Frittelle alla crema pasticcera


Le frittele alla crema pasticcera sono un dolce goloso e molto sfizioso, perfetto per festeggiare il periodo dell'anno in cui ogni fritto è concesso: il Carnevale! Largo quindi a queste piccole delizie, croccanti e ricoperte da un sottile strato di zucchero, e farcite con una morbida e profumatissima crema pasticcera. E' un dolce che non richiede grandi spiegazioni, perché la ricetta è davvero semplice da realizzare. 


Ci sono solo pochi semplici trucchetti che dovrete seguire per la realizzazione. A partire dall'impasto. Queste frittelle sono realizzate con la stessa tecnica utilizzata per la pasta choux, quella dei bignè per intenderci. In questo modo le frittelle, cuocendo e gonfiandosi, lasciano al loro interno molto spazio per tanta golosa farcitura e il loro gusto è leggero e delicato. Per una cottura perfetta utilizzate preferibilmente olio di semi di arachidi ad una temperatura di 180°C. La temperatura dell'olio è estremamente importante per la perfetta riuscita dei dolci fritti. 


L'olio portato ad una temperatura troppo alta tende infatti a colorire troppo l'esterno delle frittelle lasciando l'interno poco cotto. Se potete, quindi, controllate sempre la temperatura dell'olio con un termometro da cucina. Qualora risultasse troppo alta abbassate la fiamma e attendete che l'olio torni alla giusta temperatura prima di procedere. 
Potete farcite le frittelle come più preferite: crema, cioccolato o confettura.. ma anche ricotta e cioccolato. Io ho aromatizzato le frittelle anche un po' di scorza di limone.
Per circa 50 frittelle



Ingredienti
250 ml di acqua
50 g di burro
40 g di zucchero semolato
1 pizzico di sale
scorza di 1 limone Bio (facoltativo)
150 g di farina 00
4 uova
1 litro circa di olio di semi di arachidi
Crema pasticcera per farcire (qui la ricetta)
zucchero semolato o a velo per decorare

Preparazione
Per la realizzazione delle frittelle procederemo come per la pasta choux.
In un pentolino abbastanza capiente ponete l'acqua, il burro, lo zucchero e il sale. Ponete sul fuoco. Fate fondere tutti gli ingredienti e poi portate a bollore. A questo punto abbassate completamente la fiamma e unite la farina tutta in una volta. Mescolate energicamente con un cucchiaio di legno per 2-3 minuti a fiamma medio-bassa. Capirete che il composto è pronto solo quando formerà una leggera patina bianca sul fondo. Togliete quindi dal fuoco e lasciate raffreddare per alcuni minuti.
A questo punto dovrete incorporare le uova. Attenzione: è necessario incorporare un solo uovo alla volta e mescolare bene affinché sia bene assorbito prima di aggiungere il successivo. Questi passaggi sono fondamentali per la perfetta riuscita.
Una volta che il composto sarà ben raffreddato unite il primo uovo leggermente sbattuto. Lavorate energicamente con un cucchiaio di legno fino a quando il composto non apparirà liscio e perfettamente omogeneo. Proseguite quindi con le altre uova, sempre una alla volta e sempre lavorando bene dopo ogni aggiunta.
Dovrete ottenere un impasto liscio, omogeneo, ben lucido, dal colore giallo brillante e vagamente appiccicoso.
A piacere potete aggiungere della scorza di limone grattugiata.
In un'ampia padella fate scaldare l'olio e portatelo alla temperatura di 180°C.
Aiutandovi con due cucchiaini formate delle piccole palline e tuffatene 6-8 circa nell'olio caldo. Giratele spesso per avere una cottura uniforma e, non appena risulteranno ben dorate, scolatele e ponetele su un vassoio coperto con abbondante carta assorbente.
Proseguite così fino a quando non avrete terminato l'impasto. Vi consiglio sempre di cuocere poche frittelle per volta in modo che la cottura sia il più uniforme possibile (massimo 8-10 per volta in base anche alle dimensioni della padella utilizzata).
Io amo spolverizzarle subito con zucchero semolato, ma a piacere potete spolverizzarle con zucchero a velo solo dopo averle farcite.
Una volta pronte potrete farcirle con crema pasticcera.
Gustatele ancora tiepide. Si conservano per 1-2 giorni.


Nessun commento