19 settembre 2016

Falafel


La ricetta dei Falafel è straordinariamente semplice e sempre apprezzata. L'importante è avere un po' di pazienza e realizzarli con ceci secchi, che andranno lasciati a bagno per circa 24 ore. Pochissimi sono i trucchi da seguire per ottenere le più famose e buone polpettine vegetali del mondo!
Non sono mai stata una grande divoratrice di carne. Direi che da piccola ero completamente disinteressata a questo alimento e, purtroppo, me lo hanno fatto pesare davvero molto. Non per il fatto che avessi carenze alimentari, anzi, nonostante fossi di costituzione esile, i miei esami erano sempre perfetti, ma quanto per il mio modo di alimentarmi in maniera differente rispetto ai dettami della società. Oggi molte persone, vegane e/o vegetariane, abbracciano questa scelta e ne fanno un vero e proprio stile di vita. Anche a me, che ho imparato da pochi anni a mangiare di tanto in tanto qualche bistecca, piace variare spesso e provare quelli che sono dei veri e propri sostituiti della carne in termini di proteine.



I legumi sono sempre stati la mia salvezza. Io li ho amati follemente fin da bambina e solitamente dedico loro 3/4 pasti alla settimana. Ci sono un'infinità di piatti super deliziosi che possono essere preparati con questi ingredienti e sono certa che molti resterebbero stupefatti di fronte alla varietà e alla bontà di certe portate. Arricchiti con spezie e profumi orientali o semplicemente fatti a polpetta, come questi falafel.
I ceci sono da sempre tra i miei preferiti. D'estate viaggio ad hummus e pane con bel filo di olio extravergine e vi assicuro che, per me, è goduria allo stato puro. Un pranzetto semplice, veloce, ma ricchissimo di gusto. Poi ho scoperto i falafel e lì mi si è spalancato un'altro mondo meraviglioso! Questa è la ricetta che preferisco per realizzarli, quella un po' più classica e senza troppi fronzoli. Li ho preparati di recente, in collaborazione con Raviolificio Lo Scoiattolo, per il lancio della nuova e delicatissima maionese vegan, nata da un'idea di Marco Bianchi per la linea "I Belli e Buoni", ed è stato amore a prima vista.
Vi consiglio di accompagnarli con del pane tipo pita e servirli con insalata o verdura fresca e qualche salsa. Buon appetito!


Ingredienti
500 g di ceci secchi
2 spicchi di aglio
30 g di prezzemolo fresco
1 cipolla
1 cucchiaino di coriandolo in polvere
1 cucchiaino di cumino in polvere
1/2 cucchiaino di paprika in polvere
1 cucchiaino di semi di sesamo
1/2 cucchiaino di bicarbonato
sale e pepe q.b.
Maiomà per servire   
   
        Preparazione
Lasciate in ammollo i ceci per almeno 24 ore. Scolateli bene e poneteli in un frullatore unendo la cipolla, l'aglio, il prezzemolo, il bicarbonato e le spezie. Frullate il tutto fino ad ottenere una pasta morbida e leggermente granulosa. Aggiustate di sale e pepe. Lasciate riposare il composto in frigorifero per circa ½ giornata.
Formate delle palline grandi come una noce e tuffatele in olio ben caldo. Fate cuocere per 2-3 minuti girandoli spesso. Dovranno risultare ben dorati e croccanti Scolateli e disponete su carta assorbente. Servite con insalata fresca e, a piacere, con Maiomà o altra salsa secondo i vostri gusti.

5 commenti:

  1. Io ho sempre adorato i legumi e amato poco la carne. Ma purtroppo al contrario di te ho un'anemia congenita che mi ha costretto a dover mangiare carne anche contro la mia volontà. Perchè si sa che appena sei anemico il dottore dice che ti devi strafogare di carne

    RispondiElimina
  2. silvia
    Non sapevo che non fosse necessario cuocere i ceci prima di usarli! Ricetta fantastica, anche se ci vuole un po' di tempo per l'ammollo ed il riposo in frigo - sento già il profumo !

    RispondiElimina
  3. Adoro i ceci ed adoro queste polpette!!!!

    RispondiElimina
  4. Buonasera, adoro ho provato a rifarli a casa, però si sono disfatti mentre friggevano. Credo sia stato poco il tempo di riposo in frigo. Posso sostituire i ceci secchi con la farina di ceci?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'impasto deve risultare piuttosto morbido già quando lo frulli e anche il tempo di riposo è importante, almeno 1/2 giornata. Io solitamente li preparo la sera prima e li friggo il mezzogiorno successivo. Anche l'olio dovrà essere ben caldo. Io solitamente non aggiungo farina di ceci perchè il composto risulterebbe ancora più secco. Tienimi aggiornata!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...