14 luglio 2011

Clafoutis al tonno ed erba cipollina

IMG_5503

IMG_5476

Oggi si accende il forno. Potreste pensare che io sia definitivamente impazzita e potrebbe anche essere così, ma dovevo assolutamente cimentarmi in questa ricetta. Del resto, che sia estate oppure inverno, io non mi pongo molti problemi quando si tratta di avere 50°C in cucina.. anche se ovviamente il maritino non è molto felice (essendoci quasi 40°C pure all'esterno!!). Ma io imperterrita non mi faccio scoraggiare e procedo con i miei esperimenti culinari. Quindi...ecco a voi i miei primi clafoutis e non potevo non scegliere una ricetta meno alternativa. Perchè non provarli salati? Alla fine di clafoutis dolci è invasa la blogosfera e non volevo mettermi a scopiazzare questa o quella ricetta perciò 4 semplici ingredienti alla mano per ottenere questi piccoli e peccaminosi tortini salati dal gusto e profumo avvolgenti e tremendamente buoni!
Quantità per 6 clafoutis o per 1 stampo di medie dimensioni (24 cm max). Il mio consiglio è di utilizzare degli stampini antiaderenti, perfetti quelli per tartelette, in maniera tale che i clafoutis cuociano alla perfezione e siano dorati anche sul fondo. Farete poi meno fatica a toglierli dallo stampino. Qualora poi desideriate un effetto più scenico e vogliate servirli direttamente nello stampino sono perfette anche delle ramequins o mini-cocotte.

IMG_5523

IMG_5494

IMG_5479

IMG_5478

IMG_5517

IMG_5520

IMG_5508

IMG_5519

IMG_5507

Ingredienti
2 scatolette di tonno naturale Asdomar
2 uova + 1 tuorlo
1 mazzetto di erba cipollina
175 ml di panna da cucina
175 ml di latte
8 gr di maizena
burro per gli stampini
sale
pepe
3 cucchiai di parmigiano reggiano grattugiato (facoltativo)

Preparazione
In una ciotola sbattete velocemente le uova aggiungendo latte, panna e maizena, avendo cura di stemperarla bene per non creare grumi. Aggiustate quindi con sale e abbondante pepe macinato. A parte sbriciolate grossolanamente il tonno in scatola, precedentemente sgocciolato. Lavate e tagliate finemente l'erba cipollina e unite il tutto al composto. Mescolate con cura e, a piacere, aggiungete il parmigiano reggiano. Imburrate gli stampini e posizionate una piccola striscia di carta forno facendola bene aderire, questo procedimento faciliterà l'estrazione dei tortini, soprattutto nel caso in cui non utilizziate stampini antiaderenti. Con un mestolo riempite gli stampini con l'impasto e ponete il tutto in forno già caldo a 220°-240° per 30 minuti circa (40 minuti nel caso in cui decidiate di utilizzare un solo stampo grande). Servite appena sfornati.

13 commenti:

  1. mi piace davvero tanto. Appena finiscogli avanzi della cena di ieri mi cimento in questa ricetta.

    RispondiElimina
  2. hai ragione; originalissimi.

    RispondiElimina
  3. Sono stupendi questi clafoutis, dolci o salati ne vale sempre la pena di accendere il forno per assaporarli!! ciao, a presto Valentina

    RispondiElimina
  4. Direi che ne è valsa proprio la pena di accendere il forno...sono strepitosi!!! un bacione

    RispondiElimina
  5. Anche io nonostante il caldo continuo imperterrita ad accendere il forno! e voglio provare la tua deliziosa ricetta! ciao

    RispondiElimina
  6. Ah ma questa cosa mi intriga tanto tanto..questo morbido tortino di tonno...da archiviare e provare. ! Sono cosí abituata a pensare al clafoutis dolce che faccio fatica a immaginarlo salato !

    RispondiElimina
  7. squisito, ottima idea la versione salata!!!

    RispondiElimina
  8. Favolosi! Poi l'erba cipollina mi piace tanto.

    RispondiElimina
  9. Un clafoutis salato? Ma che bello! Si vedono sempre in versione dolce. Mi piace proprio!
    Passa da me se vuoi, c'é un giveaway!! :)

    RispondiElimina
  10. bellissima la tua versione salata...anche questa da provare!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  11. hai ragione, a volte il caldo bisogna proprio mandarlo a quel paese e non farsi troppi problemi ad accendere il forno. La voglia di sperimentare non si può spegnere così facilmente! Soprattutto per provare queste meravigliose calfoutis in versione salata, che non conoscevo. Inutile dire che mi incuriosiscono un saccoooo! a presto

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...