1 febbraio 2013

Tarte meringata al cioccolato

IMG_5531

IMG_5643

Montare a neve equivale alla magia nata tra zucchero a velo e albumi. Vedere crescere qualcosa di così goloso e puramente soffice dal nulla ha un che di esaltante. Eppure non avevo mai provato il connubio di una meringa con una crostata prima d'ora.
Mi immaginavo una meringa gigante che troneggiava sul morbido cioccolato e ciò rendeva l'effetto non troppo allettante per i miei gusti. In realtà adagiare una buona quantità di meringa su una tarte è come ricoprire di morbida e soffice panna il più squisito dei dolci. La consistenza è simile, seppur lievemente più compatta, e la dolcezza è davvero contenuta contrariamente a ciò che si potrebbe invece pensare. Insomma ogni assaggio è divino. Sarà che ormai anche i muri hanno capito quanto io ami le crostate in generale, sarà che ultimamente mi sento decisamente affascinata dal mondo magico delle meringhe, questa tarte meringata passerà alla storia come una delle più strepitose ed incredibili ricette che io abbia mai provato! Se volete potete anche ridurre le quantità e fare così un dolce più piccolo e contenuto. Ovviamente in questo caso avanzerete una buona dose di pasta sablé al cacao, ma non preoccupatevi, ho in serbo per voi un'altra ricetta davvero irresistibile con questo impasto.

IMG_5545

IMG_5641


IMG_5653

IMG_5530

Ingredienti:
Per la pasta sablé al cacao (ve ne occorreranno solo 200 gr circa):
100 gr di zucchero a velo
175 gr di burro morbido
1 uovo
250 gr di farina 00
20 gr di cacao amaro
1/2 cucchiaino di estratto di vaniglia
Per la farcitura:
400 gr di cioccolato fondente di buona qualità
250 ml di panna fresca
Per la meringa:
150 gr di albumi (circa 4)
220 gr di zucchero a velo

Preparazione
Preparate la pasta sablé. Mescolate burro morbido e zucchero a velo fino ad ottenere una crema. Aggiungete l'uovo e l'estratto di vaniglia, mescolate e unitevi il cacao amaro e la farina setacciata. Mescolate delicatamente e non troppo a lungo per ottenere un impasto omogeneo. Trasferite il tutto in un sacchetto per alimenti o avvolgete l'impasto nella pellicola trasparente.
Fate riposare in frigorifero per un'intera notte affinchè si indurisca. Stendetela quindi con un mattarello, ponendo la pasta tra due fogli di carta forno. Cercate di ottenere un disco del diametro della tortiera che andrete ad utilizzare (in questo caso 20 cm).
Riponetela in freezer per circa 15 minuti sempre avvolta nella carta forno.
Foderate una tortiera per crostate con il fondo amovibile con la pasta sablé al cacao. Eliminate l'eccesso di pasta sui bordi e procedete con la cottura in bianco. Tagliate un disco di carta fondo e adagiatelo all'interno della crostata. Ponetevi quindi le perle di ceramica o dei fagioli secchi. Mettete in forno già caldo a 180° per 10 minuti circa. Sfornate e, non appena si sarà raffreddata, eliminate le perle di ceramica, o i fagioli secchi, e ponete nuovamente in forno per altri 5 minuti. Lasciate raffreddare completamente.
Per la farcitura al cioccolato vi basterà scaldare la panna, senza portarla ad ebollizione. Versatela quindi sul cioccolato precedentemente tritato e posto in una ciotola. Mescolate fino ad ottenere un composto omogeneo e liscio.
Versate la ganache al cioccolato all'interno della tarte ormai fredda. Livellate bene con una spatola e lasciate indurire completamente il cioccolato. Potete eventualmente riporre il tutto in frigorifero per un'oretta circa.
Nel frattempo preparate la meringa. Preriscaldate il forno a 200°C. Montate gli albumi a neve e man mano incorporate qualche cucchiaio di zucchero a velo, poco alla volta, affinchè si incorporino alla perfezione. Il composto deve essere denso e compatto, simile alla panna montata. Versatelo quindi sulla tarte al cioccolato e create delle punte aiutandovi con una spatola o un cucchiaio. Infornate per 10-15 minuti. Durante questa fase fate attenzione che le punte non si colorino troppo. L'ideale è un color biscotto molto lieve. I tempi di cottura variano da forno a forno, nel mio caso sono stati sufficienti solo 7 minuti. Capirete che è pronta dal colore della doratura e dalla consistenza della meringa, che non dovrà più cedere sotto le vostre dita, ma risulterà quasi "gommosa" come un marshmallow.
Lasciate poi raffreddare. Quando andrete a tagliare la crostata, la parte della meringa risulterà molto simile a panna montata ben strutturata.

32 commenti:

  1. che spettacolo di torta !!! Io però sono sempre un po' in dubbio quando devo fare qualcosa di meringato... e se poi non mi riesce? rovino tutto? Però è troppo goduriosa... :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Barbara! Sai che anche io avevo i tuoi stessi dubbi?! Ho aspettato tanto per fare la mia prima meringata e invece con questa ricetta è praticamente impossibile da rovinare, credimi! Unico appunto dotarsi di un buon sbattitore elettrico o, meglio ancora, una bella planetaria! Prova ;)

      Elimina
  2. Questo è un capolavoro, amica mia.. veramente, rapisce..! Quella nuvola bianca, quella delicatezza e quell'accostamento al cioccolato.. ahhhh mi hai ravvivato la giornata! :D Complimenti!! Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ely! Sono davvero felicissima di averti ravvivato la giornata! Un abbraccio

      Elimina
  3. Qui sono le foto a parlare... è veramente divina questa torta... almeno adesso so come riciclare quegli albumi che mi avanzano!! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissima Monica, a me avanzano sempre un sacco di albumi. Questa meringata è nata proprio per questo motivo e li avevo addirittura congelati!!

      Elimina
  4. Ke meraviglia!!

    RispondiElimina
  5. qual meraviglia....dev'essere sublime!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aria è davvero incredibile... sembra una nuvola!

      Elimina
  6. una meraviglia per gli occhi e per il palato!!buon we

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Chicca,
      ti ringrazio moltissimo.. soprattutto è una goduria per il palato!!

      Elimina
  7. stupenda...chissà che buona...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Raffy l'ho portata dai miei e l'hanno spazzolata in meno di 5 minuti!! Una fetta tira l'altra!

      Elimina
  8. Risposte
    1. Grazie!! Mi fa sempre molto piacere vederti entusiasta delle mie ricettine :))

      Elimina
  9. Ho la salivazione a mille :D Direi che è superfluo aggiungere altro. Brava come sempre :-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ann ogni tuo complimento è motivo di super orgoglio per me!!
      Un abbraccione

      Elimina
  10. No. non puoi mettere queste foto e non fare in modo che si possa anche assaggiare ... che crudeltà!!!!
    E' bellissima, complimenti!

    Elisa,
    foodblogger su
    www.deliziandovi.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Elisa!!
      eh lo so, dovrei concedervi una fetta reale dei miei dolci ogni tanto!
      Sarebbe bellissimo organizzare e ritrovarci tutte per una super degustazione ;)

      Elimina
  11. che dire una meraviglia come sempre le tue ricette e le tue foto!!!! continua così!!!!
    passa a trovarmi sul blog se ti va. http://noxcreare.blogspot.it ... fammi sapere che ne pensi..
    Noemi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Noemi!!
      Mi piace il tuo spazio ;) ogni tanto ci passo e curioso un po'!!
      Bacio

      Elimina
  12. cavolo!!!! scusa eh ma mi piacciono da matti queste tue mini delizie!

    RispondiElimina
  13. no!! questa è spettacolare...cioccolato ti adoro! posso averne una fetta? bravissima..a presto cara!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fetta virtuale per te in arrivo!! Peccato non possa essere reale.. lo so!
      Un abbraccio

      Elimina
  14. Oh che meraviglia questa meringata! Poi è venuta proprio perfetta, anche a vedersi! Io adoro la meringa e potrei essere di parte ma le foto confermano!

    Marco di Una cucina per Chiama

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Marco, sei sempre gentilissimo!
      Io invece solitamente non amo le meringhe, ma questa torta credo possa far felice chiunque perchè anche io l'ho amata alla follia!!

      Elimina
  15. non vedo l'ora di provare questa ricetta.
    ti ho invitata a fare questo giochino, passa a trovarmi:
    http://semivaniglia.blogspot.it/2013/02/lasagne-al-pesto.html
    a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Floriana.. adesso corro a sbirciare di che si tratta!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...