11 marzo 2015

Gâteau Breton


I dolci francesi mi hanno sempre fatto impazzire, sono stati uno dei miei più grandi amori, fin da bambina. Il Gâteau Breton l'ho scoperto però qualche anno più tardi e, da allora, il ricordo, il profumo, il sapore burroso mi è rimasto nel cuore. Ho sempre cercato una ricetta che potesse avvicinarsi quanto più possibile all'originale. Del resto, esistono innumerevoli versioni di questo dolce, potete sbizzarrirvi e godere delle varianti proposte tra i blog francesi o da vere e proprie autorità come "La mère Poulard", che nel suo libro propone sempre ricette ad alto contenuto di burro.
Il Gâteau Breton è di fatto uno dei dolci più burrosi che io abbia mai visto. Il trucco per la perfetta riuscita sta ovviamente nell'utilizzo del miglior burro che riusciate a trovare. Armatevi di pazienza e andate alla ricerca di quello "demi-sel", meglio se direttamente preparato in Bretagna. In questi giorni ho avuto l'enorme fortuna di provare le "Beurre moulé" Payson Breton, un burro ottenuto da panna fresca pastorizzata e centrifugata, proprio come una volta.
Per questa ricetta consiglio di utilizzare quello leggermente salato, ma se proprio non riuscite a trovarlo aggiungete mezzo cucchiaino di sale al burro morbido, mescolando bene. Il sapore dovrà risultare vagamente salato, ma con tutto il retrogusto morbido e cremoso del burro fresco. Tutte queste caratteristiche si trasferiranno magicamente al vostro Gâteau Breton.



Un dolce che, più che ad una vera e propria torta, vi sarà più facile paragonare ad un immenso biscotto burroso. La superficie dovrà risultare ben dorata e croccante, caratterizzata dal classico disegno dei tipici sablès francesi. L'interno invece sarà leggermente più morbido ed umido, con tutta la cremosità del burro e un retrogusto leggermente salato, perfetto per stuzzicare le papille gustative. Il profumo è quello tipico dei fornai francesi, un mondo squisito in cui gli ingredienti artigianali di prima qualità fanno da padrone. Insomma vi sembrerà di viaggiare nel nord della Francia per un tuffo in una delle regioni più splendide, la Bretagna.


 

Per il Gâteau Breton è consigliabile utilizzare uno stampo con cerniera apribile, in maniera tale da non doverlo necessariamente rompere. Lo stampo andrà sempre ben imburrato e infarinato ed è consigliabile lasciarlo raffreddare completamente una volta sfornato, poichè il dolce sarà particolarmente friabile. Vista la notevole quantità di tuorli utilizzati, io ho preferito dimezzare le quantità a 4 e optare quindi per uno stampo più piccolo, da 18 cm. Lascio a voi la scelta. Trattandosi di un dolce non proprio leggerissimo e perfetto per una decina, o più, di persone potete tranquillamente optare per una versione leggermente più piccola (e accontentare comunque bene o male un po' tutti!). Vi basterà dimezzare tutte le quantità dei vari ingredienti, fatta eccezione per il lievito e il mix per la doratura. Vi consiglio di gustarlo a colazione, una piccola fetta, gustata con confettura è qualcosa di divino.
Si conserva per più giorni in una scatola o confezione ben chiusa, al riparo da umidità e fonti di calore.


Ingredienti
8 tuorli
460 g di farina 00
280 g di zucchero semolato
1/2 cucchiaino di lievito per dolci
320 g di burro semi salato morbido
1 tuorlo + 1 cucchiaio di latte per dorare

Preparazione
Preriscaldate il forno a 200°C. Con l'aiuto di un mixer o lavorando comodamente con una planetaria sbattete energicamente i tuorli con lo zucchero fino a quando non avrete ottenuto una morbida spuma molto chiara. Aggiungete il burro molto morbido e lavorate il tutto per ottenere una consistenza omogenea, cremosa. Unite infine la farina 00 e il lievito. Lavorate velocemente l'impasto per pochi minuti fino ad ottenere un composto vagamente simile alla pasta frolla, ma molto più morbido. Lasciatelo riposare brevemente. Nel frattempo imburrate e infarinate bene uno stampo a cerniera da 22 cm circa. Adagiatevi quindi l'impasto all'interno della tortiera livellandolo bene. 
Spennellate la superficie del dolce con un tuorlo sbattuto con poco latte. Con i rebbi di una forchetta, o con un coltello affilato, praticate delle incisioni che andranno ad intersecarsi creando un disegno.
Infornate e fate cuocere per circa 20 minuti, abbassate poi la temperatura a 180°C e proseguite per altri 25 minuti circa. Sfornate e lasciate raffreddare completamente.
Qualora optiate per dimezzare le dosi, diminuite leggermente i tempi di cottura. Vi basterà tenere sott'occhio il grado di doratura del dolce per capire quando abbassare la temperatura del forno.

28 commenti:

  1. Si vede proprio che è burroso, ho la bava alla bocca!

    RispondiElimina
  2. Allora i dolci francesi li amo come te.....da sempre mi hanno sempre attirata, le tue foto mi hanno portata dritta a leggere la ricetta che vorrei replicare ma mamma....320g di burro....dovrei riuscire a trovare il giusto compromesso...adesso vedo cosa la mia mente riesce a partorire e ti faccio sapere!!! Bellissimi scatti...complimenti!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Gabila!! Ogni tuo complimento mi manda al settimo cielo!!
      Anche io mi sono spaventata quando ho visto la quantità di burro, così ho dimezzato ;) Considera poi che riesci a mangiarne giusto una fettina e che ne viene fuori una torta per 10-12 persone. Non puoi perdertela, se la provi o ne nasce un bell'esperimento poi fammi sapere ;)

      Elimina
  3. Ho un ricordo bellissimo legato a questo dolce , una bellissima vacanza in Bretania terra fastastica stupenda e qui che l' ho assaggiato per la prima volta. Il tuo invita ad assaggiarne una grossa fetta, bravissima sento già il buon sapore del burro.....................

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una terra meravigliosa! Concordo, anche io la amo moltissimo!
      A presto

      Elimina
  4. Era da tempo che volevo provare questo dolce ma le ricette che avevo visto in giro non mi convincevano più di tanto la tua invece è perfetta, la proverò senz'altro!!Baci,Imma

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Imma!! Non posso dirti altro che provarlo... è qualcosa di libidinoso!!
      Un bacione

      Elimina
  5. con tutto quel burro uno deve gridare all'attentato alla linea....
    eppure le francesi sono filiformi come poche... mah, chissà quale segreto celano
    personalmente ad una fetta non direi di no

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse loro riescono davvero a contenersi... io non so se ne sarei capace ;)
      Un abbraccio

      Elimina
  6. Questo gateau è semplice nella preparazione ma sembra delizioso ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Mariagrazia! Sono felice che ti piaccia!

      Elimina
  7. ottimo questo dolce penso che allieterà la colazione di parecchie di noi,complimenti come sempre,passare da te è sempre un goloso e piacevole rischio,mi fai venire voglia di preparare i piatti che ci proponi, bravissima

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono felicissima che ti piaccia! Provalo, per la colazione è perfetto anche da gustare così, semplicemente.
      Un abbraccio

      Elimina
  8. Ora svengo... vedo un dolce così che mi ricorda una terra che adoro e le emozioni vincono...
    ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Francesca,
      è davvero un dolce buonissimo con il sapore e i profumi della Bretagna!!
      A presto ;)

      Elimina
  9. adoro anche io i dolci francesi, e questo è semplicemente da urlo!
    Mamma mia, ingrasso solo a guardarlo...però che buono..... ;)
    Buona serata, ciau!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I dolci francesi hanno quella marcia in più! Saranno le quantità di burro? ;)
      Buon fine settimana cara!
      A presto

      Elimina
  10. mi ispira davvero molto anche se la quantità di burro ovviamente spaventa, ma in triste giornata diventa molto consolatoria!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credimi è super consolatorio... una fetta renderà la tua giornata unica!
      Se ti spaventano le quantità di burro, puoi dimezzare le quantità e ti assicuro che ne viene fuori una bella torta per 8-10 persone!
      Un abbraccio

      Elimina
  11. Adoro i dolci francesi! Esprimono golosità , morbidezza...proprio come questo gateau Breton! È davvero buonissimo!
    Mi salvo la ricetta che ne vado letteralmente matta!
    Grazie Erika!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravissima! Questa ricetta devi provarla assolutamente!
      Un abbraccio grande

      Elimina
  12. Ho provato subito a farla e mi è venuta benissimo. Grazie. Appena la metto nel blog ti avviso e ti cito come fonte. Sei bravissima. ciao Marica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono davvero felicissima Marica!!
      Non vedo l'ora di vedere il tuo splendido Gateau Breton!!
      Un bacione

      Elimina
  13. Io credo di non averlo mai assaggiato. Mi hai davvero incuriosito. Le dosi che hai scritto per che tortiera sono? io ne avrei una da 24 con la cerniera oppure avrei l'anello ma senza il fondo. L'impasto viene sodo o liquido?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'impasto è abbastanza sodo, come dicevo, è molto simile alla frolla. Quindi è facilmente lavorabile con le mani. Con la tortiera da 24 cm viene un po' più basso, quindi ti consiglio di diminuire di qualche minuto anche i tempi di cottura per far sì che resti comunque morbido all'interno. Puoi usare anche l'anello senza il fondo. Ti consiglio, in questo caso, di posizionarlo su una teglia foderata con carta forno. Altrimenti puoi dimezzare le dosi, come ho fatto io, e usare uno stampo da 18 cm. Per altre info mi trovi qui ;) Buon fine settimana

      Elimina
  14. Se non fosse che devo andare in ufficio uscirei immediatamente dal letto e preparerei questa delizia per colazione! Devo aspettare il week end e la fine della mia settimana detox forzata ma stai sicura che questa torta sarà mia! Ha tutte le caratteristiche per diventare una delle mie preferite a colazione!! Buona giornata!

    RispondiElimina
  15. Quando vado in Francia porto sempre a casa un paio di Gateau Breton au pruneaux. Stupenda! !

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...