9 maggio 2017

Piccole cassate al forno


La Cassata al forno è un dolce tipico della tradizione siciliana, una variante che non ha niente da invidiare alla versione più classica, nata in seguito. Uno dei dolci simbolo di Palermo, che ha lontane origini arabe. Questa versione racchiude, in un friabilissimo guscio di frolla, un ripieno ricco e corposo con ricotta, meglio se di pecora, cioccolato e canditi.

La preparazione è semplice semplice. Potete realizzare con un po' di anticipo la pasta frolla e persino il ripieno. L'ideale infatti è farlo riposare in frigorifero dopo averlo ben setacciato per renderlo ancora più cremoso. La ricotta di pecora ha un sapore unico ed è particolarmente indicata per la perfetta riuscita di questo dolce.


Ho deciso di preparare delle piccole monoporzioni utilizzando uno stampo per muffins, ma nessuno vi vieta, di realizzare una cassata al forno più grande optando per una teglia da 18 cm.
La ricetta originale prevede i canditi all'interno della crema alla ricotta. Potete ometterli o ridurne le quantità qualora non gradiste il gusto. L'ideale sarebbe comunque optare per del cedro e dell'arancia candita per accostarsi il più possibile alla più classica versione della cassata al forno palermitana.


Per non "bagnare" eccessivamente la pasta frolla e mantenerla ben friabile solitamente si distribuiscono pezzetti di pan di Spagna nello strato inferiore e superiore del dolce. In questo modo si va ad assorbire l'eccesso di umidità causato dalla ricotta. Qui ci sono 2/3 correnti di pensiero: c'è chi utilizza il pan di Spagna, tagliato a pezzetti molto piccoli o tagliato in dischi sottili, chi invece preferisce i biscotti secchi, ben sbriciolati e chi opta per un mix di entrambi. Personalmente preferisco il pan di Spagna, sbriciolato per le cassate piccole, oppure tagliato a disco, meglio se non troppo spesso, per la cassata grande, più classica. 
Per circa 12- 15 cassate mini oppure per 1 grande da 18-20 cm



Ingredienti
Per la pasta frolla:
500 g di farina 00
200 g di burro
200 g di zucchero
2 uova + 1 tuorlo
scorza limone bio (non trattato)
Per la farcitura:
500 g di ricotta di pecora
200 g di zucchero a velo
circa 60 g gocce di cioccolato
circa 60 g canditi
pan di Spagna o biscotti secchi q.b.
marsala (facoltativo)
zucchero a velo per decorare

Preparazione
Per prima cosa preparate la crema di ricotta. Setacciatela e lavoratela con lo zucchero. Aggiungete quindi il cioccolato a pezzetti (o le gocce di cioccolato) e i canditi. Mescolate brevemente e ponete in un contenitore ermetico per il riposo in frigorifero (tempo min. 2 ore - meglio una notte).
Preparate quindi la pasta frolla. Unite la scorza di limone grattugiata finemente alla farina e allo zucchero. Aggiungete quindi il burro tagliato a pezzetti e lavorate velocemente il composto con le dita (o con la planetaria, se preferite). Unite le uova leggermente sbattute e lavorate bene il tutto fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo. Formate una palla, appiattitela leggermente e avvolgetela nella pellicola per alimenti. Fate riposare in frigorifero per almeno 2 ore.
Stendete quindi la pasta frolla su un piano infarinato e, per ottenere delle mini cassate, ritagliate dei dischi poco più grandi del diametro dello stampo per muffins. Spennellate con burro e infarinate leggermente lo stampo per muffins e adagiatevi i dischi di pasta frolla. Distribuite sul fondo biscotti secchi o pan di Spagna sbriciolato. Spennellate con poco marsala Aggiungete qualche cucchiaino di crema di ricotta lasciando 1 cm dal bordo. Aggiungete quindi altro pan di Spagna, o biscotti, ricoprendo interamente la superficie della ricotta. Anche in questa fase spennellate con poco marsala. Dalla pasta frolla rimasta ritagliate dei dischi del diametro esatto per ricoprire le cassatine. Spennellate i bordi con dell'albume o poca acqua e fate aderire perfettamente il disco sigillando i bordi.
Fate quindi cuocere in forno statico già caldo a 180° C per circa 40 minuti o almeno fino a quando risulteranno dorate.
Sfornate e lasciate raffreddare, poi togliete dallo stampo e spolverizzate con zucchero a velo per decorare.
Si conservano in un contenitore ben chiuso, in frigorifero, per max una settimana.

2 commenti:

  1. AIUTOOOOOOOOOOOO qualcuno mi risollevi la mandibola!!! Bellissime da vedere...alla fine però non ho capito se tu hai usato il pan di spagna o i biscotti secchi (solo x avere il tuo parere!!! xè sono certa siano effettivamente buoni in entrambe i casi!)
    Buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di cuore ;)
      Io ho usato un po' di biscotti e di pan di Spagna. Con i biscotti secondo me resta un po' più "croccante" la frolla, mentre con il pan di Spagna l'effetto è più morbido e cremoso e si percepisce meno quando mordi la cassatine ;)
      A presto

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...