questa ricetta, trovata sul meraviglioso blog di Isabelle "J'en reprenderai bien un bout" e non ho saputo resistere. Il suo consiglio era di realizzarli per una deliziosa colazione, magari con qualche buona confettura. In realtà li abbiamo divorati tutti nel giro di poche ore.. chi con crema alla nocciola, chi con confettura e addirittura c'è stato chi ha apprezzato il contrasto con un ripieno più "salato". Non vedo l'ora di provare a rifarli. Nel frattempo vi lascio la ricetta originale di Isabelle (tratta dal libro "Le grand livre du pain" de Linda Collister aux éditions Gründ) per la realizzazione di una dozzina di panini circa. Se avete la possibilità di utilizzare l'impastatrice è ancora meglio. Io ho dovuto adattare lievemente la durata di cottura e la temperatura del mio forno, poichè i primi panini sfornati risultavano troppo dorati, ma probabilmente è dovuto al fatto che ho abbondato enormemente con la copertura al latte. Non vi preoccupate se l'impasto dovesse risultare un po' appiccicoso, non aggiungete ulteriore farina. Eventualmente infarinatevi abbondantemente le mani mentre realizzate i vostri panini, in maniera tale che incorporerete la minor quantità possibile di farina. 


Ingredienti:
340 gr di farina tipo 65 (io ho utilizzato farina 0)
7 gr di sale fino
30 gr di burro a temperatura ambiente morbido
8 gr di lievito disidratato secco per panetteria
200 ml di latte tiepido
40 gr di zucchero
1 piccolo uovo sbattuto
qualche cucchiaio di latte


Preparazione
Scaldate lievemente il latte (anche al micronde per pochi secondi). Aggiungete al latte tiepido il lievito secco per panetteria, mescolate, coprite con un canovaccio e lasciate riposare per circa 10 minuti. Nella ciotola della vostra impastatrice versate zucchero, sale, l'uovo sbattuto e il burro morbido tagliato a tocchetti. Aggiungete infine la farina e il latte con il lievito. Impastate a velocità 2 per circa 10 minuti, fino a quando non otterrete una pasta liscia ed omogenea. Non preoccupatevi se risulterà lievemente appiccicosa e soprattutto non aggiungete ulteriore farina per rimediare a questo inconveniente. Coprite con una canovaccio e lasciate lievitare in luogo tiepido per 1h30 - 2 h. Trascorso questo tempo, sgonfiate lievemente la pasta lavorandola brevemente con le mani. Aiutandovi con pochissima farina, nel caso in cui dovesse risultare ancora troppo morbido, formate dei panetti di piccole dimensioni facendoli rotolare nell'incavo delle vostre mani. Disponeteli su delle teglie foderate con carta forno, tenendoli ben distanziati tra loro, in quanto durante la prossima lievitazione raddoppieranno di volume. Spennellateli con del latte e lasciateli lievitare per circa 30-45 minuti, senza coprirli, in un luogo tiepido. Preriscaldate il forno a 210°C e fate cuocere per i primi 5 minuti, abbassate poi la temperatura a 180° C e continuate la cottura per altri 10 minuti circa. Nel caso in cui dovessero risultare troppo dorati cercate di abbassare lievemente la temperatura anche per i primi 5 minuti di cottura. 

12 commenti:

  1. I panini al latte li trovo perfetti per la colazione! Con quel velo di marmellata, mi fanno impazzire!

    RispondiElimina
  2. Uno di questi con un pò di marmellata o miele e una tazza di latte tiepido...Non esiste modo migliore per iniziare una giornata! baci

    RispondiElimina
  3. adoro questo genere di cose... che dici, si possono surgelare? meglio quando sono crudi o già cotti?
    baciii

    RispondiElimina
  4. proverò a farli per i miei piccoli! grazie per la ricetta!

    RispondiElimina
  5. Ciao, sono molto invitanti ! bel blog, complimenti. Sta sera ripasso a curiosare meglio. A presto

    RispondiElimina
  6. morbidosi....quanto mi piacciono ed è proprio da tanto che non li faccio, a vedere i tuoi mi sta venendo voglia.... :))
    bacioni
    Fiorella

    RispondiElimina
  7. Ils sont superbes! bravo et un grand merci à toi pour ce gentil clin d'oeil!
    bises

    RispondiElimina
  8. @MIcaela: non ho mai provato, ma secondo me potresti provare a congelarli dopo la cottura.. di solito lo faccio con altri panini e lasciandoli scongelare a temperatura ambiente e passandoli per un paio di minuti nel forno caldo diventano come appena sfornati. Non ti consiglio di congelarli prima della cottura perchè la pasta è estremamente elastica! Meglio decisamente farli cuocere. Io, la seconda volta che li ho fatti, li ho chiusi in un sacchettino di plastica (quello dei surgelati) e mi sono durati per quasi una settimana, restando perfettamente morbidi. Certo appena sfornati sono tutta un'altra goduria ;)) Un bacione

    RispondiElimina
  9. Complimenti sono perfetti!!!!
    penso anch'io che si debbono surgelare da cotti, magari già tagliati pronti per farcire!
    un saluto

    RispondiElimina
  10. Ciao, volevo sapere se secondo te con questo impasto posso realizzare anche panini di forma diversa (ad esempio mini briochine o chioccioline, treccine...)
    Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao!
      dunque questo impasto è perfetto per i panini, ma puoi farli diventare delle briochine perfette, magari con una bella granella di zucchero o con tanti pezzetti di cioccolato! Per quanto riguarda chioccioline e treccine, ti dico la verità, non ho mai provato, ma credo che questo impasto sia troppo morbido per essere messo "in forma" differente. Se ci provi fammi sapere, sono davvero curiosa!
      A presto
      Erika

      Elimina
  11. Ciao Erika, non sono esperta di impasti quali pane/brioche/ lievitati. Mi chiedevo se al posto del lievito disidratato posso usare quello fresco? Il procedimento e il risultato sono uguali?
    Credi che posso usare questo impasto per una grande brioche (come quelle siciliane o come un pan brioche in uno stampo da plum cake?) grazie!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...