9 dicembre 2015

Stollen, con pistacchi, albicocche e fichi secchi


Lo Stollen è un classico dolce natalizio di origine tedesca. Profumatissimo e ricco di frutta secca, è realizzato con un impasto dolce lievitato che è una via di mezzo tra un pane dolce e un pan brioche. L'aroma che sprigiona è inebriante ed ha tutto il sapore tipico dei dolci di Natale. La ricetta classica prevede, all'interno di ogni Stollen, un rotolino di marzapane che ne conferisce la forma caratteristica. 

Per questa particolare versione ho preferito ometterlo, per rendere la realizzazione più semplice e alla portata di tutti e ho voluto variare anche la tipologia di frutta secca, alternando ai grandi classici, come uvetta e mandorle, anche frutta secca e disidratata ricca di sapori e profumi intensi, come le albicocche e i fichi secchi e i pistacchi.

 


Si conserva per diversi giorni, se ben avvolto in carta per alimenti e conservato in scatola a chiusura ermetica. Può essere quindi un'idea originale per un insolito regalo di Natale, soprattutto per chi è amante dei dolci tipici tedeschi
Sapori e profumi ricordano il nostro panettone e durante la preparazione l'aroma che si sprigiona è totalmente inebriante. 


La vostra casa profumerà per diversi giorni, soprattutto, se come me, vi affiderete all'aggiunta di acqua di fiori di arancio, scorza di limone e di arancio e persino una goccia di rhum. La frutta secca e la lievitazione faranno il resto.
E' un dolce che va preparato con tutta calma, come per tutti i lievitati, la pazienza è fondamentale soprattutto a causa dei tempi di attesa. Potete tranquillamente realizzarlo in una giornata. Io ho iniziato alle 9 del mattino e il pomeriggio era già pronto per una super merenda natalizia con tè caldo e cannella.
Queste le quantità per 2 stollen  



Ingredienti 
      250 gr di farina 00
250 gr di farina Manitoba
25 gr di lievito fresco
50 ml di latte tiepido
70 gr di burro fuso + extra per spennellare il dolce
70 gr di zucchero semolato + extra 
150 ml di acqua tiepida
1 pizzico di sale
2 cucchiai di acqua di fiori di arancio
1 cucchiaio di estratto di vaniglia 
scorza di 1 limone Bio
scorza di 1/2 arancia Bio
50 gr di albicocche secche disidratate
50 gr di fichi secchi disidratati
40 gr di pistacchi sgusciati non salati
40 gr di mandorle a scaglie
100 gr di uvetta
4 cucchiai di rhum
zucchero a velo 
  
Preparazione 
Per prima cosa mettete l'uvetta a bagno in una ciotolina con acqua tiepida e il rhum. Lasciate riposare per tutta la durata della preparazione in modo che diventi ben morbida. 
Preparate poi una sorta di lievitino. Sbriciolate il lievito nel latte tiepido, unite tre cucchiai di farina 00 (presi dal peso segnalato negli ingredienti) e mescolate bene il tutto fino ad ottenere una sorta di pastella. Coprite con pellicola trasparente e lasciate riposare in un luogo tiepido fino al raddoppio di volume (circa 40 minuti).
In un'ampia ciotola o, se preferite, in una planetaria unite gli ingredienti come la farina 00, la farina manitoba, un pizzico di sale, il burro fuso ormai freddo, la vaniglia, la scorza degli agrumi, lo zucchero, l'acqua tiepida e l'acqua di fiori di arancio. Unite quindi il lievitino e lavorate il tutto per circa 15 minuti con un gancio impastatore. Se realizzate questo passaggio impastate il tutto in una ciotola, poi  ricordatevi di infarinare leggermente il piano di lavoro e continuate a lavorare il tutto per almeno 20 minuti a mano.
Non appena l'impasto sarà ben liscio ed elastico ponetelo in un'ampia ciotola coperta con pellicola trasparente e lasciate lievitare in luogo tiepido per almeno 1 ora. Dovrà raddoppiare visibilmente di volume. 
Nel frattempo tritate grossolanamente la frutta secca e disidratata e strizzate l'uvetta. Asciugatela e, non appena l'impasto sarà ben lievitato, unite questi ultimi ingredienti. Lavorate l'impasto il meno possibile. In pochi minuti dovreste riuscire ad incorporare alla perfezione tutta la frutta.
Dividete l'impasto in due parti uguali e dategli la caratteristica forma allungata. Adagiate i due stollen su una teglia foderata con carta forno. Coprite con un telo e lasciate riposare per altri 30 minuti.
Fate quindi cuocere in forno ben caldo a 190° per circa 1 ora. Fate attenzione che gli stollen non si coloriscano troppo. Se dovesse accadere potete ovviare al problema posizionando della carta forno o alluminio sulla superficie. 
Sfornateli e spennallateli con abbondante burro fuso. Ricoprite con zucchero semolato e successivamente con zucchero a velo.     

2 commenti:

  1. Ciao! bellissimo il tuo stollen, amo molto sia le albicocche che i fichi secchi e amo molto lo stollen, quindi quanto ne vorrei una generosa fetta! si sono golosa, ho la fortuna di mangiarlo fresco, di pasticceria ogni anno (mio figlio abita in Germania) l'avevo anche fatto qualche Natale fa, poi ho deciso che meglio lasciare fare a loro :-) sai che anche io ho letto e visto varie ricette col rotolino di marzapane all'interno (a voler simboleggiare il bambin Gesù) ma mio figlio che ha vissuto a Dresda, patria indiscussa dello stollen (c'è anche una festa famosissima dove con un carretto molto grande, trasportano uno stollen di non so quanti quintali, poi distribuito alla folla) ebbene... mi ha detto che lui non l'ha mai visto, nè a Dresda, nè in altre città..mah. quindi tu hai fatto benissimo ad ometterlo il salsicciotto (magari è qualche stravaganza modaiola, chi lo sa...un po' come il nostro panettone, originariamente mica era con creme e farciture varie! ancora adesso per me il panettone è uvetta e canditi. Che piaccia o no, la ricetta è quella)

    RispondiElimina
  2. mmmm buono! l'ho assaggiato solo una volta dalle parti di Bolzano ma non l'ho mai provato! Bellissima la tua versione! Ciao ;-)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...