30 agosto 2010

Vellutata allo zafferano

So già cosa starete pensando: "una zuppa con questo caldo??". Ebbene sì, anche io ero alquanto titubante, ma alla fine mi sono decisa, perchè questa vellutata è particolarmente gustosa anche tiepida, quasi fresca. E poi ha il colore del sole e tutto questo zafferano mette un'allegria indescrivibile. Ora ci sono delle piccole note che vi voglio segnalare per la preparazione di questa zuppa. Innanzitutto potrebbe benissimo venir scambiata per la più classica versione con porri e patate, ma vi assicuro che il cumino e lo zafferano cambiano completamente il gusto delicato di questa delizia. La ricetta originale prevede zafferano in stimmi, ma potete sostituirli con del semplice zafferano in polvere. Viene richiesto inoltre l'utilizzo di doppia panna, ossia una particolare panna con il 48% minimo di grassi. Purtroppo sarà difficile ovviare a questo piccolo inconveniente, nel caso non la troviate comunque non disperate. Utilizzate tranquillamente una normale panna da cucina molto cremosa e corposa (magari scegliendo quella con la più alta quantità di grassi). Questo genere di zuppe debbono inoltre essere frullate (frullatore o mixer ad immersione, a voi la scelta) non appena le patate risultano cotte, in maniera tale che non risulti troppo glutinosa. Per questo motivo vi consiglio di tagliare le patate a dadini mantenendo le dimensioni omogenee per una corretta e veloce cottura. Non fate assolutamente sciogliere le patate nel brodo di cottura; devono risultare ancora abbastanza sode prima di essere frullate. Un tocco in più? Unite dei piccoli crostini realizzati con del pane bianco privo di crosta fatto saltare in padella per qualche minuto nel burro chiarificato, fino a quando non saranno ben croccanti e dorati. Il burro chiarificato non brucia rapidamente come il semplice burro e il risultato è più leggero e delicato. Scolateli poi su carta da cucina, per eliminare l'unto in eccesso, prima di servirli con la vellutata.
Ingredienti:
200 gr di porri, tagliati a sottili rondelle (max 3 cm)
150 gr di patate, lavate, pelate e tagliate a dadini uniformi
1 litro di brodo di pollo
1 cipolla affettata
1 o 2 cucchiai di olio di oliva extravergine
1 cucchiaino di zafferano (in stimmi o polvere)
1 cucchiaino di cumino macinato
2 cucchiai di vino bianco secco
2 cucchiai abbondanti di doppia panna (o panna da cucina molto grassa)
1 cucchiaio di succo di limone
sale e pepe
erba cipollina tritata per decorare


Preparazione
Lavate, pelate e tagliate le patate a dadini più o meno della stessa dimensione. Effettuate lo stesso procedimento per i porri. Tagliate finemente una cipolla abbastanza grande. In una pentola capiente e dal fondo ben spesso, versate un cucchiaio di olio di oliva extravergine e, non appena sarà caldo, fate appassire a fuoco dolce la cipolla. Aggiungete a questo punto i porri, i dadini di patate, lo zafferano, il cumino e per finire il brodo ben caldo. Aggiustate di sale e pepe, coprite e fate cuocere a fuoco moderato per circa 10 - 15 minuti. Controllate la cottura delle patate. Non appena risulteranno morbide la zuppa sarà pronta. Fate attenzione, durante la cottura a non far ridurre troppo il liquido. Fate inoltre in modo che le patate non si disfino durante la cottura. Dovranno infatti risultare ancora abbastanza sode prima di essere frullate. Abbassate lievemente la fiamma e aggiungete il vino bianco. Fate sfumare lievemente e, togliendo la pentola dal fuoco, incorporate poi la panna e il succo di limone. A questo punto potrete frullare il tutto utilizzando un mixer ad immersione o un classico frullatore. Nel caso dovesse risultare troppo liquida vi consiglio l'utilizzo di quest'ultimo. Regolate di sale e pepe, se necessario. Nel caso in cui la vellutata risultasse troppo densa correggetela diluendola con ulteriore brodo di pollo caldo. Nel caso in cui, invece, fosse troppo liquida potrete addensarla unendo ulteriore olio di oliva extravergine. Mescolate bene prima di servirla. Decorate con erba cipollina. Gustatela ancora calda o lasciatela riposare per qualche minuto per assaporare un'ottima zuppa tiepida e cremosa.

4 commenti:

  1. Adoro le zuppe e non ci rinuncio, a costo di sfidare il caldo! Questa è proprio originale; son convointa che le spezie la rendano proprio unica, perciò l'unica cosa che mi resta da fare e provarla a fare per giudicarla! Buon fine settimana

    RispondiElimina
  2. col fresco di questo piovoso week end non sarà difficile portare questa delizia in tavola!!!Dev'essere squisita!

    RispondiElimina
  3. Bellissima questa tua zuppa, la segno ! grazie :)

    RispondiElimina
  4. Sono felicissima che vi piaccia!! Provatela.. non ve ne pentirete assolutamente: è veramente deliziosa! Già non vedo l'ora di rifarla!! ;)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...