Treccia di brioche francese


Amo le brioche e la treccia di brioche francese rientra sicuramente nella top ten delle mie preferite. Soffice, leggera, burrosa al punto giusto. Uno di quei lievitati profumatissimi che ti mettono subito di buonumore di prima mattina. Perfetti da gustare nella totale semplicità o avvolti da una morbida crema al cioccolato o ricoperti da una allegra confettura.
Questa ricetta sembra sempre più complessa di quello che è in realtà a causa della lunga preparazione, per cui vi consiglio, tra l'altro, l'utilizzo di una comoda planetaria per non surriscaldare l'impasto. Seguendo però tutti i passaggi e avendo cura e pazienza (la lievitazione è di circa 26 ore) si può ottenere uno dei dolci lievitati più buoni e soffici del mondo. Purtroppo, come tutte le cose belle, non dura troppo a lungo.
Con questa ricetta potrete dar vita a numerose brioche, sbizzarritevi con forme diverse e tutte le farciture che la fantasia vi suggerisce. Sarà una ricetta base perfetta per godere ogni giorni di una soffice e calda brioche appena sfornata!
Per 2 trecce da circa 300 g l'una


Ingredienti
300 gr di farina 00
50 gr di farina Manitoba
6 gr di sale fino
60 gr di zucchero semolato
20 gr di lievito di birra
4 uova fredde da frigo
1 tuorlo d'uovo freddo da frigo
220 gr di burro
1 uovo e 1 cucchiaio di latte per dorare

Preparazione
Trattandosi di una lavorazione molto lunga è preferibile utilizzare una planetaria.
Ponete nella ciotola la farina, praticate una conca al cento e versateci le uova e il tuorlo. Disponete intorno ad esse sale, zucchero e lievito, formando una sorta di triangolo, in maniera tale che non vengano a contatto l'uno con l'altro. Con un gancio impastatore iniziate a lavorare l'impasto a velocità media per circa 10 minuti affinchè risulti liscio ed omogeneo.
Unite quindi il burro, in due o tre tempi, tagliato a pezzetti molto piccoli e continuate a lavorare per altri 15 minuti. L'impasto sarà pronto quando inizierà a staccarsi dai bordi e non si incollerà più alle mani. Fate una prova, pizzicatene un pezzetto tra le dita: non dovrà incollarsi, ma scivolare via lasciando un alone di burro sulle vostre mani.
Qualora risultasse appiccicoso, unite uno o due cucchiai di farina e proseguite con la lavorazione fino a quando non avrete ottenuto la giusta consistenza.
Adagiatelo quindi su una teglia foderata con carta forno e lasciatelo riposare per circa 30 minuti, senza coprire. Formate poi una palla e trasferite in una ciotola capiente e leggermente infarinata. Coprite con pellicola trasparente e ponete in frigorifero per la prima lievitazione di circa 24 ore (non di più).
Dovrà raddoppiare di volume.
A questo punto togliete dal frigo e dividete l'impasto in due pezzi da 300 gr circa l'uno. Suddividete ogni parte in 3 pezzi da 100 gr l'uno. Stendete ogni pezzo su un piano lievemente infarinato e formate un cordone lungo circa 20-25 cm. Sovrapponete l'estremità superiore di ogni cordoncino, premendo leggermente, e iniziate a creare una treccia cercando di stringere bene. Se ben realizzato questa operazione risulterà molto semplice in quanto la pasta sarà perfettamente elastica e vi basteranno pochi minuti per ottenere una treccia perfetta. Avvolgete quindi le estremità inferiori sotto la brioche in modo da fissare il tutto. Potete effettuare questa operazione direttamente su una teglia foderata con carta forno, in modo da non doverla spostare in seguito. Coprite con un canovaccio pulito e lasciate lievitare a temperatura ambiente (22°C) per 1 -1 ora e 30 minuti o almeno fino a quando non saranno raddoppiate di volume.
Utilizzate una teglia per ogni treccia poichè tenderanno ad aumentare di volume anche durante la cottura.
Sbattete l'uovo e il latte e, non appena saranno ben lievitate, spennellate delicatamente tutta la superficie di ogni treccia. Fate quindi cuocere in forno ben caldo a 180°C per circa 12-15 minuti. Fate attenzione che non si colorisca troppo, un colore caramello dorato sarà perfetto, l'interno, invece, resterà più chiaro. 
I tempi di cottura possono variare anche in base alle dimensioni delle brioche, più sono piccole minori saranno i tempi di cottura.
Sfornate e fate raffreddare leggermente sulla teglia poi trasferite con delicatezza sulla griglia.
Conservatela in un sacchetto per alimenti o contenitore ermetico.

Nessun commento