3 febbraio 2014

Focaccia con fleur de sel e rosmarino

IMG_9103 copy

Chissà perchè un grande classico come la focaccia non aveva ancora ricevuto la mia attenzione su questo blog. Eppure, questa, è diventata, di recente, una delle ricette che più utilizzo per la preparazione di uno dei piatti che più preferisco. Non mi faccio mai mancare gli ingredienti essenziali per la preparazione di questa delizia. La dispensa abbonda di manitoba e il mio rosmarino è sopravvissuto in maniera rigogliosa e stranamente insolita questo inverno.
In questo modo ho il privilegio di avere sempre un profumo perfetto ed inebriante nella mia cucina ogni qual volta decido di impastare e prepararla.
La preparazione è piuttosto semplice, e mi rendo conto che probabilmente ognuno di voi ha già la sua personalissima versione di focaccia. Mi piacerebbe sapere voi come la preparate e, se ne avete voglia, magari potreste condividere qui la vostra ricetta, per confrontarci e sperimentare. Io vi lascio la mia preferita, anche se devo ammettere che mangiata il giorno stesso ha una fragranza davvero irresistibile e difficilmente potrei dirvi come diviene nei giorni successivi. 
Utilizzando la classica teglia per pizza tonda si avrà una focaccia molto alta, perfetta per essere farcita. In alternativa utilizzate una teglia rettangolare 22x36 cm circa. Sarà ugualmente corposa e facile da farcire, se ben lievitata, ma ugualmente perfetta da gustare semplice. Un piccolo consiglio riguarda l'olio. Usatene in abbondanza soprattutto prima di infornare e persino durante la cottura. Non appena la focaccia inizierà a dorare sarà molto importante mantenerla sempre ben oliata. Armatevi di pennellino, perfetto anche in silicone, per cospargere la superficie con abbondante olio extravergine. Io ripeto l'operazione almeno un paio di volte. In questo modo anche la parte interna resterà ben morbida.

IMG_9106 copy

IMG_9109 copy

Ingredienti
500 ml circa di acqua tiepida
9 gr di lievito disidratato
1 pizzico abbondante di zucchero semolato
50 ml di olio extravergine di oliva + ulteriore per oliare la focaccia
750 gr di farina manitoba
3 cucchiaini di sale fino
1 cucchiaio di fleur de sel o sale grosso
Rosmarino fresco

Preparazione
In una ciotolina versate 250 ml di acqua tiepida e un pizzico abbondante di zucchero semolato. Unite quindi il lievito disidratato, mescolate brevemente e lasciatelo riposare per circa 5-6 minuti affinchè sulla superficie venga a crearsi una sorta di schiuma.
In una ciotola mescolate sale e farina. Prendetene un terzo e unitevi il lievito. Mescolate per ottenere una pastella e unitevi la restante farina, continuando a lavorare l'impasto. Miscelate gli altri 250 ml di acqua tiepida e l'olio extravergine di oliva e uniteli poco per volta all'impasto. Non preoccupatevi se la pasta risulta collosa, continuate a lavorarla fino ad ottenere una buona consistenza che vi consenta di trasferirla su un piano leggermente infarinato.
A questo punto, infarinatevi le mani e iniziate a lavorare l'impasto per circa 7-8 minuti. Qualora fosse realmente troppo "appiccicosa" potete aggiungere un cucchiaio di farina. Continuando a lavorare l'impasto farete in modo che diventi elastico e ben compatto. Formate una palla e ponetela in un'ampia ciotola ben pulita e lievemente oliata. Bagnatevi le mani con poco olio e passatele sulla pasta. Una volta adagiata nella ciotola, coprite con un telo lievemente umido. Fate riposare per almeno 1 ora in un luogo caldo e privo di correnti d'aria fino a quando sarà raddoppiato di volume.
Preriscaldate il forno a 220°C. Oliate una teglia abbastanza ampia. Sgonfiate leggermente l'impasto rilavorandolo velocemente, per eliminare l'aria. Ponetelo nella teglia e stendetelo con la punta delle dita, creando così i classici "buchi". Spennellate la superficie con abbondante olio di oliva, poi cospargete con sale e rosmarino.
Infornate e fate cuocere per 25-30 minuti o almeno fino a quando non risulterà dorata e croccante. Vi consiglio di controllare a metà cottura che non sia troppo secca. In tal caso munitevi nuovamente di olio e pennello, per fare in modo che l'impasto all'interno risulti ben morbido.

24 commenti:

  1. A casa nostra è il marito che si occupa della preparazione di pane, pizze e focacce, gli girerò questa intrigante ricetta

    RispondiElimina
  2. In effetti è davvero invitante, troppo bella, brava!!

    RispondiElimina
  3. Cara Erika, hai ragione tu: ogni casa ha la sua focaccia ma la tua merita una prova!
    La mia cambia di solito sulla base delle farine che ho in dispensa
    Ultimamente poi, ho provato la lievitazione lenta e posso dire che i risultati sono ottimi, specialmente in termini di digeribilità. Organizziamo uno "scambio ricette"? ;-)
    buona settimana
    Claudia

    RispondiElimina
  4. Che focaccia golosissima. Alta e soffice! Da quanto non ne mangio una così! Complimenti cara! :D Buon lunedì!

    RispondiElimina
  5. Ha un aspetto fantastico...Bella altina come piace a me!!!

    RispondiElimina
  6. Erika, che hai gusto lo so vedendo le tue foto su Pinterest, che sei brava l'ho scoperto da un bel po' ormai ma oggi arrivo qui con un tempismo eccezionale perchè poco fa, a pranzo, ho dato l'annuncio ufficiale a casa: "Devo fare una focaccia"... e dato che sarebbe la prima volta, devo scegliere bene quale... grazie dell'aiuto! ;-) Ricetta salvata subito tra le preferite!

    RispondiElimina
  7. che favolosa focaccia invitante!!!

    RispondiElimina
  8. direi che questa tua versione è molto invitante, complimenti!!

    RispondiElimina
  9. Che buonaaa! Io adoro la focaccia! Da me trovi sia versioni dolci che salate, ma il consiglio sull'olio mi mancava, proverò! Un bacio

    RispondiElimina
  10. Ciao. Sono nuova nel mondo dei food blog ma ti leggo silenziosamente da un bel po di tempo. Adesso ho un blog anche io e penso che accettero' l'invito a scrivere la mia ricetta della focaccia. . Da buona ligure non manca mai sulla nostra tavola anche per colazione! !!! A prest e complimenti per tutto, sei davvero fonte di ispirazione. Ciao patrozia

    RispondiElimina
  11. questa e'dannosa,eh si,perche'rischi di finirla tutta,ma tutta eh!!
    complimenti,un bacione :)

    RispondiElimina
  12. adesso una versione con pasta madre!!

    RispondiElimina
  13. ..ora al via con la versione pastamadrizzata!

    RispondiElimina
  14. Hai fatto bene a darle un po' d'attenzione visto il magnifico risultato!!!
    Buona giornata

    RispondiElimina
  15. Meravigliosa e sofficissima!!!!!

    RispondiElimina
  16. Ti seguo spesso ma questa focaccia mi sembra ...diversa!insomma alta è alta, ma dalle foto e ripeto dalle foto ho come l'impressione che l'interno non sia cotto sembra ,come si dice dalle mie parti"ammazzarrito" e anche la crosta che si è formata non è proprio della classica,alveolata,morbida e oleosa focaccia ...è piuttosto un rustico ...ma forse sono le foto!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno anonimo,
      mi dispiace che la focaccia non sia di tuo gradimento, ma ti posso garantire che non è assolutamente cruda all'interno, nè parzialmente cotta. Te lo dico perchè l'abbiamo divorata subito dopo le foto. La crosta non è morbida, ma lievemente croccante. Effettivamente è molto rustica ed è perfetta per essere tagliata e farcita. Non ho mai detto che si trattasse di una focaccia oleosa o morbida all'esterno, credo che si percepisca dalle foto. L'interno è soffice, morbido (non "ammazzarrito"), ma la superficie è vagamente croccante. Credo poi che esistano diversi tipi di focaccia, da quella genovese a quella pugliese, e hanno ovviamente caratteristiche differenti. Grazie al cielo esistono così tante varianti. Mi piacerebbe davvero moltissimo provarle e pubblicarle tutte, credimi! Anzi se hai consigli o una buona ricetta la aspetto, così la provo e la condividiamo!! A presto

      Elimina
  17. Buongiorno che peccato che appena arriva una critica e non un solito complimento subito ci si metta sulla difensiva..avevo sottolineato che "dalla foto" questa era la sensazione che si percepiva,e si per fortuna ci sono tante varietà di focaccia e di sicuro ognuno ha la propria ricetta super collaudata o come me ,che sono una perfezionista ,sempre alla ricerca di "quella wow" e stia sicura che proverò anche la sua del resto ho detto da subito che la seguivo spesso e continueró a farlo...alla prossima.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno, il mio commento non voleva essere scortese e mi dispiace se questa è l'impressione che ne è trapelata. Ho semplicemente risposto alla supposizione che non fosse cotta (come scritto nel suo primo commento) e che non fosse la classica focaccia oleosa. Ho voluto solo indicare le caratteristiche e non mi sono messa sulla difensiva. Essendoci la moderazione dei commenti, se avessi voluto, avrei potuto decidere di non pubblicare i commenti "negativi" o le critiche. Invece mi piace avere un punto di incontro con i miei lettori e rispondere e pubblicare tutto ciò che ricevo, positivo o negativo che sia, anche per migliorare. A presto

      Elimina
  18. ...Ed è questo il motivo per cui la seguo volentieri e domani prepareró la sua focaccia. ..mi sorge a questo punto un dubbio ,dato sempre le foto,potrebbe essere che ha tagliato la focaccia ancora calda??? Mi dispiace per l'anonimato ma non ho un profilo ma un nome si...Paola e le assicuro che non volevo essere polemica non ne ho interesse ma ho fatto solo un'osservazione... alla prossima

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno Paola, non preoccuparti! La focaccia effettivamente era ancora un po' calda quando ho fatto le foto. Probabilmente è per questo che l'interno è un po' strano. Avrei dovuto aspettare, ma i due uomini di casa non hanno tutta questa pazienza :) A presto

      Elimina
  19. Buonasera Erika. Ho accettato l'invito ed ho pubblicato la ricetta della mia focaccia... E' bello vedere quante ricette possano esserci anche per una cosa così semplice come una focaccia... Molto presto proverò anche la tua, sono proprio curiosa di assaggiarla!!!
    A presto.
    Patrizia

    RispondiElimina
  20. Ciao Erika, questa focaccia è divina e assolutamente da replicare! Qual è il diametro dello stampo tondo che hai usato? 28 cm o 26 cm?

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...