Strudel veloce con nocciole e cioccolato


Lo Strudel veloce con nocciole e cioccolato è in realtà un goloso e friabilissimo rotolo di pasta frolla che si crede un po' uno strudel. La sua consistenza ricorda molto questo dolce tipico, farcito solitamente con mele e uvetta. Per questa versione ho preferito una variante più croccante e dai profumi piemontesi, grazie a nocciole e savoiardi, in omaggio ad un evento a cui ho partecipato di recente.
Il 26 Ottobre ho avuto il piacere e l'onore di trascorrere una deliziosa giornata presso l'azienda TOSO S.p.A. 
A Cossano Belbo (CN), tra le meravigliose e coloratissime colline delle Langhe, il Moscato è il vitigno più importante e amato. Ed è proprio qui che nel 1910 Vincenzo Toso trasferisce la sua azienda per regalarle maggiore personalità.

  

“La naturale saggezza del bere”, una frase ricca di significato, tre parole che descrivono perfettamente la passione e il lavoro sapiente che si cela dietro la produzione di Casa Toso: la naturalità che rispecchia lo stile dell'azienda, dalla fitodepurazione delle acque fino al fotovoltaico per la produzione di energia rinnovabile; la saggezza della qualità del prodotto e dell'invito al consumo responsabile; il bere, là dove il vino, a tavola, incontra il cibo, per avere la totale esaltazione di sapori e profumi.
Qui abbiamo imparato a conoscere e ad amare i vini della linea “Fiocco di Vite”, composta da tre vini bianchi e tre rossi giovani, tutti frizzanti e colorati, con naturali note fruttate e la loro vivacità. Le confezioni sono semplici, con quel tocco retrò che mi ha subito fatta innamorare e che richiama tutta la genuinità e i valori tradizionali del passato. La linea Fiocco di Vite ha i valori tradizionali del bere all'italiana. Sono pensati per accompagnare tutti i pasti, dall'antipasto al dolce, senza eccezioni. Versatili e dal moderato contenuto alcolico ci permettono di gustare un buon bicchiere di vino a tavola e di poter godere di tutto il sapore del buon vino italiano.


Nella linea Fiocco di Vite possiamo trovare:

-Piemonte doc barbera
-Prosecco Doc
-Bonarda dell’Oltrepò Pavese
-Piemonte doc Bianco
-Brachetto d’Acqui
-Moscato d’Asti Docg

Durante la giornata trascorsa in azienda abbiamo avuto modo di scoprire la realtà, ancora saldamente ancorata alle tradizioni, grazie alla visita diretta alla vigna, dove il lavoro manuale garantisce un prodotto eccellente. Abbiamo scoperto antichi macchinari utilizzati per la vendemmia visitando il museo enologico Toso, un vero e proprio salto nel passato ricco di storia e informazioni utili per capire quanta passione ci possa essere dietro un lavoro come questo.


Ci siamo lasciati incantare da un pranzo interattivo in cui abbiamo scoperto nuovi interessanti accostamenti culinari, dall'antipasto al dolce, in abbinamento ai vini della linea Fiocco di Vite:
un delizioso antipasto composto da un'insalatina di finocchi, salmone e arance e un'insolita e interessantissima mousse di robiola con sedano, noci, cioccolato fondente e frutti di bosco abbinati a Piemonte doc frizzante bianco;
una profumatissima crema di zucca con stracciatella, cannella, cardamomo, anice stellato e il classico e immancabile bollito alla piemontese abbinato al Piemonte Barbera Doc Frizzante.
Abbiamo proseguito poi con uno stufato di asino con cipolle caramellate abbinato al Moscato d’Asti docg e infine doppio dolce: un profumato strudel di mele e una golosisima mousse al cioccolato perfetti con un Brachetto d'Acqui Docg
In ultimo, ma non meno importante, siamo andati alla scoperta del processo produttivo per scoprire tutta la lavorazione, dalla raccolta dell'uva all'imbottigliamento, perchè Toso non è solo tradizione, ma anche innovazione e qualità!
Io sto già pensando ai regali di Natale e conto di poter far assaporare a quante più persone possibili tutta la qualità e il gusto tradizionale del buon vino italiano. Nello shop online di Toso S.p.A. trovate tutta la linea di vini Fiocco di Vite e molte altre idee. 


Ho pensato anche però di lasciarvi una mia ricetta per raccontare al meglio questa bellissima esperienza. Non si tratta di un vero e proprio strudel, anche se la forma lo ricorda moltissimo. In questo dolce, a base di pasta frolla, troverete una croccante e profumatissima farcitura a base di nocciole piemontesi, biscotti savoiardi e golose gocce di cioccolato. Io l'ho abbinato al Brachetto d'Acqui Docg, un vino perfetto per assaporare tutta la piccola pasticceria e in particolare i dolci da forno a base di frutta secca o di frutta poco acidula come pesche, fragole e lamponi.


Ingredienti
130 g di farina 00
50 g di burro
1 uovo
30 g di zucchero di canna
Per farcire:
60 g di nocciole
3-4 savoiardi
2-3 cucchiai di latte
50 g di cioccolato fondente
zucchero a velo per decorare (facoltativo)

Preparazione
Preparate per prima cosa la pasta frolla
Nella ciotola della planetaria unite la farina allo zucchero di canna, aggiungete l’uovo e il burro a tocchetti.
Lavorate quindi velocemente fino ad ottenere un impasto omogeneo. Formate una palla e appiattitela leggermente, avvolgetela nella pellicola per alimenti e ponete in frigorifero a riposare. Nel frattempo preparate la farcitura.
Tritate grossolanamente le nocciole, trasferite in una ciotola capiente e unite 3-4 savoiardi sbriciolati e le gocce di cioccolato. Unite qualche cucchiaio di latte e mescolate bene.
Stendete la frolla fino a formare un rettangolo. Adagiate la frolla su una teglia foderata con carta forno.
Farcite lo strudel con il ripieno in maniera omogenea e arrotolatelo.
Fate cuocere in forno già caldo a 180° per circa 25 minuti o almeno fino a quando non risulterà dorato.
Sfornate e lasciate raffreddare completamente prima di tagliarlo a fette e gustarlo. A piacere potete spolverizzare la superficie con zucchero a velo.


Questo articolo contiene link sponsorizzati da TOSO S.p.A.

Nessun commento