17 marzo 2015

Angel food cake


Credo che la "Angel Food Cake" non abbia bisogno di particolari presentazioni. Il nome riesce a evocare perfettamente una sensazione paradisiaca di estrema dolcezza e morbidezza e nessun altro dolce può prendere il suo posto. Unica nel suo genere si presta a numerose varianti, ma oggi ho voluto presentarvela nella sua semplicità assoluta, senza troppi fronzoli.
La particolarità di questa ricetta sta prettamente nell'utilizzo di un particolare stampo chiamato appunto per "chiffon o angel food cake". E' uno stampo simile a quello per ciambelle, ma perfetto per la fase post cottura dedicato alla angel food cake. Questa torta, una volta sfornata, deve essere necessariamente capovolta nella fase del raffreddamento. Questa tecnica speciale fa sì che il dolce resti soffice, ben aereato, e che quindi non si sgonfi. Lo stampo inoltre non va assolutamente imburrato, o oliato, nè foderato con carta forno, per garantire la perfetta riusciuta di quella leggera e delicatissima crosticina che si crea grazie alla caramellizazione degli zuccheri. Mi piace definirla una sorta di torta-meringa, quasi un marshmallow gigante. Amanti del dolce fatevi sotto quindi!



Perfetta da glassare, ma anche da accostare a sapori aciduli, o perchè no, anche da abbinare a golose salse al cioccolato. Adorabile farcita con fragole e panna acida, credetemi è da provare. Pur avendo un'alta concentrazione di albumi al suo interno, il dolce risulta leggero, piacevolissimo e per nulla pesante.
Con queste quantità otterrete una Angel food da 18 cm di diametro. Nel caso in cui abbiate a disposizione uno stampo più grande, da 25 cm di diametro, raddoppiate tranquillamente queste quantità (tranne il cremor tartaro) per ottenere un dolce bello alto.
Qualora non riusciate a reperire il cremor tartaro (cercate nel reparto dolci del supermercati, ormai si trova molto facilmente), potete sostituirlo con la stessa quantità di lievito per dolci.


Ingredienti
6 albumi
1 cucchiaino di cremor tartaro
120 gr di zucchero semolato
65 gr di farina 00

Preparazione
In una ciotola ponete gli albumi e il cremor tartaro. Iniziate a montare il tutto e aggiungete 80 gr di zucchero, un paio di cucchiai per volta, aumentando gradatamente la velocità dello sbattitore o della planetaria. Gli albumi dovranno risultare ben sodi e compatti come per la lavorazione di una meringa.
Setacciate, a questo punto, la farina unita al restante zucchero, direttamente sugli albumi e incorporateli con estrema delicatezza al composto affinchè non si sgonfi. 
Trasferite quindi l'impasto nello stampo per chiffon o angel food cake da 18 cm, senza imburrare, oliare o aggiungere carta forno. Livellate bene il composto aiutandovi con una spatola o un cucchiaio. 
Fate quindi cuocere in forno ben caldo a 180° per circa 30 minuti. Controllate il grado di cottura con uno stuzzicadenti che dovrà fuoriuscire pulito.
Una volta sfornata capovolgete la torta all'interno del suo stampo su una griglia e lasciate raffreddare completamente. A questo punto passate sui bordi un coltello ben affilato e sformate la vostra angel food cake con delicatezza. 
Completate a piacere con una glassa allo zucchero, frutta fresca o la vostra salsa preferita (anche al cioccolato!!)

11 commenti:

  1. Io lo adoro...ciao complimenti ^^

    RispondiElimina
  2. Splendida!
    Recupero lo stampo e la provo!

    RispondiElimina
  3. Io già mi sento in Paradiso solo a guardarla...

    RispondiElimina
  4. una vera delizia! buona serata!!!!

    RispondiElimina
  5. Pochisimi ingredienti e un aspetto davvero invitante!

    Marco di Una cucina per Chiama

    RispondiElimina
  6. Ce la farò un giorno a farla? Non ci sono mai riuscita.. mi sa che devo comprare il giusto stampo e.. seguire i tuoi preziosi consigli :D Un bacione!

    RispondiElimina
  7. Questa torta mi piace un sacco! L'ho fatta solo due volte, la prima un successo, la seconda una sbobba immangiabile: vabbè, forse non ho una grande manualità! Mi dimentico sempre che è un ottimo modo di recuperare gli albumi, rendendoli superappetitosi...è poi dovrei anche essere a dieta!
    Complimenti e a presto :)
    Chiara

    RispondiElimina
  8. Adoro questa torta, anche se è da un po' che non la faccio...dovrò recuperare :)

    RispondiElimina
  9. E' una ricetta che adoro, sia perché ottima svuota frigo dagli albumi, sia per la sua sofficità....poi glassata così ancora meglio!

    RispondiElimina
  10. Questa torta è il mio sassolino nella scarpa: soffice, buona e bella da vedere...solo che non mi viene mai! La inforno perfettamente montata e la tiro fuori bassa e immangiabile. Ora ho lo stampo nuovo...magari è la volta buona!! ;)

    RispondiElimina
  11. Che belle foto, con un'aura candida che si abbina perfettamente a questa torta. Ti è venuta davvero bene, e non si sono neanche rovinati i bordi che di solito tendono un po' a sbriciolare

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...