Frittelle del luna park senza lievitazione


Ecco una ricetta facile, ma soprattutto veloce, per ottenere in pochissimi minuti golosissime frittelle proprio come quelle del luna park. Questa è una versione semplificata della ricetta tradizionale, che solitamente prevede un tempo di riposo e di lievitazione di circa 2 ore e una lavorazione lievemente più complessa. La ricetta delle frittelle del luna park senza lievitazione vi sorprenderà e vi regalerà un profumatissimo e goloso ricordo di quelle soffici e zuccheratissime frittelle che si è soliti gustare in occasione di feste di paese e luna park. 


Una ricetta così facile che vi lascerà senza parole. Certo la versione originale si manterrà morbida più a lungo, ma questa, con un impasto realizzato in soli 10 minuti regalerà comunque grandi soddisfazioni a chi non può proprio fare a meno di morbide frittelle senza però avere molto tempo a disposizione.
Erano diversi anni che cercavo una versione facile, da poter realizzare in casa, per riprodurre le frittelle e finalmente ho trovato l'ispirazione grazie a Mamma Gy e alla sua strepitosa ricetta.
Purtroppo non si conservano a lungo e vanno assolutamente gustate ancora calde o leggermente tiepide affinché mantengano tutta la loro morbidezza. Vanno quindi realizzate al momento e non possono essere preparate in anticipo. Si conservano anche per 1 giorno, ma perdono totalmente la loro morbidezza e la loro caratteristica bontà.
Per circa 8 frittelle


Ingredienti
250 g di farina 00
150 g di acqua
8 g di lievito per dolci (mezza bustina)
2 cucchiai abbondanti di zucchero
1 cucchiaino di olio evo
1 pizzico di sale
Zucchero semolato extra per decorare
Olio di semi di arachide q.b.

Preparazione
In una ciotola lavorate la farina, lo zucchero, il sale, l'acqua e il lievito. Durante la lavorazione unite anche l'olio e proseguite impastando energicamente con le mani o con una planetaria munita di frusta K.
Continuate a lavorare fino a quando non avrete ottenuto un impasto liscio, omogeneo e ben elastico. Qualora fosse necessario potete aggiungere un paio di cucchiai di farina.
Non appena l'impasto sarà ben sodo trasferitelo su un piano di lavoro leggermente infarinato. Rilavoratelo velocemente e dividetelo in 8 pezzi di uguale peso (circa 50 g l'uno).
Formate delle palline e disponetele man mano su una teglia. Lasciatele riposare per una decina di minuti. I tempi di riposo conferiscono elasticità all'impasto e sarà più facile stenderle. Tuttavia non è necessario un vero e proprio tempo di lievitazione quindi cercate di non superare i 15 minuti.
Schiacciate leggermente ogni pallina al centro e spingete l'impasto verso l'esterno. Il centro della frittella dovrà essere sottile, mentre sui bordi andrà ad accumularsi buona parte dell'impasto. Formate quindi dei dischetti sottili ma dal bordo spesso. Tuffateli 1 o 2 per volta, a seconda delle dimensioni della padella, in olio ben caldo a 180°C  e giratele spesso.
Non appena risulteranno ben dorate scolatele su carta assorbente e passatele nello zucchero semolato in modo che ne siano completamente ricoperte.
Gustatele ancora calde o appena tiepide. E' consigliabile gustarle subito o, al massimo, entro un paio di ore per mantenere e gustare la loro caratteristica morbidezza.

Nessun commento