6 ottobre 2015

Babka al cioccolato


La babka mi ha sempre incuriosito. E' uno di quei dolci che creano aspettative, che sai, poi, non verranno deluse. Una sorta di pan brioche arrotolato e intrecciato con una morbida crema al cioccolato. Potete arricchirla a piacere con frutta secca, come noci, mandorle o nocciole, oppure renderla più soffice e zuccherosa spennellandola con sciroppo. Tagliata a fette è perfetta per la merenda di grandi e piccini ed è semplicemente irresistibile.
Se vi aspettate una classica brioche al cioccolato dovrete ricredervi.
La Babka ha una consistenza particolare, simile quasi ad un lievitato importante, come il panettone. In questa ricetta, per la preparazione della brioche, ho evitato l'utilizzo del burro, mentre nella parte del ripieno era strettamente necessario per conferire la giusta morbidezza e cremosità. 
L'assenza di burro nell'impasto rende utile, questo tipo di preparazione, anche a chi è intollerante al lattosio. Segnatevi quindi la ricette per una classica brioche senza lattosio, per la farcitura lascio a voi libera scelta. Qui trovate alcune idee.



La Babka è un dolce è conosciuta soprattutto nell'Europa orientale e solitamente viene preparata in occasione della Pasqua, cristiana, ma anche ebraica. Esistono diverse varianti, una più golosa dell'altra, intrecciate o meno, ripiene o ricoperte di un impasto simile a briciole chiamato streusel. Questa, intrecciata, è una delle più gettonate. Vi consiglio di preparare anche un po' di sciroppo profumato all'arancia. Vi basterà far scaldare in un pentolino 80 gr di zucchero e il succo di un'arancia. Portate ad ebollizione e non appena inizierà a caramellare togliete dal fuoco e spennellate generosamente la vostra babka al cioccolato. Per la cottura utilizzate i classici stampi per plumcake foderati con una striscia di carta forno, in modo da sformare più facilmente il dolce. Io solitamente ritaglio una larga striscia, che possa fuoriuscire tranquillamente dai bordi dello stampo, anche di diversi cm. La bagno leggermente, la strizzo e l'asciugo bene. In questo modo, adagiandola nello stampo, durante la cottura, il dolce manterrà perfettamente la forma senza strani segni dovuti alla carta forno. 



Per la preparazione di questo dolce dovrete avere molta pazienza, in quanto richiede diversi fasi di riposo e lievitazione che ne garantiscono una morbidezza unica. Prendetevi tutto il tempo necessario per la realizzazione. Per una lavorazione ottimale vi consiglio di iniziare la lavorazione nel pomeriggio o in serata. In questo modo, dopo una prima lievitazione di circa 2 ore, potrete far riposare il vostro impasto in frigorifero per tutta la notte, proseguendo con la lavorazione la mattina successiva. 
Per 2 babka   


Ingredienti 
600 gr di farina 00
70 gr di zucchero semolato
240 gr di acqua tiepida
1 cucchiaino di sale
100 gr di olio di semi o di oliva (sapore neutro o delicato)
2 uova medie
20 gr di lievito di birra
Per il ripieno al cioccolato: 
120 gr di cioccolato fondente
120 gr di burro
50 gr di zucchero semolato
30 gr di cacao amaro
Preparazione  
Spezzettate il lievito di birra e fatelo sciogliere nell'acqua tiepida. 
Nella ciotola della planetaria unite la farina, il sale, lo zucchero, l'olio e l'acqua con il lievito. Mescolate bene il tutto fino ad ottenere un impasto piuttosto omogeneo. Unite quindi un uovo alla volta, impastando bene dopo ogni aggiunta.
Vi ritroverete con un impasto molto appiccicoso. Lavoratelo per 10-15 minuti (se utilizzate la planetaria con gancio impastatore, altrimenti i tempi si allungheranno di altro 10-15 minuti). Qualora fosse troppo molle e difficilmente lavorabile aggiungete tranquillamente 2-3 cucchiai di farina. Non appena l'impasto inizierà a staccarsi dai bordi infarinatelo leggermente. Lavoratelo velocemente su un piano pulito e infarinato e formate una palla. Adagiatela in una ciotola e coprite con pellicola trasparente. Lasciate lievitare in luogo caldo per circa 2 ore o almeno fino a quando non sarà raddoppiato di volume.
Nel frattempo preparate il ripieno. 
Fate fondere il cioccolato con il burro. Togliete dal fuoco e unite lo zucchero con il cacao, mescolando bene. Lasciate raffreddare completamente per tutta la fase di lievitazione, in modo che il composto si solidifichi leggermente.
Prendete l'impasto e sgonfiatelo su un piano infarinato. Lavoratelo per qualche minuto, poi dividetelo in due parti uguali.
Stendete ciascuna di esse, infarinando se necessario, formando un rettangolo della lunghezza di una teglia, alto circa 3 mm. Farcite quindi con la crema al cioccolato e, partendo dal lato più lungo, arrotolatelo ben stretto per formare un rotolo. Adagiate i due rotoli su una teglia foderata con carta forno. Coprite con pellicola trasparente e lasciate riposare per tutta la notte in frigorifero. 
La mattina successiva riprendete i rotoli, incideteli per il senso della lunghezza fino a far comparire le "venature" di cioccolato. Aprite leggermente e intrecciateli ben stretti (qui trovate un video che spiega alla perfezione come procedere per creare una treccia perfetta!). Adagiate la treccia ottenuta in uno stampo per plumcake foderato con carta forno, ripiegando in sotto le estremità. 
Lasciate riposare a temperatura ambiente per circa 1 ora affinchè aumentino di volume.
Fate quindi cuocere, in forno ben caldo, a 160°C per 30-40 minuti. Fate sempre la prova stecchino prima di sfornare.

20 commenti:

  1. Caspita che bella ricetta! Deve essere molto particolare e golosa e non troppo dolce come piace a me! Quando avrò qualche ora libera la proverò :-) Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ely!! Sono felicissima che ti piaccia! Sì, l'impasto non è troppo dolce e la crema al cioccolato fondente e cacao rende tutto molto goloso senza troppo zucchero. Provalo! Te lo consiglio!
      Un abbraccio grande!

      Elimina
  2. Deliziosa, ne sento il profumo da qui

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Paola! Devi assolutamente provarla! Il profumo è irresistibile, ma la babka ancora di più ;)

      Elimina
  3. Sembra buonissimo!
    Alla prossima

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo è.. non è avanzata nemmeno una fetta! Ed erano 2!!! :)
      A presto

      Elimina
  4. Mi fa una voglia!! Saranno anche le foto splendide...
    :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio di cuore Cristina.. qui le foto non c'entrano.. è proprio la babka che è meravigliosamente golosa! ;)

      Elimina
  5. Mai fatta, ma da tanto tempo sulla mia to-do-list. Chissà provo la tua che mi sembra davvero ottima :-P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Provala! Sono certa te ne innamorerai ;)

      Elimina
  6. Lo mangerei subitoooo!'n
    Che voglia mi fa...
    Complimenti x tutto!... foto splendide!
    Clo

    RispondiElimina
  7. E' il dolce che amo mangiare di piu' quando vado in Israele... yummy!!! ho la salivazioane a mille!!! : )
    ma l'uovo va messo tutto intero o solo il tuorlo?
    Graaaaazie della meravigliosa ricetta
    Val

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Confermo 2 uova medie, sia albume che tuorlo, come segnalato nella ricetta ;)
      In Israele sarà ancora più buono!!!
      A presto Val!

      Elimina
  8. Ciao, ho provato questa tua ricetta e debbo dire che il risultato è stato strepitoso! Grazie e complimenti per il bellissimo blog.

    RispondiElimina
  9. Ciao Erika, voglio provare a fare la babka questo fine settimana, quindi tu consigli di fare due riposi in frigorifero, uno per il primo impasto e il secondo per il rotolo? Sono davvero curiosa di assaggiare questo lievitato!
    Grazie!
    Carla

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rileggendo la ricetta con meno fretta della scorsa volta mi sono resa conto che il riposo in frigo è uno solo, per il rotolo. Domani si prova :-)
      Carla

      Elimina
  10. Ciao ,
    Domanda forse scema , qui tu dividi il nanetto in die creando due rotoli ma poi li intrecci insieme o intrecci il rotolo diviso a metà ? Perché nel video non lo divide e da un titolo solo ? 🤔

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dunque io divido in due parti uguali l'impasto (così ottengo due babka) Poi farcisco ogni parte come da ricetta e divido in due parti uguali il rotolo ottenuto. In questo modo ho quattro rotoli che andrò ad incidere per il senso della lunghezza. A questo punto intreccio due rotoli incisi per formare un babka. Io utilizzo questo metodo dei due babka per agevolare tutto il procedimento e anche perchè sono della giusta dimensione per la teglia che utilizzo. Nessuno ti vieta di intrecciarne più di due. L'importarte è incidere per il senso della lunghezza e intrecciare il tutto ;)

      Elimina
  11. ciao, è possibile farlo con il lievito madre? hai mai provato? grazie
    ciao
    GIuliana

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...