8 febbraio 2011

Baguette di sfoglia al pesto


Deliziosamente gustosa e soprattutto croccantissima! La ricetta originale prevedeva, in realtà, l'uso della pasta croissant, ma visti i tempi ristretti mi sono buttata sulla pasta sfoglia e ho creato una mia personale variazione. Inutile dirvi che con dell'ottimo pesto fatto in casa le sensazioni migliorano notevolmente però potrete tranquillamente usare quello che preferite purchè non sia troppo ricco di olio. Nel caso in cui vogliate realizzare la ricetta originale di Michel Roux vi segnalo che la pasta croissant da utilizzare dovrà avere solamente 3 giri e una quantità di 480 gr. Inoltre è prevista un'ulteriore lievitazione di 45min-1ora a 20-24°C. Tutte le altre quantità restano invariate. Io personalmente ho trovato molto più ottimale e veloce realizzare questa versione che è comunque deliziosa! Inutile dirvi che dovrete cercare di ricreare la forma di una baguette e fate attenzione a sigillare bene i bordi. Il risultato sarà divinamente croccante e saporito, adattissimo come antipasto (io, in realtà, me la sono divorata quasi tutta da sola tagliandone un pezzetto ogni volta che passavo dalla cucina).














Ingredienti:
280 gr di pasta sfoglia
10 gr di pinoli
1 tuorlo + 2 cucchiai di latte per dorare
100 gr di pesto 


Preparazione
Stendete la pasta sfoglia creando un rettangolo di 4 mm circa di spessore e disponetelo su una teglia con carta forno. Con un pennello cospargete un poco di tuorlo sbattuto con latte i bordi della sfoglia per circa 2-3 cm. Versate ora il pesto sulle zone che non avrete cosparso di latte e uova e distribuitelo omogeneamente con un cucchiaio. Aiutandovi con la carta forno arrotolate la sfoglia su se stessa fino a lasciare un ultimo bordo di circa 5-6 cm. Piegate sul rotolo anche questo bordo, avendo cura di sigillarlo bene. Spennellate nuovamente tutta la baguette con il tuorlo e il latte. Con l'aiuto di un coltello praticamente delle incisioni sulla baguette e cospargete di pinoli. Cuocete in forno già caldo a 180°C per circa 20 minuti. Riducete la temperatura a 160° e continuate la cottura per altri 10-15 minuti a seconda della doratura. Una volta cotta lasciatela intiepidire nel forno spento per circa 10 minuti poi disponetela su un tagliere di legno. Tagliatela delicatamente al momento di servirla, tiepida o fredda, in quanto sarà molto fragile.


Tratto dal libro "Frolla & Sfoglia" di Michel Roux


Con questa ricetta partecipo al contest:


about food

11 commenti:

  1. Che meraviglia Eka!!!! Bravissima come sempre! Kiss

    RispondiElimina
  2. Buonissima!!!io adoro il pesto e questa sfoglia sembra fatta proprio per me! Anche io l'avrei mangiata tutta da sola, fettina per fettina, se l'avessi avuto a casa mia!

    RispondiElimina
  3. mamma che buona... io il pesto fra poco lo metto pure nel latte la mattina.. bravissima!

    RispondiElimina
  4. ne voglio una fetta !! sembra davvero buonissima!! .. con quei pinoli poi... gnammmm

    RispondiElimina
  5. Finalmente un nuovo contest! Farina, lievito e fantasia in collaborazione con Emile Henry ha organizzato uno straordinario contest “Frutta in pentola”, dove la protagonista indiscussa è proprio la frutta, sia fresca che secca. I premi? Beh ti invito a sbirciare nel blog, ti aspetto http://farinalievitoefantasia.blogspot.com/2011/02/contest-frutta-in-pentola.html

    RispondiElimina
  6. io il pesto di solito me lo mangio a cucchiaiate o sul pane, non sopravvive a lungo nel mio frigo! quindi mi sa tanto che questa "baguette" in sfoglia sarebbe la mia rovina :D

    RispondiElimina
  7. che bello e originale!
    me lo appunto ^_^

    RispondiElimina
  8. ma che delizia, il profumo del pesto poi è meraviglioso. Bacioni

    RispondiElimina
  9. Grazie ragazze!! I vostri complimenti fanno sempre piacere!! Scusate se non sempre rispondo ai vostri commenti, ma spesso e volentieri sono super presa a fare la neo-mamma (che faticaaa.. però troppo bello!!).
    @Ramona: cercherò di fare il possibile per partecipare al contest.. ho già due o tre idee, speriamo di trovare il tempo anche perchè adoro Emile Henry!!! Grazie per la info!!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...