Roselline di mela

22 settembre 2015


Se siete alla ricerca di un dolce velocissimo da preparare, croccante, ma soprattutto davvero molto scenografico, le roselline di mela e pasta sfoglia fanno al caso vostro. Difficile resistere a questi dolcetti monoporzione. Golose e sane, per la merenda dei più piccoli, si prestano alla perfezione anche per l'ora del tè.
La preparazione è davvero molto semplice, con pochissimi ingredienti, tanto che risultano essere una delle ricette più apprezzate e cliccate sul web. Potevo quindi non proporvi la mia versione, spiegata passo dopo passo? Le roselline di mela sono una vera e propria golosità, grazie alle fettine sottili di mela caramellata che si incontrano e fondono con un croccante strato di pasta sfoglia. 



Il mio consiglio è sempre quello di preparare la pasta sfoglia in casa, qui trovate la ricetta. In alternativa, però, potete affidarvi a quella confezionata, in vendita nei supermercati. Ricordatevi sempre di acquistare quella nel formato rettangolare. Ci sono anche altri piccoli e semplici accorgimenti per ottenere delle meravigliose rose di mela. Innanzitutto mai eliminare la buccia, oltre a contenere molte vitamine, servirà a contribuire all'effetto "petalo di rosa". Utilissimo poi lo stampo per muffins, in cui far cuocere le vostre rose, senza far perdere loro la forma caratteristica. Vi consiglio inoltre di utilizzare dei pirottini, in carta o silicone, per la cottura in forno. In questo modo non correrete il rischio di bruciare il fondo dei vostri dolcetti (a causa del caramello).




Le fettine di mela vanno tagliate finemente, munitevi di un buon coltello affilato, oppure affidatevi alla mandolina. Potete aromatizzarle a piacere, con cannella ad esempio, o la spezia che preferite. Io utilizzo un cucchiaino di zenzero in polvere e metà di cannella. A piacere, potete aggiungere anche qualche uvetta, precedentemente ammollata in poco rhum, per una decina di minuti, e ben strizzata. Le mele possono essere spadellate con burro oppure con semplice zucchero, spezie e succo di limone. Si otterrà ugualmente un effetto "caramello". Potete anche spennellare leggermente la superficie di ogni striscia di pasta sfoglia con poca confettura di albicocche, prima di disporre le fettine di mela, per un risultato ancora più goloso.
Insomma, per questa ricetta, ci sono tante piccole varianti che riusciranno sempre a stupirvi. 
Per 6-8 roselline.




Ingredienti 
1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare
2 mele 
3 cucchiai di zucchero semolato + 1 altro cucchiaio
1 noce di burro
succo di limone filtrato
1 cucchiaino di zenzero in polvere
1/2 cucchiaino di cannella in polvere
uvetta (facoltativa)


Preparazione  
Tagliate la mela, eliminate il torsolo e tagliatela a fettine sottili. Per comodità potete utilizzare anche una mandolina. In un'ampia padella antiaderente fate fondere una noce di burro, con lo zucchero. Unite le mele a fette, aggiungete le spezie e il succo di limone. Fate caramellare per 2-3 minuti a fiamma moderata, mescolando di tanto in tanto facendo attenzione a non rompere le fette.
Togliete dal fuoco e lasciate raffreddare. 
Srotolate la pasta sfoglia, o stendetela molto sottile dandogli la forma di un rettangolo. Ritagliate delle strisce alte circa 5 cm. Disponete quindi le fettine di mela caramellata lungo il bordo superiore della striscia. Fate in modo che la parte con la buccia fuoriesca leggermente dalla pasta sfoglia. Piegate il bordo inferiore sulle fette di mela premendo leggermente e sigillando i bordi. 
Arrotolate quindi la striscia su se stessa, con delicatezza. In questo modo conferirete al vostro dolce la classica forma di una rosa. Disponetele man mano nei pirottini, in carta o silicone, e, successivamente, adagiateli in una teglia per muffins. 
Ponete quindi in frigorifero per almeno 10 minuti. In questo modo la pasta sfoglia risulterà più croccante e manterranno perfettamente la forma durante la cottura.
Prima di infornare cospargetene la superficie con ulteriore zucchero semolato (circa 1 cucchiaio).
Fate cuocere in forno ben caldo a 180°C per 45-50 minuti, coprendo con carta forno, o foglio di alluminio, dopo i primi 20 minuti. 
Si conservano per 1-2 giorni al massimo. Per renderle più lucide e conservarle meglio spennellate la superficie con poca gelatina o confettura di albicocche.
La tana del coniglio © . Design by Berenica Designs.