28 settembre 2012

Tarte Tatin

IMG_2038

IMG_2100

In autunno, tutte le volte che esco di casa sento un fortissimo richiamo. E' uno splendido albero di mele, piccole e deliziose, che attira la mia attenzione. Sembra quasi figlio di un'altra epoca con quella bellezza tipica dei frutteti di campagna. Ho iniziato a raccoglierne qualcuna, perchè troppo spesso questo albero viene completamente ignorato, lasciando che la sua bellezza si perda! Un vero peccato, non trovate? Premetto però che non sono proprio queste le mele che ho utilizzato per la mia ricetta di oggi. Loro mi hanno solo dato un forte spunto e una magica ossessione per questo frutto, tanto da creare uno dei dolci più conosciuti: la classica tarte tatin, quella di mele! Ora non so se vi sia mai saltato in mente di prepararla e se, per caso vi è successo, immagino che siate prima andati alla ricerca delle giusta ricetta. Questo è proprio quello che è capitato alla sottoscritta, con solo una piccola e inaspettata conseguenza: ho trovato miliardi di versioni, e in ognuna c'era qualcosa di diverso! Non mi sono data per vinta e ho fatto nascere una vera e propria ricerca finchè ho ridotto il campo a sole tre ricette. Una proveniva direttamente da "La Mère Poulard", una da José Marechal e l'altra da Ladurée. Un'ardua scelta mi si poneva e, dopo aver studiato trucchi e segreti di queste ricette, ho trovato la mia soluzione ideale!
C'è chi utilizza la pasta sfoglia, io personalmente ho preferito la classica pasta brisée. Per quanto riguarda le mele, vi consiglio di optare per un doppio strato: uno più corposo con mele tagliate a spicchi abbastanza grandi e l'altro, a contatto diretto con la pasta brisée, più sottile. Optate per uno stampo del diametro di circa 24 cm, assolutamente non apribile e ancor meglio se antiaderente. Il fattore più importante è ovviamente la caramellatura delle mele, esteticamente piacevole, ma soprattutto praticamente irresistibile sotto il punto di vista del gusto. Abbondante quindi tranquillamente con lo zucchero, meglio se di canna, ma non troppo scuro.

IMG_2009

IMG_2043

IMG_2077

IMG_2103

IMG_2019

IMG_2050

IMG_2064

IMG_2099

IMG_2032

IMG_2113

Ingredienti:
250 gr circa di pasta brisée (qui la ricetta)
1,5 kg circa di mele Golden
200 gr di zucchero semolato
4 cucchiai di acqua
60 gr di burro
1/2 cucchiaino di sale fino
Qualche cucchiaio di zucchero di canna Brasil BronSugar

Preparazione
Iniziate con la preparazione della pasta brisée, qui trovate la ricetta per realizzarla comodamente a casa vostra. Preriscaldate il forno a 180°C. Sbucciate le mele e, a seconda della loro dimensione, tagliatele prima in 2 e poi in 4 parti, eliminate quindi il torsolo. Potete eventualmente spruzzarle con un po' di succo di limone per evitare che anneriscano durante la preparazione del caramello.
In un pentolino dal fondo spesso unite uno strato di zucchero semolato e 4 cucchiai di acqua, fate quindi cuocere, senza mescolare, a fiamma media fino a quando non inizierà a caramellarsi e assumerà un gradevole colore ambrato. Non mescolate per alcun motivo e non rimuovete eventuali grumi che si formeranno sul bordo, otterrete così un caramello liscio e privo di granuli. Mentre preparate il caramello togliete il burro dal frigo, esso dovrà essere a temperatura ambiente e meglio se un po' morbido. Unite il sale e lavoratelo a pomata. Una volta pronto il caramello, lasciatelo intiepidire appena, unitevi il burro salato e mescolate velocemente. Versate il caramello sul fondo della stampo della tortiera e disponete le mele con la parte concava verso l'alto (quella che andrà a contatto con la pasta). Cercate di disporle in maniera uniforme e senza lasciare troppi spazi. Cospargete quindi con zucchero di canna. Create un secondo strato, più basso, ottenuto tagliando le mele a fette sottili. Cospargete nuovamente con zucchero di canna. Infornate quindi per circa 25 minuti. I tempi di cottura dipendono molto dal tipo di mela utilizzato e dalla loro dimensione. In questo caso regolatevi sapendo che le mele, soprattutto quelle tagliate più grossolanamente dovranno essere cotte, lievemente morbide, ma ancora ben compatte.
Stendete la pasta brisée e ricavatene un disco sottile circa 2,5 mm. Ponete quindi nuovamente in frigorifero a riposare.
Togliete dal forno le vostre mele e lasciate raffreddare a temperatura ambiente (occorreranno dai 10 ai 15 minuti).
Ricoprite quindi le mele con il disco di pasta brisée (per comodità potete tagliarlo in minura, lasciando un margine di 1-2 cm circa), fatelo aderire alle mele con delicatezza e cercate di portare i bordi all'interno della teglia, quasi a voler avvolgere la frutta. Aiutatevi con le dita e non abbiate timore che il bordo risulti imperfetto, sarà infatti ancora più bello se irregolare. Praticate con uno stecchino qualche piccolo foro, uno centrale e almeno un paio laterali, senza eccedere, per permettere al vapore di fuoriuscire durante la cottura.
Infornate nuovamente per 30 minuti circa, fino a quando la pasta non sarà lievemente dorata. Qualora si formasse troppo caramello (lo vedrete muovendo lievemente lo stampo e probabilmente fuoriuscirà dai bordi) potete, con estrema delicatezza e attenzione, eliminare l'eccesso tenendo ben salda la torta e lo stampo. Fate molta attenzione alle scottature, sopratutto con il caramello!
Non appena sarà pronta, attendete che si sia lievemente raffreddata prima di capovolgerla con estrema attenzione su un piatto da portata. Anche in questo caso, qualora notiate del caramello in eccedenza potete eventualmente eliminarne un po' a seconda del vostro gusto personale! Servitela con panna montata o appena calda con una pallina di gelato alla vaniglia, il contrasto caldo-freddo sarà fenomenale!

Con questa ricetta partecipo al contest:


17 commenti:

  1. Sarà anche classica, cara Erika, ma è un'arte!! Troppo bella e amo da impazzire il profumo delle mele.. sono tra le cose che non mi fanno intristire, quando arriva l'autunno! Un abbraccio forte! :)

    RispondiElimina
  2. E' inutile negarlo, il tuo blog è uno dei miei preferiti. Pulito, fresco, belle foto, belle ricette...sembra di stare a casa :D E la tarte tatin è squisita :) Ti saluto con affetto e ti invito a passare da me a ritirare un piccolo premio :D Buon week end!

    RispondiElimina
  3. Come dicevo su fb la tarte tain è un dolce che ho voglia di provare da nni ma ho sempre aspettato perchè vorrei lo stampo apposito..la tua è venuta benissimo..Brava!!

    RispondiElimina
  4. Adoro il profumo di mele cotte...danno sicurezza e fanno casa...Neanch'io so come deve essere la "vera" Tatin...orse la "vera" in questo caso è quella che piace a noi, come succede sempre con le ricette semplici...In ogni caso anch'io opto per la brisé...la pasta sfoglia diventa una pappa ! Piacere di averti conosciuto ieri..a presto, spero !

    RispondiElimina
  5. troppo deliziosa e poetica questa tarte

    RispondiElimina
  6. cara Erika che dire la tua passione traspare anche in questa classica come la definisci tu tarte tatin...ma che meraviglia! Come sempre Brava Brava Brava!!! Buon week end un bacio!

    RispondiElimina
  7. Io adoro le torte con le mele, ma la tatin non l'ho mai fatta, mi mette soggezione!!! :-)
    Magari ci provo con la tua ricetta, il risultato sembra una meraviglia!

    Che bello e' stato conoscerti di persona ieri! Speriamo davvero di avere altre occasioni!
    Un abbraccio grande
    PAola

    RispondiElimina
  8. è vero, ci sono tante versioni ma la tua è venuta benissimo, è così buona!!!

    RispondiElimina
  9. E' una delle mie preferite! Non riesco a resistere al profumo!

    RispondiElimina
  10. Deliziosa, mi fa l'occhiolino, mi ammalia e mi stuzzicxa la gola. Impossibile resistere ad un albero di mele, così come è impossibile resistere ad una fetta di questa tatin!

    RispondiElimina
  11. Adoro la tarte tatin ma non l'ho mai fatta!!! La tua è favolosa!!!! Complimenti!

    RispondiElimina
  12. Splendida! La tarte tatin è davvero unica, secondo me una delle torte più buone in assoluto! Ho provato la ricetta dei tuoi oreo cupcakes l'altro giorno e.. bè, diciamo che non solo tuo marito se n'è innamorato! Qui da me sono spariti in una sera;)
    Grazie per l'ottima ricetta, ora la custodirò gelosamente!
    Ciao

    RispondiElimina
  13. Erika! innanzitutto...ma che bello è il tuo blog?! Una bellissima scoperta! E poi...questa tarte tatin è venuta bellissima! Immagino sia stato difficile trovare la ricetta "giusta", ogni volta che vaghi tra web e libri di ricette ci sono talmente tante persone che rivendicano la maternità di questa o quella ricetta...ora so che quando deciderò di farla (non l'ho mai fatta e vedendo la tua foto mi domando il perché 0_0!) verrò da te e seguirò passo passo la tua versione! Concordo pienamente con te quando dici che è meglio a brisé :)! Bello bello bello! Il blog, il post e averti conosciuta!
    Nel mio ultimo post ci sei anche tu :)! Vieni a dare un'occhiata se ti va :)!
    Un abbraccio!
    Ema

    RispondiElimina
  14. @Ely: grazie carissima Ely, il profumo delle mele è qualcosa a cui non si può resistere!
    @Rattoluna: grazie mille per il premio ;) Un bacione
    @Morena: lo stampo dev'essere qualcosa di meraviglioso, soprattutto quello di Emile Henry... incrocio le dita per trovarlo sotto l'albero!!
    @Memole: grazie!
    @Marina: quanto è stato bello conoscerci di persona??!! Sono d'accordo, anche secondo me con la sfoglia viene molle, ma noto che tantissime versione ne prevedono l'uso! Io opto per la brisée senza pensarci troppo su!!
    @sulemaniche: grazie :)))
    @Romy: tu sai che io ti adoro e che i tuoi complimenti mi rendono sempre felicissima! Un abbraccio fortissimo!!
    @Paola: anche a me metteva soggezione..non sai quanto tempo ci ho messo prima di prendere coraggio e farla!! Ne è valsa la pena però!! Provala, vedrai non te ne pentirai!! Anche per me è stato splendido conoscerci di persona!! Speriamo davvero ci siano altre occasioni al più presto!! Un abbraccio grandissimo!
    @Acquolina: grazie cara! Ho fatto un mix di varie versioni, ma era ottima!
    @Beatrice: Il profumo è stupendo, hai ragione!
    @Unazebra a pois: credimi quell'albero è meraviglioso.. è pura poesia!!
    @Simona: devi provarla assolutamente.. è buonissima!! Un abbraccio
    @fiocchi di neve e foglie di tè: grazie, sono davvero felicissima che gli Oreo Cupcakes siano piaciuti a tutti!! Vero che uno tira l'altro?!! Un bacione
    @Ema: grazie cara!! sono davvero super felice di averti conosciuta.. anche il tuo blog è bellissimo e adoro le tue illustrazioni!! Originalissime!!! Corro a leggere il tuo ultimo post! Un bacione e speriamo di rivederci presto!!

    RispondiElimina
  15. Eh sì EriKa..quello di Hemile Henry è stupendo..magari un giorno, chissà!!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...