21 maggio 2011

Risotto alla Milanese (allo zafferano)

IMG_4466

IMG_4457

Lo ammetto, io sono un'amante dei grandi classici. Quelli che non ci si stanca mai di cucinare, ma soprattutto di assaporare. Perchè alla fine la nostra cucina è una delle più buone e copiate al mondo. Copiata proprio per una forma di alta ammirazione. Perciò non posso rinunciare a pubblicare questa semplice e conosciutissima ricetta. Ognuno poi ci metta del suo e faccia tutte le variazioni possibili e immaginabili, ometta o no il midollo, ma il risotto alla Milanese è un piatto intramontabile a cui non si dice mai di no. Il risotto in questione poi non l'ho proprio fatto a caso, ma a seguito di un delizioso e graditissimo regalo di un'ammiratrice del blog. Ringrazio infinitamente Chiara per lo zafferano dell'Aquila che mi hai così gentilmente portato in dono! Inutile dire che ha un profumo e un sapore meraviglioso! Adoro lo zafferano e prossimamente pubblicherò qualche altra ricetta a base di questa delizia! Esiste poi la versione del risotto semplice allo zafferano, preparato senza il midollo di bue, perfetto per una ricetta un po' più semplice e veloce, ma comunque gustosa e profumatissima. Per la variazione omettete solo il midollo di bue e sostituitelo con 2 cucchiai di olio di oliva extravergine. In ogni caso non lasciatevi sconvolgere dall'uso del midollo, anzi provatelo! Il risotto risulterà più cremoso, per nulla pesante e molto saporito. Per 4 persone.

IMG_4465

IMG_4461

IMG_4459

IMG_4462

IMG_4456

Ingredienti:
400 gr circa di riso Carnaroli Margara
40 gr di burro + 20 gr per la mantecatura
30 gr di midollo di bue
1,5 litri di brodo di carne (o vegetale, se preferite)
70 gr di parmigiano reggiano grattugiato
1/2 cipolla grande
1 bicchiere di vino bianco
zafferano (un pizzico in pistilli oppure 1 bustina)

Preparazione
Da uno o più ossibuchi prelevare il midollo. In una pentola fate scaldare il burro, la cipolla tagliata finemente e il midollo di bue. Fate imbiondire la cipolla e attendete che il midollo e il burro si siano ben sciolti. Aggiungete il riso e mescolate per farlo tostare. Spruzzate con del vino bianco fino a farlo evaporare. Abbassate lievemente la fiamma e coprite il tutto con il brodo e lasciate cuocere per circa 15-20 minuti, mescolando il meno possibile. A cottura quasi ultimata aggiungete lo zafferano e mescolate. Se utilizzate lo zafferano in pistilli  lasciatelo a bagno nel brodo caldo per il tempo necessario e aggiungetelo sempre a cottura quasi ultimata. Non appena sarà pronto, togliete la pentola dal fuoco e aggiungete il burro rimasto e il parmigiano grattugiato per la mantecatura. Servite ben caldo decorando con qualche pistillo di zafferano.

7 commenti:

  1. Divino e dal colore così squillante. Mi piace davvero molto, sopratutto la versione col midollo :)

    Buon week end

    RispondiElimina
  2. ciao da brianzola fiera e golosa di risotto, ti dico che il tuo ha un'aspetto gradevolissimo e cremoso! complimentoni, soprattutto per il midollo che il più delle volte - io per prima - non viene mai memzionato tanto meno messo come ingrediente... e fa la differenza!!!!

    RispondiElimina
  3. Risotto alla Milanese: uno dei miei più grandi amori. E una ricetta come si deve, che non dimentica neanche l'elemento essenziale: il midollo di bue. Le foto poi sono superlative. Bravissima!

    RispondiElimina
  4. Sono d'accordo con la cucina classica e questo risotto la rappresenta egregiamente!!!!!!Buon w.e.

    RispondiElimina
  5. Cosa vedo, lo zafferano di Navelli!
    Io abito qui, uso sempre questo per la mia pasta allo zafferano, lo lascio un poco a bagno in una tazzina da caffè con acqua tiepida e poi lo aggiungo per la praparazione.
    Non rende così colorato il piatto, ma il sapore è un'altra cosa ;)
    Baci,
    Veronica

    RispondiElimina
  6. Concordo con te! I grandi classici alla fin fine sono tra i piatti più buoni!!! Il risotto allo zafferno poi, con il midollo guadagna 1000 punti :)
    Bacioni, Titti

    RispondiElimina
  7. Ciao Eka, davvero buono e poi con i pistilli e il midollo ineguagliabile. Buona domenica, Alex

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...