31 gennaio 2014

Crêpes "Tatin"

IMG_9087 copy

Ebbene, sì, avete letto bene! Si parte dalla stessa idea di una Tarte Tatin per arrivare a creare deliziose crêpes, cosa può esistere di più bello? Ovviamente viene esclusa la lunga cottura in forno, questo è un procedimento che vi regalerà in poco tempo un dolce strepitoso. 
Questa domenica sarà la festa della Candelora. Nella tradizione celtica essa simboleggiava il passaggio dall'inverno alla primavera.
In Francia, la "Chandeleur", è conosciuta per essere il giorno delle crêpes. Potevo quindi non approfittarne? Si dice che la forma tonda delle crêpes ricordi il sole e che richiami appunto il concetto di passaggio dalla stagione invernale a quella primaverile. In realtà fu Papa Gelasio I colui che distribuì crêpes ai pellegrini, giunti a Roma, proprio il giorno della Candelora.
La tradizione e le usanze francesi vogliono che si preparino le crêpes tenendo, nella mano con cui solitamente si scrive, una moneta e che si girino facendole saltare, utilizzando l'altra mano. Un procedimento non troppo semplice, ma che, a quanto pare, se riuscito, assicurerebbe buona fortuna per tutto l'anno a venire. 
Dal momento che le crêpes sono di quei dolci irrinunciabili, ho pensato di regalarvi questa ricetta con qualche giorno di anticipo rispetto alla Candelora. Così potete anche esercitarvi un po', a farle saltare, ma soprattutto a mangiarle!
Scegliete una mela non troppo farinosa, soda e compatta, in maniera tale che non si sfaldi troppo durante la cottura. La pastella può essere preparata in anticipo, anche la sera prima, e conservata in frigorifero, coperta con pellicola trasparente, per fare in modo che non prenda altri aromi. Le mele, invece, è preferibile saltarle al momento o al massimo una mezz'ora prima. 
Queste le quantità per 4 persone.

IMG_9091 copy

IMG_9096 copy

Ingredienti
4 mele
1 limone
50 gr di burro
50 gr di zucchero semolato
1 pizzico di fleur de sel
Per la pastella:
2 uova
350 ml di latte 
40 gr di burro fuso
170 gr di farina 00
1 cucchiaio di zucchero
1 pizzico di sale fino
poco burro per la padella

Preparazione
Preparate la pastella per le crêpes con un certo anticipo.
In una ciotola ponete la farina, il sale, lo zucchero, mescolate e formate una piccola conca al centro. Sbattete velocemente le uova con un terzo del latte e unitelo alla farina, mescolando bene per evitare grumi. Aggiungete il restante latte e infine il burro fuso, sbattendo energicamente.
Dovrete ottenere una pastella liscia ed omogenea e ponete in frigorifero a riposare per circa 1 ora.
Sbucciate le mele, tagliatele ed eliminate il torsolo. Tagliatele a fette non troppo sottili e irroratele con il succo di limone per fare in modo che non anneriscano. In un'ampia padella antiaderente fate fondere il burro e aggiungete lo zucchero, mescolando appena per distribuirlo in maniera uniforme. Aspettate che si sciolga e unite le mele a fette. Fate in modo che ogni fetta aderisca perfettamente alla padella. Cuocete per circa 15 minuti, a fiamma vivace, girandole di tanto in tanto perchè si caramellino alla perfezione. Dovranno ottenere un colore dorato.
Mentre le mele cuociono, preparate le crêpes, in modo che siano abbastanza spesse. Imburrate lievemente una padella antiaderente del diametro di circa 15 cm ed eliminate l'unto in eccesso con carta da cucina. Non appena la padella sarà ben calda versate un mestolo di impasto e, ruotando la padella, distribuitelo uniformemente. Fate cuocere un paio di minuti per lato e tenete al caldo. Non appena saranno pronte farcitele con le mele caramellate. Servite tiepide o calde, accompagnandole, a piacere, con una pallina di gelato alla crema o alla vaniglia.

6 commenti:

  1. Non sai quante ne ho mangiate quest'estate in Bretagna... rigorosamente accompagnate da palline di gelato alla vaniglia irrorate di caramello al burro salato! Un piacere come pochi! Appena ho visto la tua foto, mi sono emozionata al solo ricordo! :D

    RispondiElimina
  2. Bella idea, complimenti davvero! Sarà buonissimo ed ha un aspetto molto raffinato!
    Bel blog, ti seguo volentieri :-)

    RispondiElimina
  3. quanto devono essere buone!!!!!!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...