31 gennaio 2012

Crostata al cacao e datteri

IMG_9291

IMG_9278

Quando l'ho vista non ho saputo resistere. Ho un'adorazione per i libri di cucina francese e guarda caso le ricette in essi racchiuse non mi deludono mai. Solitamente non sono un'amante dei datteri, ma questo accostamento andava assolutamente testato! Il risultato del ripieno è puro delirio, quasi simile ad una deliziosa crema al cioccolato, ma con un retrogusto decisamente più esotico. Non abbiate timore, anche se non amate i datteri, questa tarte fa al caso vostro. Cuocendo con il cacao infatti ne assumono tutto il profumo e il gusto e non avrete dubbi sulla bontà di questo ripieno! Ovviamente le calorie sono davvero molte e forse, per chi è a dieta, non è proprio il dolce adatto. Sì sa, i datteri sono delle piccole bombe caloriche, ma sono anche ricchissimi di potassio (forse anche più delle banane!) e donano una fonte inesauribile di energia. Che dite? si può utilizzare come scusante per fare uno strappo alla regola?
Tornando alla nostra deliziosa crostata, essendo molto calorica appunto, queste dosi sono perfette per circa 10-12 persone. Ebbene sì, una piccola fetta a testa può bastare per togliersi uno sfizio divino! Volutamente il "guscio" non è di pasta frolla, ma di una specie di pasta "brisée sucrée" decisamente meno dolce e quindi adattissima al ripieno. Il cacao poi smorza con una certa efficacia il sapore troppo zuccherino dei datteri secchi. I tempi di cottura sono lievemente lunghi per una crostata, ma ne varrà la pena per ottenere una tarte rustica e croccante. Per una teglia con fondo apribile da 24 o 26 cm.

IMG_9249

IMG_9248

IMG_9243

IMG_9232

IMG_9290

IMG_9282

IMG_9283

IMG_9280

IMG_9270

IMG_9251

Ingredienti 
400 gr di farina 00
170 gr di zucchero semolato
200 gr di burro freddo a pezzi
2 tuorli
acqua ghiacciata q.b.
Per il ripieno:
500 gr di datteri denocciolati
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
1/2 cucchiaino di cannella in polvere
1/2 cucchiaino di zenzero in polvere
30 gr di cacao amaro Van Houten
1 cucchiaio di zucchero di canna Mauritius Muscovado Bronsugar
1/4 cucchiaino di lievito per dolci
250 ml di acqua
Per la doratura:
1 tuorlo o Il doratore

Preparazione
Con qualche ora di anticipo preparate una sorta di "pasta brisée sucrée". Nel recipiente della planetaria unite farina, zucchero e burro freddo tagliato a dadini e lavorate velocemente con brevi pulsioni fino a quando non otterrete un composto sabbioso (stesso procedimento dovrà essere eseguito da chi decide di lavorare l'impasto a mano, con la sola aggiunta di un pizzico di sale). Aggiungete quindi i tuorli e lavorate velocemente l'impasto iniziando ad aggiungere un primo cucchiaio di acqua ghiacciata. A velocità minima aggiungete lentamente un cucchiaino di acqua ghiacciata per volta fino a quando non inizierà a formarsi un impasto sodo e compatto. Personalmente ho utilizzato circa 4 cucchiai scarsi di acqua prima di avere un risultato, però la quantità di acqua può variare a seconda delle dimensioni dei tuorli o dell'umidità, procedete quindi con pazienza, aggiungendo poca acqua per volta. Se lavorate l'impasto a mano, potrete velocizzare questa seconda parte utilizzando un coltello a lama grossa per rendere il tutto più omogeneo per poi continuare con le mani.
Dividete quindi l'impasto in due panetti e appiattiteli lievemente. Avvolgete il tutto in una pellicola trasparente e ponete a riposare per almeno 1 ora in frigorifero. Nel frattempo preparate il ripieno. Tagliate i datteri a pezzi (eliminate il nocciolo nel caso in cui non siano disponibili quelli denocciolati) e poneteli in una casseruola con 250 ml di acqua. Aggiungete le spezie in polvere, l'estratto di vaniglia, lo zucchero e il cacao amaro. Fate quindi cuocere, mescolando di tanto in tanto, fino a quando non inizierà a bollire. Togliete quindi dal fuoco e aggiungete il lievito per dolci, mescolando bene. Lasciate quindi raffreddare completamente. Ponete tutto in un mixer e tritate finemente fino ad ottenere un composto morbido e omogeneo.
Trascorso il tempo di riposo, infarinate una spianatoia e stendetevi il primo disco di pasta con uno spessore di circa 5 mm. Adagiatela quindi in una tortiera con il fondo apribile. Versate il ripieno al cacao e datteri, livellandolo bene con l'aiuto di un cucchiaio. Stendete quindi anche il secondo disco di pasta e coprite facendo aderire bene ai bordi. Eliminate la pasta in eccesso e spennellate con un tuorlo d'uovo lievemente sbattuto (oppure utilizzate il doratore). Ponete quindi in forno (meglio sulla griglia inferiore) già caldo a 180°C per circa 1 ora, o fino a completa doratura. Lasciate raffreddare completamente prima di servire.

22 commenti:

  1. Io adoro le torte d'ispirazione francese (e i libri francesi...ovviamente!!!)

    buona giornata Erika
    Claudia

    RispondiElimina
  2. che spettacolo con questo ripieno... da divorare

    RispondiElimina
  3. mamma mia! una torta insolita ma golosissima! anche io ho da poco scoperto l'uso dei datteri nei dolci e me ne sono innamorata! se fai un giro dalle mie parti trovi un cake ai datteri e cioccolato fondente :D
    buona giornata

    RispondiElimina
  4. Bellissima la torta e molto interessante l'accostamento con i datteri!
    Da qualche parte ne devo avere ancora una scatola sopravissuta al Natale....proverò!
    Olivia

    RispondiElimina
  5. ODDIOO!!! Che meraviglia! Complimenti!

    http://petitecuilliere.blogspot.com/

    RispondiElimina
  6. Che fantastica visione .. sono in crisi, j'adoreeee <3 Una fettina prima di pranzo è quello che mi ci vorrebbe, tanto stasera si va in palestra :) Un bacione

    RispondiElimina
  7. è veramente bellissima, sembra proprio una di quelle torte che si trovano nelle caffetterie parigine!

    RispondiElimina
  8. É davvero bella e il ripieno deve essere buonissimo!

    RispondiElimina
  9. Bella, e sicuramente anche buona !

    RispondiElimina
  10. ecco come utilizzerò i datteri che ho ancora a casa!Bella idea!

    RispondiElimina
  11. No problem, non sono a dieta... quindi una fetta me la prendo molto volentieri!
    Deliziosa per l'ora del thé... e non solo! :)

    RispondiElimina
  12. Fantastico questo dolce!

    hey juno, passa da me ti ho nominato e premiato con il versatile blogger award!!!
    Ti seguo spesso sia qui che su Instagram!

    che fai vieni???
    r.

    RispondiElimina
  13. che meraviglia io adoro i datteri ed ovviamente il cioccolato! voglio farla, sembra buonissima...me la segno!

    RispondiElimina
  14. ho giusto una confenzione di datteri in dispensa...quasi quasi! e poi il potassio fa bene, mettiamola cosi` ;) ... ma questi bei libri francesi dove li trovi? li adoro anche io!

    RispondiElimina
  15. Che ripieno particolarecon i datteri!
    Ogni tuo dolce èsempre speciale :)

    Un baciotto

    RispondiElimina
  16. Mio marito è qui che sta implorando che gliela faccia!!!!!!

    RispondiElimina
  17. Mi hai quasi convinto, in effetti nemmeno io adoro i datteri ma se dici che si "confondono" bene con il cioccolato lasciando però quel che di esotico, vale la pena provarla!! E poi le tue foto sono invitantissime!! Un Bacione Arianna

    RispondiElimina
  18. A me i datteri piacciono molto solo che, siccome in casa, al contrario, non piacciono a nessuno, non posso mai utilizzarli per farci dei dolci, però camuffati così potrebbero essere perfetti! Questa crostata è deliziosa!!!!!

    RispondiElimina
  19. ennnòòòòò pure i datteri ipercalorici nooooo!!! (son anni che fingo di non sapere quanto in realtà siano poco dietetici...con la frase "è frutta" cancello ogni senso di colpa ;P ) !!!
    comunque mi paice molto questo ripieno!Perfetto per golosi cronici come me :)

    RispondiElimina
  20. Mamma mia...ma quanto ne sai! Sei davvero un genio!!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...