18 novembre 2013

Potage Parmentier, zuppa di patate e porri

IMG_8517_2 copy

Questa è indiscutibilmente la mia zuppa preferita. Chiedetemi cosa mi preparerei stasera di caldo e confortevole e io vi risponderò, senza ombra di dubbio, il Potage Parmentier.
Altro non è che una morbida vellutata di patate e porri, davvero profumatissima, con l'aggiunta di un tocco di panna, proprio come ci ha insegnato Julia Child.
Tuttavia non ho voluto seguire propriamente alla lettera le lezioni impartite da Ms. Child per la realizzazione di questo delicato Potage. Ho preferito infatti darvi la mia personale interpretazione, il mio standard di cottura per una realizzazione facile e, anche veloce.
Il primo trucco consiste nel preparare con attenzione tutte gli ingredienti. Pulite, sbucciate e tritate finemente porri e cipolla. In particolare, lavate bene i porri, sotto acqua corrente, per eliminare la terra, ovviamente dopo aver tolto la parte verde e la parte finale dell'ortaggio. Tagliate finemente la cipolla e fate altrettanto con il porro, ma il mio consiglio principale è di seguire un determinato ordine per la cottura degli ingredienti e di non buttarli a caso in pentola.
Per rendere il tutto ancora più veloce vi consiglio di preparare in anticipo un brodo vegetale delicato. In alcuni caso mi piace dare un tocco di sapore in più utilizzando del brodo di pollo, ben sgrassato. Potete però optare per della semplice acqua calda per fare in modo che il sapore del porro spicchi nel Potage Parmentier, come è giusto che sia.
Sicuramente questa crema può essere utilizzato come spunto per molte altre preparazioni. Basta l'aggiunta di un semplice solo ingrediente perchè si crei una nuova combinazione di sapori e così una nuova, calda ed avvolgente zuppa.
A me piace tantissimo servirla molto calda con una buona dose di pepe e un buon olio di oliva extravergine dal sapore deciso, accompagnandolo magari con una fetta di pane tostato. Il tocco in più da provare? una nota di pepe rosa!

IMG_8516_2 copy

IMG_8518_2 copy

Ingredienti
500 gr di patate
2 porri
1 cipolla bionda
700 ml circa di brodo vegetale (o di pollo)
80 ml di panna fresca
sale e pepe q.b.
olio extravergine di oliva
30 gr di burro
vino bianco

Preparazione
Preparate tutte le verdure: pulitele e tritatele finemente. Procedete nello stesso modo anche per le patate. Lavatele, pelatele e tagliatele a dadini o a fette sottili. In questo modo cuoceranno più in fretta.
In una pentola ponete due cucchiai di olio extravergine di oliva e il burro. Fate fondere delicatamente quest'ultimo e appena inizierà a sfrigolare aggiungete le cipolle tritate. Rosolatele per bene, mescolando di tanto in tanto.
Aggiungete quindi i porri, anch'essi tagliati molto fini, e fateli cuocere per circa 5 minuti fino a quando inizieranno ad ammorbidirsi. Sfumate con vino bianco e mescolate fino a quando non sarà completamente evaporato.
Unite quindi le patate, a fette, mescolate velocemente per insaporire il tutto e coprite con del brodo. Per ottenere una zuppa, ugualmente saporita, ma più leggera, potete optare per della semplice acqua.
Aggiustate di sale e fate cuocere per circa 30 minuti, o almeno fino a quando le patate non saranno morbide. A questo punto aggiungete la panna. Frullate il tutto e servite ben caldo con un filo d'olio extravergine di buona qualità e abbondante pepe.

7 commenti:

  1. Amo queste preparazioni e da quando pranzo in ufficio cerco versioni sempre più golose e veloci da preparare, la tua ricetta è perfetta e poi il pepe rosa in abbinamento con i porri mi piace tanto!

    RispondiElimina
  2. Ma che meraviglia! Sabato ho una cena con delle colleghe, british che adorano le zuppe... penso proprio che la proporrò alla mia tavola!

    RispondiElimina
  3. Questa zuppa è sicuramente ottima, ma devo farti mille complimenti per il set fotografico curato nei dattegli: dal modello del piatto al cucchiaio alla tovaglietta....elegantissimo!
    buona giornata
    Alice

    RispondiElimina
  4. Una delle mie creme preferite, io al primo posto metto quella di zucca!

    RispondiElimina
  5. Davvero stupenda! Anche a me la zuppa di patate e porri piace tantissimo, ma appunto la faccio più 'a zuppa' senza panna e meno densa. Ma la tua è la zuppa più chic che abbia mai visto :D

    Marco di Una cucina per Chiama

    RispondiElimina
  6. Resto sempre incantata quando entro nel tuo blog!

    RispondiElimina
  7. E' una delle vellutate che preferisco, per tradizione la mangiamo durante la cena della vigilia di Natale con l'aggiunta di gamberetti scottati e ripassati nel burro.. Buonissimaaa! Lucia

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...