10 aprile 2015

Crema ai fiori di arancio con mandorle, pinoli e pistacchi


Questa crema è una delle mie preferite. Io, che non sono amante dei dolci al cucchiaio, devo sempre ricredermi quando mi capita tra le mani una coppetta di questa piccola delizia. Facilissima da preparare, ha tutto il profumo e il sapore di viaggi in terre lontane. L'ingrediente che rende unica questa crema è senza ombra di dubbio l'acqua di fiori di arancio. La stessa che solitamente si utilizza nella pastiera. Perciò, se ve n'è avanzata un po' dalla Pasqua appena trascorsa, il mio consiglio è sicuramente quello di prepararsi un dolce come questo, morbido, avvolgente e delicatamente profumato.

Pare che una versione simile di questo dolce sia una specialità dei paesi del Maghreb, in cui l'acqua di fiori di arancio e la frutta secca come mandorle e pistacchi non mancano mai.
Adoro questa crema perchè è versatilissima e può essere aromatizzata a piacere, provatela per esempio con un po' di rhum, un po' di scorza di limone grattugiata e mezza vaniglia, al posto dell'acqua di fiori di arancio, e avrete ottenuto una crema completamente nuova, perfetta anche per farcire del buon pan di spagna.



In questa semplice coppetta il tocco croccante è dato dai pistacchi, dalle mandorle e dai pinoli. Fateli tostare brevemente prima di decorare la vostra crema e, se ne avete il tempo e l'occasione, assaggiateli anche caramellati, sono una vera bomba. Siccome amo accostare diverse consistenza, e una crema si presta sempre bene a questi esperimenti, tuffateci dei biscotti secchi, magari proprio dei cantucci.
Se volete rendere ancora più speciale e accattivante la crema ai fiori di arancio, sbriciolate un po' di biscotti sul fondo di ogni coppetta e servitela ancora tiepida.
Per 6 persone


Ingredienti
600 ml di latte intero
150 gr di zucchero semolato
4 cucchiai di acqua di fiori di arancio
1 uovo
3 tuorli
1 cucchiaio abbondante di mandorle tostate
1 cucchiaio di pistacchi non salati
1 cucchiaio di pinoli

Preparazione
In un pentolino ponete il latte e 100 gr di zucchero, mescolando brevemente, e portate ad ebollizione. A piacere potete aggiungere anche una piccola stecca di vaniglia. Nel frattempo in una ciotola sbattete energicamente l'uovo e i tuorli con lo zucchero e l'acqua di fiori di arancio. Non appena il latte sarà ben caldo versatelo a filo sulle uova mescolando continuamente.
Ponete nuovamente sul fuoco, a fiamma moderata, e, continuando a mescolare, portate ad ebollizione il composto. Fate quindi cuocere per circa 6 minuti mescolando continuamente affinchè non si formino grumi. Filtrate la crema ottenuta con un colino, o frullatela brevemente per renderla liscia ed omogenea. Distribuitela nelle coppette. Completate con un generoso trito di pistacchi, mandorle e pinoli. Lasciate raffreddare per circa 1 ora prima di servire.

7 commenti:

  1. Io invece amo i dolci al cucchiaio, li trovo 'voluttosi', un peccato di gola che ogni tanto amo concedermi. Mi segno la ricetta di questa crema e l'idea della scorza di limone è ottima

    RispondiElimina
  2. io adoro i dolci al cucchiaio e anche se so che la parte croccante ci vuole, io me la divoro tranquillamente così questa crema :-)
    ciao e buon week end
    raffaella

    RispondiElimina
  3. Questa crema mi conquisterebbe in pochi istanti . . . sarà una vera bontà ^_^

    RispondiElimina
  4. quanto mi piace l'acqua di fior d'arancio..... è un profumo che sa proprio di notti d'oriente! bravissima!

    RispondiElimina
  5. un dessert assolutamente strepitoso! Da non perdere.........
    Buon fine settimana, un abbraccio

    RispondiElimina
  6. è una vera leccornia,profumata e golosa,grazie del dono che ci fai,va fatta semmai prorpio per questi giorni di festa,un bacione

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...